Connect with us

Ambiente Natura

Piano Braies 2020: meno turisti, più natura

Pubblicato

-

Assaporare il patrimonio Unesco di Braies in modo sostenibile: è l’obiettivo di Provincia, Comune e IDM.

Ampliata l’offerta di mobilità sostenibile, quest’anno si limiteranno gli accessi.

Fare del patrimonio Unesco Dolomiti di Braies un’esperienza sostenibile. E’ questo l’obiettivo del Piano Braies 2020, presentato ieri (2 luglio) in conferenza stampa congiunta dall’assessore provinciale alla mobilità Daniel Alfreider, dall’assessora provinciale al patrimonio mondiale Unesco Maria Hochgruber Kuenzer, dal sindaco di Braies Friedrich Mittermair e dal presidente di IDM Hansi Pichler.

Pubblicità
Pubblicità

Obiettivo comune: fare del patrimonio mondiale un’esperienza sostenibile.

L’obiettivo comune della cooperazione tra Provincia, Comune di Braies e IDM Alto Adige è quello di rendere il patrimonio Unesco delle Dolomiti di Braies un’esperienza godibile ma sostenibile.

Sulla base delle esperienze fatte finora e dei primi risultati di uno studio della Fondazione Dolomiti Unesco, quest’estate saranno attuate nuove misure per raggiungere questo obiettivo.

“Nel 2019 l’attenzione si è concentrata sullo spostamento del traffico verso una mobilità più rispettosa dell’ambiente. Un’offerta che resterà attiva, affiancata però da una limitazione degli accessi al lago” ha spiegato l’assessore provinciale Alfreider.

Misure coraggiose fondamentali per un’esperienza naturale unica

I dati presentati dall’assessora Kuenzer dimostrano che non si tratta di un caso. Con accesso illimitato, nel 2018, da luglio a settembre, 1,2 milioni di visitatori si trovavano ancora nella valle di Braies, ossia in media 9.936 persone al giorno durante l’estate fino al picco di 17.874 registrato in una giornata di agosto.

Complessivamente nel mese di agosto sono stati registrati 393.522 visitatori. Lo studio di sostenibilità della Fondazione Dolomiti Unesco ha esaminato gli effetti di questi flussi turistici sulla natura, la società locale e l’economia.

“L’esperienza dei visitatori della natura perde di fascino e unicità” ha spiegato Kuenzer illustrando l’evidenza principale emersa dallo studio. Il potenziamento della mobilità sostenibile e la chiusura parziale della strada sono stati un passo nella giusta direzione, si sono detti d’accordo Kuenzer e Alfreider.

Nel 2019, una media di circa 250.000 persone ha visitato il lago mensilmente durante tutta l’estate. “Sono necessarie ulteriori misure coraggiose.Affidiamoci alla naturaè il nostro capitale più importante” ha sottolineato Kuenzer.

Più ciclisti e pedoni, meno autobus e automobili

Anche Alfreider ha sottolineato che la valle di Braies, con il suo sito unico nel suo genere, Patrimonio dell’umanità, dovrebbe essere valorizzata per visitatori e residenti. IDM e Provincia, insieme alla Commissione mobilità del Comune e all’Associazione Turistica locale hanno elaborato così il Piano Braies 2020.

“In modo salutare e rispettoso dell’ambiente, cioè in bicicletta o a piedi, si potrà raggiungere il lago senza limitazioni” ha sottolineato Alfreider.

Di conseguenza, sono stati aumentati i noleggi di biciclette a Braies, Villabassa e Monguelfo, e contestualmente sul lago sono stati realizzati ulteriori parcheggi per biciclette.

“Per chi si muove su mezzi privati invece la strada nella valle di Braies rimarrà aperta dal 10 luglio al 10 settembre fino a quando i parcheggi della valle saranno occupati, e dopo quel momento chiusa fino alle 15.00” ha chiarito Alfreider.

Dal 10 luglio, anche gli autobus delle due linee (439 e 442) potranno essere utilizzati per arrivate al lago di Braies.

Quest’anno è stata però introdotta la prenotazione online obbligatoria, con pagamento online tramite un nuovo portale del Comune e IDM.

Non appena i posti saranno al completo, non ci sarà più accesso al bus navetta. Ai titolari di Alto Adige Pass sono riservati alcuni posti a bordo senza necessità di prenotazione.

Ridurre il numero di visitatori per un maggior valore aggiunto e proteggere l’ambiente

Le restrizioni per i mezzi privati non si applicano ovviamente agli abitanti della valle di Braies, ha specificato il sindaco Mittermair.

Per gli ospiti di ristoranti, negozi e altri esercizi ci sono permessi di transito disponibili su prenotazione, così come per i turisti che alloggiano in valle di Braies.

“Ci aspettiamo che il sistema delle quote limitate aumenti l’esclusività e, in ultima analisi, crei più valore per la valle e, naturalmente, più protezione per un ecosistema così prezioso e sensibile” ha detto il sindaco.

Limitando il numero di passeggeri sugli autobus in combinazione con il sistema di prenotazione, Mittermair si aspetta un numero medio di visitatori di circa 4.500-5.000 persone contemporaneamente in loco (2019: 7.000 visitatori).

Mittermair ha ricordato anche del servizio offerto dalla linea di autobus (443) da Monguelfo a Prato Piazza, per la quale non è richiesta la prenotazione.

Rendere gli hotspot più sicuri e mantenere l’esperienza degna di essere vissuta

Anche il presidente di IDM Pichler è convinto del Piano Braies 2020: “Dobbiamo rendere più sicuri gli hotspot dell’Alto Adige attraverso una limitazione al numero degli accessi e una regolamentazione dell’afflusso di ospiti, mantenendo attraenti e degne di essere vissute queste località così iconiche, così che restino sia una fonte di vantaggio economico per la popolazione locale che un luogo piacevole dove stare per gli ospiti”.

Secondo Pichler, questo obiettivo può essere raggiunto solo grazie a uno sforzo congiunto di diversi attori come la Provincia, il Comune, i partner nel turismo e nella mobilità.

Per informare tutti in modo adeguato, IDM ha pronto un pacchetto di comunicazione, da volantini e video a contributi Instagram.

Maggiori informazioni su come vivere la valle di Braies in modo sostenibile sono disponibili sul web all’indirizzo del Piano Braies.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • La ferrovia panoramica tra i colori dell’autunno: in viaggio con il Treno del Foliage
    Come ogni anno la natura in autunno torna a proiettare uno dei suoi migliori film, riempiendo e infiammando scorci panoramici con i caldi colori tipici di questa affascinante stagione. Uno dei modi migliori per riscoprire e vivere l’autunno e i suoi colori è la magica esperienza del viaggio lento regalato dai finestrini dell’incredibile Treno del […]
  • Il mega – yacht a forma di cigno: la straordinaria opera futurista dell’industria navale italiana
    La sintesi tra i confini della tecnologia e i massimi livelli di design applicati alla nautica è stata svelata e prende il nome decisamente caratteristico di “Avanguardia”, il nuovo yacht che nei prossimi mesi si farà sicuramente notare nei mari di tutto il mondo. Quest’opera avveniristica dell’industria navale salta agli occhi per la sua inconfondibile forma […]
  • Pacchetti “antistress “ in hotel di lusso: giornate alla ricerca del benessere
    Alternare il lavoro con il riposo, mettendo in pausa la routine quotidiana aggiunge una diversione alla vita e permette la splendida occasione di fare esperienze insolite, conoscere luoghi, persone e sopratutto non avere un’agenda giornaliera. In una società iperattiva è quindi indispensabile la ricerca dell’equilibrio perduto anche solo attraverso esclusivi pacchetti antistress in hotel di […]
  • Un solo tavolo al ristorante stellato, l’elegante genialità della ristorazione
    Il meglio delle esperienze che Venezia possa offrire è racchiuso in un luogo dove la declinazione dell’esperienza sarà il miglior servizio. Un posto non convenzionale che può essere scelto solo da coloro che accettano di non porre condizioni. Con geniale eleganza, Il Ristorante “Oro” dell’hotel Cipriani a Venezia rinasce mettendo in luce un dettaglio unico […]
  • A Bologna l’economia circolare in edilizia diventa realtà: arriva il nuovo asfalto 100% riciclato
    Un’edilizia circolare sempre più sostenibile dal punto di vista ambientale risulta una strada imprescindibile per il futuro dello sviluppo economico. Il riciclo dei materiali promette infatti oltre ad una sensibile riduzione dei rifiuti e dell’inquinamento, anche un’ottima soluzione per ottimizzare costi e ricavi. In un simile contesto risulta fondamentale lavorare sulla ridefinizione del ciclo produttivo […]
  • Una notte tra le Dolomiti e le stelle a 2055 metri di quota
    A pochi chilometri da Cortina tra cieli sconfinati e cattedrali rocciose esiste una camera che regala l’insolita emozione di ritrovarsi a dormire avvolti dall’affascinante magia di un paesaggio unico al mondo. La starlight Room, inclusa tra i dieci hotel più spettacolari del mondo, si trova infatti sopra al rifugio Col Gallina a 2055 metri in […]
  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]

Categorie

di tendenza