Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Alto Adige

Ruba un cellulare a Trento e prende a calci pugni e sassate gli agenti della Squadra Mobile di Bolzano, arrestato un 30 enne africano

Pubblicato

-

Nei giorni scorsi, personale della Squadra Mobile della Questura di Bolzano, su richiesta della Squadra Mobile di Trento, si portava sulla Strada Statale 12, nei pressi dello svincolo di Pineta di Laives. In una zona boschiva adiacente, era stato localizzato grazie al Gps uno smartphone provento di un furto commesso qualche ora prima a Trento.

Durante le operazioni di ricerca, il personale rintracciava un cittadino centrafricano di 30 anni, con precedenti di polizia a carico.

L’uomo, vistosi scoperto dall’arrivo degli Agenti della Mobile, che si erano qualificati, esibendo placca e tesserino di riconoscimento ha cominciato ad innervosirsi. Improvvisamente lo straniero aggrediva i carabinieri prima con alcuni pugni e poi anche con una grossa pietra.

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

L’aggressore veniva comunque bloccato, anche grazie all’intervento di una pattuglia della Squadra Volante, giunta in aiuto ai colleghi.

La successiva attività di perquisizione personale consentiva il recupero, oltre che del cellulare oggetto di ricerca, anche di un ciclomotore e di un portafoglio di provenienza furtiva.

Al termine delle attività, il cittadino straniero veniva dichiarato in arresto per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e ricettazione e associato presso la locale Casa Circondariale a disposizione dell’A.G. Degli Agenti intervenuti, uno riportava lesioni giudicate guaribili in 10 giorni, altri due in 5 giorni.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza