Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Merano

Beutel, la confessione: “L’ho uccisa per gelosia”

Pubblicato

-

Pubblicità


Pubblicità

E’ la gelosia il movente che ha portato Johannes Beutel ad uccidere la moglie Alexandra Riffeser ieri mattina nella loro abitazione meranese.

Durante l’interrogatorio reso nelle ultime ore agli inquirenti Beutel avrebbe ammesso le proprie responsabilità, confessando di avere ucciso la compagna.

All’origine della discussione una crisi profonda della relazione tra i due coniugi sfociata nell’aggressione mortale alla donna.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Lei si occupava di artigianato orafo mentre lui lavorava per una ditta di spedizioni in Austria.

Vivevano con due bambine piccole in quel paradiso che oggi si è trasformato in un inferno. Quel pezzo di terra tranquilla, immerso nei vigneti tra Merano e Lagundo, in cui si collocava l’agriturismo di famiglia.

Pochi istanti per un colpo di testa forse dettato dalla paura o da una sorta di egoistica ansia di possesso che troppo spesso muove la mano dei femminicidi.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Addolorati e increduli, i vicini di casa della coppia hanno poca voglia di parlare. Difficile in questi casi esternare la propria costernazione per una tragedia consumata a pochi metri dalla propria abitazione.

La triste statistica sui casi di femminicidio in Alto Adige era stata confermata solo pochi giorni fa dall’Istituto provinciale di statistica Astat che nel contesto dell’indagine sui presidi socio-assistenziali, ha dedicato un approfondimento specifico all’attività delle strutture che assistono le donne in situazione di violenza, ovvero i centri d’ascolto antiviolenza e le case delle donne.

Il quadro che ne è uscito è molto simile a quello dell’anno scorso.

Il fenomeno della violenza sulle donne in Alto Adige si verifica quasi sempre all’interno della famiglia, non cala nei numeri e non si modifica nelle caratteristiche: la maggior parte delle vittime appartiene alla fascia centrale di età (da 30 a 49 anni 59%).

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Il maltrattatore è quasi sempre il partner (56%).

Lo studio Astat 2017

page1image3592966560

 

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Bolzano1 ora fa

Polizia Municipale di Bolzano: sequestro di hashish, oltre a una scacciacani e un bilancino. Un arresto

Ambiente Natura3 ore fa

Colloqui di Dobbiaco. Allevamenti intensivi, alimentazione e riscaldamento globale: la lotta ai cambiamenti climatici si fa in tavola

Scienza e Cultura3 ore fa

Glocal Worm-ing: lombrichi al Museo di Scienze Naturali

Vita & Famiglia4 ore fa

Gender. Sondaggio Pro Vita Famiglia: 80% italiani per libertà educativa. Prossimo Governo difenda famiglia e minori

Politica6 ore fa

26 settembre: tavola rotonda sul futuro della diversità linguistica

Alto Adige7 ore fa

Coronavirus: 5 casi positivi da PCR e 398 test antigenici positivi

Alto Adige7 ore fa

Segnalata «eDreams» all’Antitrust per gli abbonamenti Prime

Alto Adige7 ore fa

Invito del vescovo al voto: partecipazione per una democrazia viva

Alto Adige8 ore fa

Alluvione Marche, pilota di droni altoatesino chiamato per una missione di ricerca persone

Alto Adige9 ore fa

Cucina in fiamme a Caldaro, una persona soccorsa dai sanitari

Bolzano9 ore fa

Bolzano, traffico di droga: arrestato pregiudicato italiano di 62 anni

Arte e Cultura9 ore fa

Bolzano Città della Memoria 2022, «Trasporto 81: un viaggio, un ritorno 1944-1945»

Alto Adige9 ore fa

Polizia di Stato, dalla patente scaduta, alla guida in stato di ebrezza: le attività di contrasto alle condotte illecite nel fine settimana

Arte e Cultura9 ore fa

Religion Today Film Festival 2022: assegnato il «Premio Giovani Città di Bolzano»

Alto Adige9 ore fa

A22, tamponamento tra più veicoli: ferite quattro persone tra cui due donne di 36 e 27 anni

Archivi

Categorie

di tendenza