Connect with us

Politica

Abolizione dei Consigli di quartiere, il brusco dietrofront della Svp

Pubblicato

-

La maggioranza SVP-Lega ha provato ad abolire attraverso la legge di bilancio i consigli di quartiere della città di Bolzano, salvo una loro possibile reintroduzione tramite un voto a maggioranza dei due terzi del Consiglio comunale e conseguenti, successive elezioni circoscrizionali (con annessi costi).

Tentare di abolire i consigli di quartiere a sei mesi dalle elezioni significa non essere riusciti a proporre ed implementare una loro riforma, che invece era stata annunciata. Scegliere la via più semplice evidenzia la mancanza di una politica coraggiosa e lungimirante per la città, che metta i quartieri veramente al centro“.

Così il consigliere del Team K Peter Faistnauer, intervenuto in Consiglio regionale con un emendamento per abrogare il relativo passaggio normativo, poi bocciato dalla maggioranza.

Pubblicità
Pubblicità

“Serve una discussione vera sul futuro dei metodi di partecipazione dei cittadini e sul decentramento e non colpi di mano frettolosi senza un concetto strategico di come avvicinare la cittadinanza alla decisioni che li riguardano”, sostengono Faistnauer e Cologna.

L’SVP smentisce se stessa presentando un emendamento, poi approvato, per “salvare” i consigli di quartiere, riducendo però il numero dei consiglieri ed eliminando gettoni ed indennità.

Questa maggioranza da una parte introduce giustamente la copertura pensionistica per i sindaci, dall’altra pretende che il lavoro nelle circoscrizioni sia però mero volontariato.

Il Team K promuoverà una riforma dei consigli di quartiere, dando il giusto valore e riconoscimento a chi si impegna per la cosa pubblica“, concludono.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza