Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Ambiente Natura

Piano di tutela delle acque: misure per le acque sotterranee

Pubblicato

-

Il Piano di tutela delle acque, predisposto dall’Agenzia provinciale per l’ambiente e la tutela del clima, indica misure per raggiungere e mantenere lo stato di qualità dei corpi idrici dell’Alto Adige e strategie per un utilizzo e una gestione nel tempo della risorsa acqua ancora più sostenibili, solidali e rispettosi dell’ambiente.

La qualità dell’acqua dei nostri corpi idrici è costantemente messa a repentaglio da vari pericoli, sia naturali sia dovuti all’uomo – sottolinea l’assessore provinciale all’ambiente Giuliano Vettoratoè dunque necessario provvedere ad una gestione ancora più sostenibile e solidale di questa importantissima risorsa.

Tuttavia, solo un’azione mirata e soprattutto condivisa dalle parti interessate consentirà il raggiungimento e mantenimento dell’obiettivo di avere entro il 2027, data fissata dalla direttiva europea, uno stato buono di tutti i corpi idrici“.

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Fra i corpi idrici vi sono le acque sotterranee. In Alto Adige sono stati individuati e tipizzati 39 corpi idrici sotterranei in base ai criteri indicati nelle relative leggi e in base al quadro geologico altoatesino, contraddistinto da una notevole varietà di rocce, da quelle metamorfiche a quelle rocce magmatiche fino alle rocce sedimentarie più recenti.

Le acque sotterranee forniscono un importante contributo al bilancio idrico e vengono alimentate sia dalle acque meteoriche che dalle acque superficiali. Le acque del sottosuolo danno vita alle piante e alle colture e formano preziose zone umide.

Attraverso le sorgenti le acque sotterranee alimentano torrenti e fiumi e sono alla base della nostra acqua potabile. La qualità e la quantità delle acque sotterranee influenzano, non solo le acque superficiali, ma anche il nostro benessere e la nostra economia.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

L’obiettivo del Piano di tutela delle acque è quello di mantenere i corpi idrici sotterranei in un buono stato ambientale, in modo da garantirne la qualità e le quantità.

Acque sotterranee, stato chimico e quantitativo buono

Lo stato chimico e quantitativo dei corpi idrici sotterranei risulta essere buono”, fa presente Paul Seidemann, geologo dell’ufficio tutela acque, esperto di acque sotterranee. Lo stato chimico, monitorato ogni 6 mesi, è determinato in base a indicatori di qualità relativi a nitrati, pesticidi, metalli, diversi inquinanti industriali e inquinanti organici persistenti.

Dalla verifica dei dati rilevati nell’attuale periodo di gestione 2015-2021, in rapporto ai valori soglia, le acque sotterranee risultano in uno stato chimico buono per tutti i punti di monitoraggio. Lo stato quantitativo delle acque sotterranee descrive la pressione antropica sulla quantità della risorsa idrica sotterranea.

Particolarmente critici sono i corpi idrici sotterranei nei quali la quantità di acqua prelevata sul lungo periodo è maggiore di quella che naturalmente si infiltra nel sottosuolo a ricaricare gli stessi. Dai dati rilevati nell’attuale periodo di gestione risulta che presso tutti i punti di monitoraggio lo stato quantitativo è buono.

I corpi idrici di fondovalle sono sostanzialmente in equilibrio nel lungo periodo e il livello piezometrico dei diversi corpi idrici di fondovalle rispecchia le precipitazioni. L’acquifero di Bolzano risente in modo determinante anche dalla portata e alimentazione dell’Isarco.

Misure per garantire uno sviluppo sostenibile

Per mantenere l’attuale stato chimico e quantitativo “buono” delle acque sotterranee, il Piano di tutela delle acque prevede varie misure. Per quanto riguarda lo stato quantitativo, si dovranno intraprendere fin da subito misure di risparmio idrico, per mantenere il livello delle acque sotterranee in equilibrio, alla luce dell’evidente cambiamento climatico che potrebbe portare in futuro a periodi di siccità prolungati e quindi ad una diminuzione dei livelli delle falde acquifere.

Per quanto riguarda lo stato chimico, si dovrà intensificare il monitoraggio anche in relazione alle modifiche dell’uso del suolo. Va aumentato il numero di campionamenti dei parametri chimici in alcuni punti di controllo rivelati più sensibili al fine di poter reagire tempestivamente in caso di aumentati carichi di nitrati o presenza di prodotti fitosanitari. In agricoltura si dovrà ridurre o limitare la distribuzione di azoto e l’uso di fitofarmaci per non compromettere le riserve idropotabili.

Osservazioni entro il 21 giugno

La procedura d‘approvazione del Piano di tutela delle acque, avviata di recente, è stata bloccata a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Le osservazioni dei cittadini e dei portatori d’interesse riguardo al Progetto di Piano possono dunque essere presentate ai Comuni o all’Agenzia provinciale per l’ambiente e la tutela del clima entro il 21 giugno 2020, salvo che nel frattempo non vengano stabilite ulteriori sospensioni.

La sospensione della procedura di approvazione è stata disposta con decreto del Direttore generale della Provincia del 19 marzo con la quale sono stati sospesi di fatto tutti i termini per i procedimenti amministrativi dal 9 marzo al 31 maggio 2020.

I Comuni, a loro volta, esprimono entro i successivi 60 giorni il loro parere. Dopo il parere del Comitato ambientale provinciale, la bozza del piano di tutela delle acque torna in Giunta provinciale per l’approvazione finale.

Tutti i documenti riferiti alla bozza di Piano di tutele delle acque sono disponibili sul portale web della Provincia dedicato all’ambiente nella sezione Piano tutela acque.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Alto Adige11 ore fa

PNRR: linee guida per la riorganizzazione dell’assistenza sanitaria

Alto Adige12 ore fa

La rete del trasporto pubblico diventa più fitta: i nuovi orari in vigore da domenica 11 dicembre

Ambiente Natura12 ore fa

Il centro di riciclaggio di Termeno verrà spostato in una nuova sede fuori dal centro abitato

Alto Adige12 ore fa

Autobus transfrontaliero da Malles a Val Monastero: la Giunta provinciale ha prorogato per un altro anno l’accordo per il servizio

Alto Adige12 ore fa

Ponte dell’Immacolata, traffico e neve: appello dell’assessore Schuler

Politica12 ore fa

Fugatti: grazie all’unità tra Trento e Bolzano otteniamo risultati importanti per il nostro territorio

Musica12 ore fa

Concerto di Natale: «Merano Pop Symphony Orchestra & Red Canzian»

Sport13 ore fa

FC Südtirol: infrasettimanale in casa del Genoa

Val Pusteria13 ore fa

Ancora una volta viene penalizzata la classe media

Vita & Famiglia13 ore fa

LGBT. Pro Vita Famiglia: UE vuole imporre l’utero in affitto

Scienza e Cultura13 ore fa

L’importanza dei microrganismi per la biodiversità

Alto Adige15 ore fa

A22: via libera del Ministero per 7,5 miliardi di euro di investimenti

Italia ed estero18 ore fa

Terribili minacce di morte contro la Premier Meloni: “Se togli il reddito di cittadinanza ammazzo te e tua figlia”

Italia ed estero19 ore fa

Droni ucraini colpiscono basi aeree russe, Cremlino: “Reagiremo agli attacchi”

Arte e Cultura20 ore fa

Storia e tradizione del mito di San Nicolò

Bolzano2 settimane fa

Tragico incidente a Bolzano: donna muore investita da un camion

Ambiente Natura3 settimane fa

Zone a rischio: due terzi dei Comuni dotati di un piano valido

Bolzano3 settimane fa

Bolzano: sanzionate due discoteche per irregolarità

Bolzano2 settimane fa

Ennesimo incidente grave in piazza Mazzini: Fratelli d’Italia aveva già segnalato la pericolosità dell’incrocio

Alto Adige1 settimana fa

Il Servizio strade è pronto per le imminenti nevicate

Alto Adige4 settimane fa

Escursioniste incontrano un branco di lupi in Val d’Ultimo: li allontana solo l’arrivo dell’elicottero

Bressanone2 settimane fa

Bressanone: 229 tonnellate di indumenti usati all’anno sono troppe per indumenti di qualità

Alto Adige1 settimana fa

La Provincia cerca ispettori amministrativi, domande entro il 20 dicembre

Bolzano2 settimane fa

Maxi operazione antidroga della Squadra Mobile: 25 arresti -IL VIDEO

Bolzano1 settimana fa

Inquinamento, dal 1 gennaio 2023 a Bolzano scattano i divieti anche per i diesel Euro 3

Bolzano4 giorni fa

Bolzano: arrestato sul treno un giovane per furto aggravato

Alto Adige1 settimana fa

Bonus bollette: domande dal 1° dicembre 2022 sino al 31 marzo 2023

Bolzano7 giorni fa

Bolzano, individuato il ladro di abiti firmati grazie alle telecamere: espulso un tunisino irregolare

Bolzano3 giorni fa

Bolzano: arrestati un moldavo e un italiano per spaccio di stupefacenti

Politica2 settimane fa

Violenza tra minori, revocare gli alloggi sociali in conseguenza di reati che destano allarme sociale, mozione di Galateo (FdI) in Provincia

Archivi

Categorie

di tendenza