Connect with us

Ambiente Natura

Qualità dell’aria: dati in leggero miglioramento nel 2019

Pubblicato

-

L’assessore provinciale all’ambiente Giuliano Vettorato e il direttore del Laboratorio analisi aria e radioprotezione dell’Agenzia provinciale per l’ambiente e la tutela del clima, Luca Verdi, hanno presentato oggi, 2 marzo, un primo bilancio dei dati della qualità dell’aria registrati durante l’anno appena conclusosi.

I dati provengono dalle stazioni fisse e dai campionatori facenti parte della rete di misurazione gestita dal Laboratorio analisi aria e radioprotezione.

Nel 2019, in provincia di Bolzano la situazione della qualità dell’aria è sostanzialmente buona ad eccezione dell’NO2 che però fa registrare un lieve miglioramento rispetto all’anno precedente.

Permangono i problemi con il valore obiettivo del Benzo[a]pirene, valore particolarmente alto nelle località di fondo valle in cui vi è un diffuso utilizzo di piccoli impianti a legna alimentati manualmente.

Il leggero miglioramento dei dati del 2019 non deve farci abbassare la guardia – sottolinea Vettorato – abbiamo ancora diffusi e evidenti superamenti per il biossido di azoto. Le condizioni meteo sono state favorevoli, ma dobbiamo continuare a perseguire politiche virtuose e all’insegna della mobilità sostenibile. Questo è un impegno sia per la Provincia che per i Comuni”.

Polveri fini (PM10 e PM2,5) e Benzo[a]pirene

In Provincia di Bolzano, i valori limite del PM10 vengono rispettati già dal 2007 (13 anni) e i valori delle medie annuali registrate da due anni a questa parte sono anche conformi ai valori consigliati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Per quanto riguarda il PM2,5, le medie annuali sono decisamente inferiori al valore limite, ma non ancora conformi ai valori consigliati dall’OMS. Tuttavia, in molte realtà si registra un valore medio annuo del B[a]P (benzoapirene, un inquinante cancerogeno) al di sopra del valore obiettivo fissato dalla normativa europea e nazionale.

Biossido di azoto (NO2), lieve miglioramento nel 2019

Nella nostra Provincia registriamo ormai da molti anni un costante superamento dei 40 microgrammi/m3 che costituiscono il valore limite annuali dell’NO2.

Abbiamo registrato superamenti vicino all’autostrada A22 e presso le strade più trafficate dei maggiori centri urbani come Bolzano, Merano, Bressanone e Laives, dove, in aggiunta al traffico, si verifica il cosiddetto effetto canyon – spiega Luca Verdi, direttore del Laboratorio Analisi aria e radioprotezione – una particolare configurazione degli edifici lungo alcune strade cittadine, come ad esempio via Roma a Bolzano, che tende a far sì che gli inquinanti si concentrino negli strati più bassi dell’atmosfera ostacolando il ricambio dell’aria”.

Negli ultimi anni si è potuto però registrare un progressivo calo delle concentrazioni di NO2 che nel 2018 e 2019 si è fatto più evidente anche grazie a degli inverni particolarmente caldi e ventosi.

Impegno per la qualità dell’aria

Per l’assessore provinciale Giuliano Vettorato sono soprattutto necessarie misure in favore della mobilità sostenibile (bus, bici, e-mobility) quali chiave per migliorare la qualità dell’aria.

Il rinnovo del parco macchine dei mezzi di trasporto pubblico è altrettanto importante nonché l’ampliamento della flotta di mezzi a idrogeno.

Da parte sua la Provincia in collaborazione con l’Agenzia per l’ambiente e la tutela del clima, quali misure accompagnatorie, hanno avviato una serie di campagne, “perché da una corretta informazione – sottolinea Vettorato – possiamo davvero limitare le emissioni inquinanti”.

Tra gli esempi concreti c’è la campagna “Riscaldare con la legna… ma beneHeizen mit Holz….aber richtig!“, per una corretta gestione manuale delle piccole stufe e dei caminetti a legna, ha spiegato Georg Pichler, direttore dell’Ufficio aria e rumore.

Alle iniziative informative della campagna, abbinate a dimostrazioni pratiche in piazza di gestione delle stufe a legna nel periodo 2017-2020 hanno aderito 22 Comuni per un totale di 3150 persone partecipanti.

Le iniziative di sensibilizzazione pensate per le scuole all’interno della medesima campagna hanno visto una buone partecipazione.

Tra il 2017 e il 2020 51 classi per complessivi 1000 alunni hanno partecipato al progetto “Lebensmittel Luft“, mentre sono state 101 classi per un totale di 1702 alunni a seguire il progetto “Feuer frei mit Fritz“.

Lo scorso mese di novembre l’Agenzia provinciale per l’ambiente e la tutela del clima, in collaborazione con l’Agenzia di stampa e comunicazione, ha lanciato la campagna “Save the Air – Insieme per un’aria migliore“, con la quale si intende sensibilizzare i cittadini a modificare l’atteggiamento verso la mobilità quotidiana preferendo andare a piedi, o l’uso del bus e della bici fornendo così il proprio contributo per migliorare la qualità dell’aria.

Sul canale Youtube è possibile visionare il relativo video.

Tutti i dati riferiti alla qualità dell’aria possono essere consultati sul portale della Provincia nel settore ambiente sotto aria .

NEWSLETTER

Archivi

  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]

Categorie

di tendenza