Connect with us

Merano

Merano, nuovo orario invernale: piccola rivoluzione nel trasporto pubblico

Pubblicato

-

Domenica 9 dicembre entrerà in vigore, in tutto il territorio provinciale, il nuovo orario invernale dei treni e dei bus.

A Merano l’offerta della SASA verrà notevolmente migliorata per garantire a cittadine e cittadini un’elevata mobilità a condizioni vantaggiose e comode.

Dopo la chiusura del tratto superiore di corso Libertà ai mezzi di linea (avvenuta nel 2013) e l’ampliamento delle corse dei bus urbani nelle ore serali (introdotto nel 2016), il nuovo orario invernale rappresenta un’importante novità per il trasporto pubblico, perché viene raddoppiata l’offerta nel rione Wolkenstein e verso Bolzano e rafforzato il servizio a Sinigo e in centro città.

Pubblicità
Pubblicità

“Come indicato nelle linee guida del Piano del traffico, vogliamo innanzitutto creare alternative e gestire i parcheggi in strada in modo più efficiente. L’obiettivo è quello di ridurre il traffico e di migliorare la mobilità della popolazione”, ha spiegato l’assessora alla mobilità Madeleine Rohrer.

Raddoppiano le corse fra Merano e Bolzano – Con il nuovo orario, dal lunedì al sabato fino alle ore 22, le vetture in servizio sulla linea Merano-Bolzano (201) viaggeranno ogni mezz’ora, ogni ora invece la domenica e nei giorni festivi. Le ultime tre corse da Bolzano raggiungeranno la città del Passirio passando da Lana.

Sinigo: al sabato frequenza di 15 minuti – La linea 2, che collega il centro urbano con il quartiere di Sinigo, verrà ribattezzata in 210 e manterrà la frequenza di 15 minuti anche nelle giornate di sabato. Le vetture 210A percorreranno il tratto Sinigo-Postal ogni mezz’ora, soddisfacendo così un’esigenza segnalata dagli stessi abitanti di Sinigo, invitati dai responsabili del Servizio ambiente e mobilità a commentare le novità previste dal nuovo orario. Le vetture 210B viaggeranno invece con frequenza oraria da Sinigo a Lana transitando per la zona artigianale di Lana. “Per assicurare la mobilità di un gruppo di lavoratori che ha necessità di tornare a Merano al termine del turno di servizio, il bus in partenza alle 22:05 da Postal servirà anche la zona artigianale di Lana”, ha chiarito Alex Pennati della SASA.

Pubblicità
Pubblicità

Rione Wolkenstein: frequenza di 15 minuti – Le vetture della linea 6 osserveranno una frequenza di 15 minuti, anziché di 30 come avvenuto finora. In questo modo, fra le 5:30 e le 23, il popoloso quartiere Wolkenstein – l’unico rimasto a essere servito da un bus ogni mezz’ora – sarà meglio collegato al centro. I bus diretti dal centro città al rione partiranno ogni quarto d’ora: per il percorso inverso gli utenti possono scegliere due soluzioni diverse: la linea 6A collegherà il quartiere direttamente al centro ogni mezz’ora transitando per via Zuegg, via Wolkenstein e via Monte Tessa. Un apposito impianto semaforico regolerà il passaggio dei bus sotto il ponte della ferrovia. La linea 6 manterrà invece il consueto percorso – con frequenza 30 minuti – lungo via Marlengo e via Pertrarca.

Aumentata la frequenza fra piazza Teatro e la stazione – Dal potenziamento della linea 6, che eccezion fatta per i venerdì di mercato passerà per via Hofer, trarrà benefici anche il centro città, perché in tal modo saranno disponibili due ulteriori collegamenti ogni ora nel tratto piazza Teatro/stazione/ospedale/centro scolastico/via delle Corse. Le vetture della linea 211, che collega Merano a Lana, viaggeranno anche al sabato pomeriggio con frequenza di 15 minuti. Aumentano anche le corse serali della linea 212 (Merano/Foresta/Marlengo), che risulta così meglio collegata alla stazione ferroviaria di Maia Bassa. Nelle giornate di venerdì sono poi previste corse espresso – con frequenza 60 minuti – fra Tirolo e le Terme, tratta lungo la quale saranno in servizio – ogni ora e in entrambe le direzioni – sei nuovi bus.

La fermata “Plankenstein” si chiamerà “Parco Elisabetta” – Su esplicita richiesta dell’Unione commercio, turismo e servizi la fermata “Plankenstein” verrà rinominata in “Parco Elisabetta”. Lo scopo è quello di agevolare l’orientamento dei turisti invogliandoli a utilizzare anche tale fermata, così vicina ai portici superiori. I rilevamenti effettuati nell’ambito dei lavori per l’elaborazione del nuovo Piano urbano del traffico hanno infatti evidenziato come la fermata “Plankenstein” risulti molto meno utilizzata rispetto alle fermate di piazza Teatro e di via delle Corse, uno stato di fatto che penalizza una parte del centro storico. Ogni giorno nelle ore di punta nei pressi del parco Elisabetta salgono nei bus – in entrambe le direzioni – 550 persone e ne scendono 394, mentre negli stessi orari in piazza Teatro gli utenti sono rispettivamente 1.342 e 1.303, 2.864 e 3.610 quelli che invece salgono e scendono in via delle Corse. Sempre su richiesta di numerosi cittadini verrà cambiata pure la denominazione del capolinea dei bus della linea 4, spesso sovraffollati: invece che “Trauttmansdorff” si chiamerà “Maia Alta”.

Scarica qui i nuovi orari

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Alto Adige8 ore fa

Castelrotto: perde il controllo della macchina e finisce nel giardino di una casa

Alto Adige11 ore fa

Alto Adige, l’analisi della Asl: “La vaccinazione protegge da un decorso grave della malattia”

Politica12 ore fa

Convegni a Bolzano, Urzì accusa: “Il Centro per la Pace dà spazio all’Islam più oscurantista”

Bolzano12 ore fa

Trovata con la droga, aggredisce il padre e la polizia. Giovane arrestata a Bolzano con più di un chilo di marijuana

Bolzano12 ore fa

Hashish, cocaina e più di 6mila euro in contanti: spacciatore nordafricano arrestato a Bolzano

Alto Adige16 ore fa

Dati Covid 24 gennaio: 59 positivi da PCR e 1.166 da test antigenici. Due decessi

Sport16 ore fa

FC Südtirol espugna il campo della Pergolettese: al Voltini di Crema finisce 2:0

Bolzano17 ore fa

Camino prende fuoco in via Merano: intervengono i pompieri

Alto Adige17 ore fa

Garavaglia in Alto Adige: turismo sostenibile, chance da sfruttare

Valle Isarco18 ore fa

In fiamme un appartamento a Barbiano: una persona intossicata

Bolzano2 giorni fa

Coronavirus: 2 decessi e 1.753 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Alto Adige

Alto Adige3 giorni fa

Vaccinazioni anti-Covid: già oltre 200.000 persone con la dose booster

Bolzano3 giorni fa

Blitz interforze a Bolzano: denunce per spaccio e sostituzione di persona. Un rimpatrio e due Daspo

Sport3 giorni fa

FC Südtirol: domenica 23 gennaio la sfida del campionato riparte da Crema contro la Pergolettese

Politica3 giorni fa

Mobilità per le Olimpiadi 2026: sopralluoghi col viceministro Morelli

Alto Adige1 settimana fa

Indennità per i pendolari, in corso la revisione del sistema

Sport4 settimane fa

Foxes all’ultimo match casalingo del 2021: al Palaonda arriva l’Innsbruck

Alto Adige4 settimane fa

Bolzano, i problemi cardiaci gli impediscono di lavorare. Crowdfunding per Giancarlo

Politica3 settimane fa

Il comandante degli Alpini da Kompatscher: Protezione civile e Covid

Società4 settimane fa

Messa di Natale, Muser: “Un Natale per ritrovare il senso di comunità”

Alto Adige3 settimane fa

Incidente con due macchine coinvolte in Valle Isarco: intervengono i vigili del fuoco

Sport4 settimane fa

I Foxes perdono a Villach: il VSV si impone per 4 a 3 all’overtime

Alto Adige3 settimane fa

Labers: cede il freno a mano e la macchina precipita. Salvo il cagnolino rimasto intrappolato all’interno

Alto Adige3 settimane fa

Coronavirus: oggi 3 gennaio 39 casi positivi da PCR e 404 test antigenici, un decesso

Bolzano4 settimane fa

Minaccia i passanti con forbici e martello: straniero bloccato in centro a Bolzano

Alto Adige4 settimane fa

Val Badia: auto cade in un fossato. Vigili del fuoco in intervento

Merano3 settimane fa

Il conducente sbanda e distrugge l’automobile all’uscita di Postal

Merano4 settimane fa

Esce di strada sulla provinciale fra Marlengo e Cermes: intervengono i vigili del fuoco

Alto Adige4 settimane fa

Alto Adige, arrivano i kit per gli autotest degli alunni durante le vacanze di Natale

Bolzano2 settimane fa

Coronavirus: 1.361 contagi e un decesso nelle ultime 24 ore in Alto Adige

Unico&Bello

La miniera di diamanti aperta al pubblico: l’incredibile esperienza di scavare e tentare la fortuna

Un’esperienza indimenticabile, ricca e fruttuosa: sono le caratteristiche principali della “Creater of Diamonds”, l’unica miniera di diamanti al mondo aperta al pubblico. Si tratta di un…

Orient Express la Dolce Vita: in Italia un nuovo modo di vivere il Paese

A breve in Italia arriverà un nuovo modo di vivere e conoscere il Paese, in carrozze di lusso ispirate al design degli anni ‘60/’70. L’Italia si…

Vaia Cube e Vaia Focus: nuova vita agli alberi abbattuti da Vaia

Sono numerose le aziende ed i privati che hanno deciso, negli ultimi anni, di donare nuova vita e dignità ai 42 milioni di alberi abbattuti dalla…

2050: come ci arriviamo? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per tutti

Dal 22 dicembre 2021 al MUSE – Museo delle Scienze di Trento, la mostra “2050: COME CI ARRIVIAMO? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura…

L’Altopiano Tibetano e Nepal in due splendide mostre fotografiche virtuali

L’Altopiano Tibetano noto per alcuni dei pascoli più grandi al mondo, non consente lo sviluppo di una vera e propria attività agricola. Anche per questo le…

Il 2022 ribattezzato “l’anno dei weekend lunghi”: quali giorni approfittare per una gita fuori porta

Per gli amanti dei viaggi e delle gite fuori porta, il 2022 è stato ribattezzato come “ l’anno dei weekend lunghi”. Infatti, nei prossimi 12 mesi…

Alpe Cimbra: il drago nato da Vaia è già un #must da vedere

La Tempesta Vaia che ha colpito il nord Italia e l’arco alpino alla fine del 2018 ha lasciato senza ombra di dubbio enormi cicatrici su tutto…

Archivi

Categorie

Benessere Economico

RSS Error: A feed could not be found at `https://www.benessereconomico.it/feed`; the status code is `200` and content-type is `text/html`

di tendenza