Connect with us

uncategorized

Zona sciistica Monte Cuzzo, ok ad ampliamento su area Klein-Gitsch

Pubblicato

-

Gli interventi integrativi previsti per lo sviluppo delle zone sciistiche Monte Cuzzo e Valles nel comune di Rio Pusteria sono stati presi in esame dalla Giunta provinciale nella seduta di oggi (10 settembre) e approvati con determinate condizioni.

La società gestrice degli impianti Gitschberg Jochtal S.p.A. prevede di sostituire la sciovia esistente “Mitterwiese” con una cabinovia ad agganciamento automatico e allo stesso tempo di ampliare la zona sciistica di Monte Cuzzo sull’area Klein-Gitsch, sul Piccolo Monte Cuzzo. Inoltre, sono previste tre nuove piste di collegamento.

Approvazione con prescrizione

Pubblicità
Pubblicità

L’approvazione da parte della Giunta provinciale degli interventi integrativi indicati in uno studio di fattibilità è collegata alla prescrizione che per la progettazione della stazione a monte dell’impianto di risalita “Kleingitsch” sia richiesto un parere al Comitato provinciale per la cultura architettonica e il paesaggio.

La consulenza da parte degli esperti del comitato nella fase di progettazione contribuisce ad incentivare, infatti, il livello qualitativo degli interventi nel paesaggio e, quindi, la sua maggior tutela. “Con questa prescrizione teniamo conto delle osservazioni espresse dal Comitato ambientale in riferimento a questo ambito”, sottolinea l’assessora provinciale competente Maria Hochgruber Kuenzer.

Pareri contrastanti, valutazione autonoma

Lo studio di fattibilità con gli interventi integrativi riferiti allo sviluppo delle zone sciistiche Monte Cuzzo e Valles nel comune di Rio Pusteria era stato approvato dal Consiglio comunale una prima volta nel 2017 e, dopo le osservazioni della sezione di Bressanone dell’Alpenverein Südtirol AVS, una seconda volta nel marzo 2018.

La valutazione strategico-territoriale di fattibilità degli interventi integrativi alla zona sciistica del dicembre 2018 era risultata positiva in particolare per quanto attiene le considerazioni socio-economiche degli interventi. Infatti, l’area in questione interessa 4 comuni e circa 300 aziende ricettive, che grazie agli interventi integrativi potrebbero mantenere l’offerta.

Per quanto riguarda l’impatto ambientale degli interventi, nell’aprile 2019 il Comitato ambientale aveva espresso parere negativo; le soluzioni riferite all’area della stazione a monte Klein-Gitsch erano state considerate in modo particolarmente critico.

In presenza di pareri discordanti, la Giunta provinciale pertanto oggi, ha fatto una valutazione autonoma degli aspetti positivi e negativi ed è arrivata alla conclusione che prevalgono le considerazioni socioeconomiche. Si tratta infatti di una stazione sciistica adatta alle famiglie e localizzata in periferia. Senza possibilità di sviluppo sussisterebbe il pericolo che sia i residenti che gli ospiti opterebbero per altre stazioni sciistiche.

Pubblicità
Pubblicità

uncategorized

Controlli antidroga a Bolzano: sequestrate cocaina e marijuana

Pubblicato

-

Un 36enne albanese, noto alle forze dell’ordine, è stato denunciato per possesso di stupefacenti ai fini di spaccio.

Fermato dai militari dell’Arma con un grammo di cocaina in tasca e successivamente controllato con una perquisizione che si è estesa anche alla sua abitazione, l’uomo ha ammesso di possedere altra droga.

Nell’appartamento sono stati trovati  due involucri di nylon contenenti un totale di circa 25 grammi di cocaina e un bilancino di precisione.

Pubblicità
Pubblicità

Il materiale è stato sequestrato e la droga è stata trasmessa al Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti di Laives per l’esame qualitativo.

Sempre a Bolzano i Carabinieri hanno invece controllato nei pressi della stazione ferroviaria, in tre diversi momenti, un 30enne inglese, un tunisino di 23 anni e un gambiano di 20.

Tutti sono stati sorpresi con delle dosi di marijuana e segnalati come consumatori.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

uncategorized

Concorsi, due posti per ispettore del lavoro e tecnico antincendio

Pubblicato

-

La Provincia di Bolzano ha pubblicato due bandi di concorso per l’assunzione a tempo indeterminato di due figure professionali: si tratta di un ispettore del lavoro (VII qualifica funzionale) e di un tecnico antincendio (VI qualifica funzionale). Nel primo caso si tratta di un posto con contratto a tempo pieno, ovvero di 38 ore settimanali, mentre nel secondo caso il contratto è part-time, per la precisione di 28 ore settimanali.

Entrambi i posti sono riservati al gruppo linguistico tedesco (anche il ladino per il tecnico antincendio), ma al concorso possono partecipare anche gli appartenenti al gruppo linguistico italiano in modo da poter entrare nelle graduatorie degli idonei. Modulistica e informazioni dettagliate a disposizione sul portale web della Provincia dedicato al personale nella sezione concorsi per il personale amministrativo.

Per quanto riguarda l’ispettore del lavoro, che sarà operativo presso la sede di Bolzano della Ripartizione lavoro, i partecipanti al bando devono essere in possesso della laurea almeno triennale in ingegneria e dell’attestato di bilinguismo C1 (ex patentino A). Le candidature devono essere presentate presso l’Ufficio assunzioni personale di via Renon 13, a Bolzano, entro le ore 12 di lunedì 7 ottobre 2019(martina.coviello@provincia.bz.it – 0471412153).

Pubblicità
Pubblicità

Per il tecnico antincendio dell’Agenzia per la protezione civile (sede di lavoro Bolzano), i requisiti per partecipare al concorso sono la maturità ottenuta presso gli istituti tecnici per geometri, industriale o agrario, oppure presso l’istituto professionale per l’industria e l’artigianato.

Ai candidati, inoltre, viene richiesto l’attestato di bilinguismo B2 (ex patentino B). Le domande devono essere presentate entro le ore 12 di venerdì 27 settembre 2019 presso l’Ufficio assunzioni personale di via Renon 13, a Bolzano (maddalena.pegolo@provincia.bz.it – 0471412106).

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

uncategorized

Nuova Commissione europea, Dorfmann: “Bene le nomine di Hahn e Gentiloni”

Pubblicato

-

L’europarlamentare sudtirolese Herbert Dorfmann si rallegra della nomina di Johannes Hahn a Commissario europeo al Bilancio: “Johannes Hahn conosce e apprezza la nostra terra. Già negli ultimi anni si è dimostrato un interlocutore affidabile all’interno della Commissione”.

Il Bilancio è una delle competenze principali nel nuovo esecutivo europeo.

L’erede del posto che nella passata legislatura fu di Günther Oettinger diventa di diritto uno dei membri più importanti della nuova Commissione. Soprattutto ora che ci apprestiamo a negoziare quante risorse europee saranno allocate al settore agricolo, alla tutela delle nostre frontiere, alla ricerca e a tanti altri settori”, spiega Dorfmann.

Pubblicità
Pubblicità

Johannes Hahn è membro del Partito popolare austriaco (Övp), è stato nella scorsa legislatura Commissario all’Allargamento, e oggi viene proposto dalla nuova presidente della Commissione, Ursula von der Leyen, come Commissario al Bilancio.

Ribadisce Dorfmann: “Ho un buon feeling con Johannes Hahn. Lui conosce molto bene la nostra terra, dove viene con regolarità, come nel caso dell’ultima Assemblea federale dell’Svp a Merano”.

Con altrettanto ottimismo Dorfmann valuta la nomina dell’ex presidente del Consiglio italiano Paolo Gentiloni a Commissario agli Affari economici: “Paolo Gentiloni dovrà impegnarsi affinché l’Italia torni a giocare un ruolo importante in Europa. È la prima volta nella storia che all’Italia va il Commissario agli Affari economici.

La nomina di Gentiloni mostra che la nuova Commissione europea è interessata ad avere un buon rapporto con il nuovo governo italiano e che è disponibile ad affrontare la richiesta italiana di una rielaborazione del pacchetto di stabilità. Ora il dossier è in mano a Gentiloni”.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza