Connect with us

Politica

Bessone ha salutato Bressanone: il commissario della Lega prepara il patto di Giunta

Pubblicato

-

L’incontro decisivo è programmato per giovedì 15 novembre.

Nella sede della Stella alpina a Bolzano si proverà a chiudere il patto per dare vita alla maggioranza.

“Non è necessario un accordo politico complesso per partire, ma si può iniziare a lavorare su una serie di punti”, ha detto il commissario della Lega Massimo Bessone durante la conferenza stampa in cui ha annunciato le sue dimissioni da consigliere comunale.

Pubblicità
Pubblicità

Una sorta di contratto per la Provincia di Bolzano sullo stile di quello romano che ha fatto nascere il governo Lega-5Stelle.

Ieri (13 novembre) l’incontro con Roberto Calderoli e i consiglieri della Lega Vettorato, Vettori e Mattei.

Calderoli, grande conoscitore della situazione politica altoatesina, è intervenuto a supporto dello sviluppo di una strategia per i neo eletti in vista delle trattative con la Svp.

Su questo punto Bessone ha sottolineato che il coordinatore delle segreterie nazionali del Carroccio non incontrerà i vertici della Volkspartei.

Al posto del commissario, in consiglio comunale a Bressanone entra il 22enne Yuri Dianese, di professione impiegato e già membro della commissione Pari Opportunità del Comune.

Nel frattempo, nella Svp rimane da sciogliere il nodo della selezione: proseguire la collaborazione con il Pd, allargando la maggioranza con i Verdi, oppure puntare su una giunta con la Lega sul modello del governo nazionale.

Sembra che il il partito di raccolta dei sudtirolesi abbia per il momento deciso di tenersi aperte entrambe le opzioni.

Giovedì il governatore Arno Kompatscher e il segretario Svp Philipp Achammer incontreranno anche i Verdi, mentre sabato 17 novembre sono in programma un incontro con il Pd e uno congiunto Svp-Pd-Verdi.

 

 

 

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza