Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Politica

Visite sportive post Covid, Urzì: “Tempi ancora lunghi ma accolte le mie richieste”

Pubblicato

-


I tempi di attesa per una visita sportiva post covid (obbligatoria) in Alto Adige sono attualmente nell’ordine dei due mesi. Di conseguenza un atleta che contrae il virus anche in forma leggera o addirittura asintomatica, e che per il protocollo della Federazione medico sportiva potrebbe tornare ad allenarsi ed a gareggiare già dopo sette giorni, per ulteriori due mesi dovrà invece stare ancora lontano dai campi da gioco, compromettendo di fatto la stagione sportiva.

Il dato lo fornisce il Presidente della Provincia ed assessore in pectore anche alla Sanità (oltre che allo sport) Arno Kompatscher in risposta ad un’interrogazione del consigliere provinciale Alessandro Urzì, che si era attivato dopo le numerose segnalazioni giunte dal mondo sportivo altoatesino.

Le alte incidenze di atleti positivi negli ultimi mesi – scrive il presidente Kompatscher nella risposta –  soprattutto nella fascia adolescenti/giovani, hanno comportato ad un incremento notevole di richiesta, quasi un raddoppio di visite da ripetere (la maggior parte degli atleti aveva conseguito il certificato di idoneità negli ultimi 6 – 8 mesi), per cui i tempi di attesa sono saliti dalle 2-3 settimane agli attuali 2 mesi. Questo fatto viene confermato anche dai medici privati accreditati in Provincia che risultano avere anche loro attualmente tempi di attesa simili. Inoltre, ci provengono richieste per visita da altre Province (Trentino) che si trovano nelle stesse condizioni con liste di attesa lunghe”.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Nella sua interrogazione il consigliere Urzì ha sollecitato la Giunta provinciale ad attivarsi urgentemente per risolvere la problematica segnalata, al fine di permettere agli sportivi altoatesini di poter riprendere la pratica sportiva senza ulteriori interruzioni. Il riscontro è stato positivo.

Per affrontare questo problema – scrive infatti  il Presidente della Provincia –  la Direzione generale ha accolto ed approvato la richiesta di un aumento di organico per la Medicina dello Sport di due medici, mentre ai medici già in servizio presso l’Azienda, è stata concessa dalla Direzione generale l’autorizzazione a ore e prestazioni aggiuntive. Inoltre, è stato fatto dell’Azienda sanitaria, un avviso per contratti a convenzione (temporanei) con medici specialisti privati”.

Cauto ottimismo da parte di Urzì: “La Provincia va nella direzione da noi auspicata, ovvero nel potenziamento del servizio tramite l’assunzione di nuovi medici e la convenzione con le cliniche private, ma allo stato attuale  (il dato è di questi giorni) i tempi di attesa restano inaccettabili e condannano molti ragazzi, che già hanno sofferto per l’impossibilità di praticare l’attività sportiva durante i lockdown, ad un ulteriore stop che andava in ogni maniera scongiurato”.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Alto Adige4 settimane fa

Incidente sul lavoro, travolto dal suo trattore: è morto Remo Rossi a 64 anni

Alto Adige4 settimane fa

Referendum sulla democrazia diretta: il no stravince con il 76% dei voti

Bolzano4 settimane fa

Tamponamento nella notte in A22: più veicoli coinvolti

Politica4 settimane fa

Referendum, Urzì: sopravvive anche la clausola di garanzia per Bolzano e Laives voluta da Fdi, sconfitta di Svp/Lega/FI

Bolzano2 settimane fa

Incendio in centro a Bolzano: rogo causato dal malfunzionamento di una lavatrice

Bolzano4 settimane fa

Appiano, incidente tra due veicoli all’uscita della Mebo: una donna incastrata tra le lamiere

Bolzano2 settimane fa

Tragico scontro frontale in A 22, muore una donna bolzanina 77 enne. Gravi il marito e un bambino di 10 anni

Alto Adige3 settimane fa

Gli ospedali dell’Alto Adige sono ora cliniche universitarie

Alto Adige2 settimane fa

Rimorchio si stacca dal camion e blocca la strada del Renon

Bolzano4 settimane fa

Drammatico incidente in A22, muore 36 enne residente a Bolzano

Alto Adige3 settimane fa

Ponte di Pentecoste: arrestati due stranieri, una denuncia e centinaia di verifiche durante i controlli del Commissariato di P.S. di Brennero

Alto Adige4 settimane fa

Auto esce di strada e finisce in una scarpata: una persona viene trasportata in ospedale

Italia ed estero4 settimane fa

Codici: dietrofront di Costa sulle regole di imbarco, ora proceda anche a risarcire i crocieristi

Merano3 settimane fa

Auto esce di strada e si ribalta su un sentiero forestale: una persona all’ospedale in gravi condizioni

Alto Adige4 settimane fa

Il Gruppo Volontarius cerca volontari per l’Emporio solidale di Piazza Mazzini a Bolzano ed a Merano

Archivi

Categorie

di tendenza