Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Benessere e Salute

Verso la figura dello psicologo di base, un valore aggiunto

Pubblicato

-

Pubblicità


Pubblicità

Da un po’ di giorni, tra i professionisti del settore sanitario e qualche cittadino attento, si fa un gran parlare di una notizia che, per certi versi, rappresenta un primo possibile passo avanti nella creazione dello psicologo di base.

Per anni tale utile ed innovativa figura è stata sperimentata a livello locale in diverse regioni italiane ma ora, con l’approvazione del cosiddetto “Decreto Calabria”, lo psicologo ha la possibilità di entrare strutturalmente negli studi dei medici di famiglia e dei pediatri di libera scelta. 

Più precisamente il Decreto, licenziato da Palazzo Madama il 19 giugno scorso, prevede che i medici di medicina generale, qualora vogliano ottenere un incremento del numero degli assistiti e/o negoziare specifiche dotazioni strutturali, strumentali e di servizi, debbano organizzarsi in equipe multiprofessionali in cui siano presenti obbligatoriamente anche infermieri e psicologi.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Sembra quindi che ora, con le dovute tempistiche, la palla passi a Regioni ed Enti locali.

Saranno infatti soprattutto loro, attraverso gli accordi con i rappresentanti delle varie categorie professionali, a far funzionare praticamente la norma e a reperire finanziamenti per questa intelligente opportunità di tutela e promozione della salute pubblica, e questo perché ad oggi il Decreto prevede che l’operazione avvenga senza ulteriori oneri a carico dello Stato.

Preme però sottolineare – spiega il neuro psicologo Michele Piccolin – come tali finanziamenti rappresentino un sicuro investimento, piuttosto che una mera voce di costo, e questo in base anche ai più recenti rilevamenti statistici che individuano un trend crescente per il disagio e la malattia psichica nel nostro paese.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Trascurare questo tipo di segnali porta con sé un futuro carico di effetti negativi sul benessere e sulla qualità della vita della popolazione, effetti che esigono poi un aumento dei costi in altre aree di funzionamento del sistema paese quali quella sanitaria, quella produttiva, quella della sicurezza e quella dello sviluppo“.

In questo scenario – ribadisce il dottor Piccolin – le ricerche hanno dimostrato che la cura dei bisogni psicologici dei cittadini riveste un ruolo chiave nella prevenzione di patologie fisiche da stili di vita errati, favorisce la compliance a terapie mediche e aumenta il benessere percepito dai singoli generando effetti positivi in termini di risparmio di spesa sanitaria e sociale e di aumento della produttività“.

Lo psicologo delle cure primarie è quindi quel professionista in grado di affiancare il medico fornendo un primo livello di cure psicologiche, rapidamente accessibili e diffuse, dai costi contenuti, in grado di promuovere salute, benessere e comportamenti positivi, intercettando inoltre quella quota di disagio psicosomatico che, se non correttamente individuata e trattata, produce un aumento dei costi ed un allungamento dei tempi del Servizio Sanitario. 

La sola medicalizzazione o la non accoglienza di istanze e problematiche anche psicologiche espresse dal paziente con patologie a forte coinvolgimento psichico produce infatti una aumento del carico finanziario per il sistema sanità, carico che può essere alleggerito da una corretta presa in carico psicologica del paziente.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Verosimilmente – conclude il dottor Piccolin – sarà necessario un ampio margine temporale durante il quale si auspica l’instaurarsi di una trattativa produttiva, che dovrà essere sapientemente condotta dalle rinnovande Istituzioni degli psicologi, di concerto con associazioni, sindacati di categoria ed enti locali, al fine di sviluppare sinergie e punti di incontro anche tra le posizioni più scettiche e difensive“.

Ora dunque la norma che prevede lo Psicologo negli studi di medicina generale è legge, sarà adesso compito delle trattative tra Regioni, Province, Istituzioni di settore e Associazioni azionarla al meglio, per la salute degli abitanti come anche per favorire l’operato congiunto e collaborativo di medici e psicologi.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Vita & Famiglia4 settimane fa

Peppa Pig. Pro Vita Famiglia: RAI non trasmetta episodio con “due mamme”

Bolzano3 settimane fa

Giorgia Meloni sabato pomeriggio a Bolzano

Italia ed estero3 settimane fa

Morta la regina Elisabetta, aveva 96 anni. Fine del regno più lungo della storia

Bolzano4 settimane fa

Benno Neumair in aula: tanta arroganza e poca chiarezza

Alto Adige4 settimane fa

Sanità: formati dodici nuovi medici di medicina generale

Merano4 settimane fa

Il Vice Questore aggiunto Carlo Casaburi è il nuovo dirigente del Commissariato di P.S. di Merano

Bolzano4 settimane fa

Bolzano, arrestato dalla Squadra Mobile un rapinatore seriale

Laives3 settimane fa

Tragico scontro auto – moto che prendono fuoco, due morti

Val Pusteria4 settimane fa

Incidente in moto nel tardo pomeriggio di ieri sulla strada tra Brunico e Falzes

Bolzano5 giorni fa

Bolzano, pessime condizioni igienico sanitarie e presenza di stupefacenti: disposta la chiusura del “Bar Ristoro Baccio” in via Milano

Bolzano4 settimane fa

Furto del monopattino elettrico, subito individuati dalla Polizia di Stato ladro e ricettatore

Bolzano4 settimane fa

Minacce di morte in una lettera anche ad Alessandro Urzì e Alessia Ambrosi

Merano4 settimane fa

L’ex magistrato Gherardo Colombo e il collettivo Guerrilla Spam protagonisti del secondo appuntamento di Generazioni 2022

Bolzano3 settimane fa

Buoni pasto COVID-19 indebitamente percepiti: i Carabinieri sanzionano più di 300 persone

Alto Adige4 settimane fa

Comunità energetiche, forma innovativa di cooperazione

Archivi

Categorie

di tendenza