Connect with us

Bolzano

#AltoAdigesiriparte: domande per aiuto immediato e contributo al canone

Pubblicato

-

La scorsa settimana la Giunta provinciale ha approvato una serie di misure denominate “Aiuto immediato Covid-19” e “Contributo straordinario al canone di locazione e per le spese accessorie – covid19” che hanno lo scopo di fornire un aiuto rapido e non burocratico alle famiglie ed ai cittadini colpiti dalla crisi economica legata al Coronavirus.

Da domani, venerdì 24 aprile 2020, i cittadini possono presentare le loro domande presso i Distretti sociali. Indipendentemente dal giorno di presentazione la domanda è valida per tutto il mese, quindi non è necessario presentare la documentazione immediatamente.

Eravamo consapevoli della necessità di aiutare in maniera rapida e non burocratica la popolazione altoatesina. Per questa ragione per presentare la domanda è necessario compilare un modulo e presentare un’autocertificazione che sostituisce la Dichiarazione unificata di reddito e patrimonio (DURP)” sottolinea l’assessora alle politiche sociali, Waltraud Deeg.

Pubblicità
Pubblicità

Per quanto riguarda la misura “Aiuto immediato Covid-19” si tratta di un importo massimo di 800 euro per ciascuna famiglia che verrà erogato per tre mesi.

Hanno diritto a questo sostegno quei cittadini che, a causa della situazione di emergenza, hanno perso il loro lavoro, hanno dovuto chiudere la loro attività o non hanno potuto avviare la loro attività lavorativa e non ricevono altri sostegni per ovviare alla mancanza di reddito.

La domanda per ottenere questo sostegno potrà essere presentata a partire da domani, venerdì 24 aprile. A questo scopo deve essere compilato un modulo (scaricabile dal sito #AltoAdigesiriparte) che va quindi inviato via email al Distretto sociale competente.

Per ottenere questa misura straordinaria non è necessario presentare la DURP, è sufficiente effettuare un’autocertificazione nel modulo di richiesta.

Il “Contributo straordinario al canone di locazione e per le spese accessorie – covid19” invece mira a sostenere, sempre per un periodo di tre mesi, famiglie e cittadini che hanno in affitto un alloggio ed in questo momento, sempre a causa della situazione di emergenza Coronavirus, hanno perso il lavoro e sono impossibilitati a svolgere la loro attività lavorativa.

Gli importi vanno da 420 sino a 555 euro di contributo per il canone. L’ammontare dipende dal Comune di residenza e dal numero dei componenti del nucleo familiare.

Anche in questo caso si può fare domanda di contributo, a partire da domani 24 aprile, inviando via email al Distretto sociale competente i relativo modulo con una copia della carta d’identità, del contratto di locazione e dell’autocertificazione.

Le stesse condizioni sono previste per il contributo le spese accessorie (importo da 100 a 140 euro) che può essere presentato se si occupa un alloggio di proprietà, in usufrutto o in affitto. Anche per questi contributi straordinari la dichiarazione DURP viene sostituita da un’autocertificazione.

Tutti i moduli per la presentazione delle domande e le informazioni dettagliate sono disponibili da subito nella homepage della rete civica. Vengono inoltre fornite informazioni direttamente dai Distretti sociali dove vanno consegnate le domande.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza