Connect with us

Ambiente Natura

Qualità dell’aria: dati in leggero miglioramento nel 2019

Pubblicato

-

L’assessore provinciale all’ambiente Giuliano Vettorato e il direttore del Laboratorio analisi aria e radioprotezione dell’Agenzia provinciale per l’ambiente e la tutela del clima, Luca Verdi, hanno presentato oggi, 2 marzo, un primo bilancio dei dati della qualità dell’aria registrati durante l’anno appena conclusosi.

I dati provengono dalle stazioni fisse e dai campionatori facenti parte della rete di misurazione gestita dal Laboratorio analisi aria e radioprotezione.

Nel 2019, in provincia di Bolzano la situazione della qualità dell’aria è sostanzialmente buona ad eccezione dell’NO2 che però fa registrare un lieve miglioramento rispetto all’anno precedente.

Pubblicità
Pubblicità

Permangono i problemi con il valore obiettivo del Benzo[a]pirene, valore particolarmente alto nelle località di fondo valle in cui vi è un diffuso utilizzo di piccoli impianti a legna alimentati manualmente.

Il leggero miglioramento dei dati del 2019 non deve farci abbassare la guardia – sottolinea Vettorato – abbiamo ancora diffusi e evidenti superamenti per il biossido di azoto. Le condizioni meteo sono state favorevoli, ma dobbiamo continuare a perseguire politiche virtuose e all’insegna della mobilità sostenibile. Questo è un impegno sia per la Provincia che per i Comuni”.

Polveri fini (PM10 e PM2,5) e Benzo[a]pirene

In Provincia di Bolzano, i valori limite del PM10 vengono rispettati già dal 2007 (13 anni) e i valori delle medie annuali registrate da due anni a questa parte sono anche conformi ai valori consigliati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Per quanto riguarda il PM2,5, le medie annuali sono decisamente inferiori al valore limite, ma non ancora conformi ai valori consigliati dall’OMS. Tuttavia, in molte realtà si registra un valore medio annuo del B[a]P (benzoapirene, un inquinante cancerogeno) al di sopra del valore obiettivo fissato dalla normativa europea e nazionale.

Biossido di azoto (NO2), lieve miglioramento nel 2019

Nella nostra Provincia registriamo ormai da molti anni un costante superamento dei 40 microgrammi/m3 che costituiscono il valore limite annuali dell’NO2.

Abbiamo registrato superamenti vicino all’autostrada A22 e presso le strade più trafficate dei maggiori centri urbani come Bolzano, Merano, Bressanone e Laives, dove, in aggiunta al traffico, si verifica il cosiddetto effetto canyon – spiega Luca Verdi, direttore del Laboratorio Analisi aria e radioprotezione – una particolare configurazione degli edifici lungo alcune strade cittadine, come ad esempio via Roma a Bolzano, che tende a far sì che gli inquinanti si concentrino negli strati più bassi dell’atmosfera ostacolando il ricambio dell’aria”.

Negli ultimi anni si è potuto però registrare un progressivo calo delle concentrazioni di NO2 che nel 2018 e 2019 si è fatto più evidente anche grazie a degli inverni particolarmente caldi e ventosi.

Impegno per la qualità dell’aria

Per l’assessore provinciale Giuliano Vettorato sono soprattutto necessarie misure in favore della mobilità sostenibile (bus, bici, e-mobility) quali chiave per migliorare la qualità dell’aria.

Il rinnovo del parco macchine dei mezzi di trasporto pubblico è altrettanto importante nonché l’ampliamento della flotta di mezzi a idrogeno.

Da parte sua la Provincia in collaborazione con l’Agenzia per l’ambiente e la tutela del clima, quali misure accompagnatorie, hanno avviato una serie di campagne, “perché da una corretta informazione – sottolinea Vettorato – possiamo davvero limitare le emissioni inquinanti”.

Tra gli esempi concreti c’è la campagna “Riscaldare con la legna… ma beneHeizen mit Holz….aber richtig!“, per una corretta gestione manuale delle piccole stufe e dei caminetti a legna, ha spiegato Georg Pichler, direttore dell’Ufficio aria e rumore.

Alle iniziative informative della campagna, abbinate a dimostrazioni pratiche in piazza di gestione delle stufe a legna nel periodo 2017-2020 hanno aderito 22 Comuni per un totale di 3150 persone partecipanti.

Le iniziative di sensibilizzazione pensate per le scuole all’interno della medesima campagna hanno visto una buone partecipazione.

Tra il 2017 e il 2020 51 classi per complessivi 1000 alunni hanno partecipato al progetto “Lebensmittel Luft“, mentre sono state 101 classi per un totale di 1702 alunni a seguire il progetto “Feuer frei mit Fritz“.

Lo scorso mese di novembre l’Agenzia provinciale per l’ambiente e la tutela del clima, in collaborazione con l’Agenzia di stampa e comunicazione, ha lanciato la campagna “Save the Air – Insieme per un’aria migliore“, con la quale si intende sensibilizzare i cittadini a modificare l’atteggiamento verso la mobilità quotidiana preferendo andare a piedi, o l’uso del bus e della bici fornendo così il proprio contributo per migliorare la qualità dell’aria.

Sul canale Youtube è possibile visionare il relativo video.

Tutti i dati riferiti alla qualità dell’aria possono essere consultati sul portale della Provincia nel settore ambiente sotto aria .

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]
  • La Nasa riprogramma la strada verso la Luna testando “il razzo più potente di sempre”
    Dopo l’ultima missione di Apollo del 1972, l’agenzia aerospaziale americana Nasa si prepara a riportare l’uomo sulla Luna, testando nel deserto di Utah quello che ha definito “ il razzo più potente di sempre”, lo Space Launch System. Questo razzo farà parte della missione Artemide che in un solo lancio riuscirà a portare l’equipaggio insieme […]
  • Petit Pli: il vestito che cresce insieme ai bambini
    I bambini crescono rapidamente e spesso i loro vestitini hanno vita molto breve diventando stretti o troppo piccoli. Un’ulteriore costo che incide sulle tasche delle famiglie e dell’ambiente. A risolvere questo problema ci ha pensato il designer Ryan Yasin attraverso dei tessuti elastici che adattandosi perfettamente al corpo riescono a coprire ben 6 differenti taglie. […]
  • Scuole sanificate con robot a raggi UV: in Gran Bretagna le scuole sono a prova di virus
    Mentre in Italia ci si interroga ancora su come e quando aprire le scuole in vista dei rientri in classe degli studenti, in alcuni Istituti della Gran Bretagna anche la robotica entra in servizio per accelerare e favorire il rientro in sicurezza di bambini e ragazzi. Infatti, nelle ultime settimane per rendere tutte le superfici […]
  • Arriva la mascherina dotata di purificatore d’aria inossidabile
    L’arrivo dell’autunno e il possibile aumento dei contagi dimostra che l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale, primo fra tutti l’utilizzo della mascherina, rimarrà in vigore ancora per un tempo ancora non del tutto definito. Per questo motivo, arriva un’alternativa alle mascherine usa e getta dotata di purificatore d’aria inossidabile. La nuovissima “Puricare Wearable Air Purifier” […]

Categorie

di tendenza