Connect with us

Italia ed estero

Mike Roman, l’uomo che mangia pizza da 37 anni

Pubblicato

-

Mike Roman, un insegnante del New Jersey, ha mangiato la pizza almeno una volta al giorno negli ultimi 37 anni.

Un amore iniziato all’età di 3 o 4 anni, quando sua madre l’ha provata per la prima volta. La pizza gli è piaciuta così tanto che da quel giorno Roman ha insistito tutti i giorni per mangiarne.

Inutili i tentativi dei genitori di convincerlo a provare altri cibi: da allora ha mangiato pizza almeno una volta al giorno, fino all’età adulta.

Pubblicità
Pubblicità

Per lunghi periodi la pizza lo ha invece accompagnato anche a colazione, pranzo e cena.

Poi, lentamente, è avvenuto il passaggio almeno la mattina ad un panino con burro di arachidi, riservando comunque alla pizza un appuntamento fisso per la sera.

La prendo in diversi posti, quindi c’è una buona varietà”, ha detto Roman in un’intervista.

So che alcune persone amano i pranzi raffinati, o si definiscono buongustai, e gli piacciono le cose complicate, ma la cena per me non è niente di veramente speciale. Devi mangiare perché hai fame“.

Una passione che non si è fermata nemmeno il giorno del suo matrimonio, durante il quale, neanche a dirlo, si è fatto servire pizza.

Italia ed estero

Spaventoso incidente in Slovenia, tir precipita da viadotto. Il Video

Pubblicato

-

L’incidente è avvenuto il 13 novembre 2019. Questo filmato, diffuso dal portale Storyful, cattura il momento in cui un’auto per una disattenzione devia finendo sul lato del camion sulla tangenziale di Lubiana, costringendo il camion a schiantarsi attraverso la barriera di sicurezza.

Secondo quanto riferito dai media locali, il camion è precipitato con un volo di 20 metri. La vittima è un uomo ungherese di 50 anni. Sono in corso indagini per stabilire l’esatta dinamica dello schianto.

L’incidente è stato ripreso dalle telecamere di sicurezza piazzate su un cavalcavia.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Italia ed estero

Precipita sulla via Calliope, 26enne altoatesina salvata dal soccorso alpino

Pubblicato

-

Si è concluso alle 16.00 l’intervento per il recupero di una donna altoatesina di 26 anni sulla via Calliope (parete di San Paolo – Arco).

La donna stava scalando da prima di cordata, insieme ad un compagno, quando ha perso l’appiglio ed è precipitata per circa 7 metri procurandosi traumi e contusioni agli arti.

La chiamare il Numero Unico per le Emergenze 112 poco dopo le 14 è stata una terza persona che si trovava sulla stessa via.

Pubblicità
Pubblicità

Il coordinatore dell’Area operativa Trentino meridionale del Soccorso Alpino e Speleologico Trentino ha chiesto l’intervento dell’elicottero che ha verricellato sul posto il Tecnico di Elisoccorso e l’equipe medica.

L’alpinista si trovava all’interno di un diedro a circa metà via, a 100 metri dal suolo.

In una seconda rotazione, l’elicottero ha portato in quota anche due operatori della Stazione Riva del Garda del Soccorso Alpino e Speleologico per dare supporto all’equipe dell’elisoccorso nelle manovre necessarie a imbarellare la ferita e imbarcarla a bordo del velivolo.

Una volta stabilizzata sull’asse spinale, la donna è stata calata in un punto idoneo al recupero con il verricello e elitarsportata all’ospedale Santa Chiara di Trento.

Continua a leggere

Italia ed estero

Terremoto a l’Aquila, scossa di magnitudo 4.4. Paura anche a Roma e nel basso Lazio

Pubblicato

-

Una violenta scossa di terremoto ha colpito l’Aquila questa sera alle 18.35, terrorizzando ancora una volta gli abitanti del capoluogo abruzzese ma non solo.

I movimenti tellurici, di magnitudo stimata tra 4.4 e 4.9, sarebbero stati avvertiti nei Comuni di Pescosolido, Avezzano, Chieti e in tutta la Marsica ma anche nel basso Lazio da Frosinone a Cassino e Sora.

Il terremoto è stato avvertito addirittura a Roma, soprattutto nella zona est e in centro e nelle province di Napoli e Caserta.

Pubblicità
Pubblicità

L’epicentro è stato rilevato tra Abruzzo e Lazio, a 5 km a sud est di Balsorano, che si trova ancora in provincia de L’Aquila, ad una profondità di 14 chilometri.

Molte le chiamate ai vigili del fuoco. Non è noto al momento se ci siano danni a cose o a persone.

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza