Connect with us

Merano

Bike Sharing gratuito: il modello meranese piace

Pubblicato

-

Da ottobre, a Merano, è possibile prendere a noleggio – presso quattro postazioni, gratuitamente e 24 ore su 24 -un mezzo a pedali.

Ieri il sindaco di Lana ha incontrato il sindaco di Merano Paul Rösch per raccogliere informazioni più dettagliate sul servizio di bike sharing avviato in città.

Entrambe le amministrazioni comunali stanno elaborando soluzioni per ridurre il traffico veicolare motorizzato.

Pubblicità
Pubblicità

Lana, in particolare,  sta studiando una strategia di bike sharing per collegare meglio il centro alla stazione ferroviaria.

A Merano l’assessorato alla mobilità coordinato da Madeleine Rohrer punta molto progetto Interreg Italia-Svizzera MENTOR, che prevede appunto anche l’attivazione di un servizio di noleggio bici digitale e gratuito e la sperimentazione di un bus elettrico a guida autonoma.

Il sindaco di Lana Stauder si è mostrato positivamente impressionato dalla semplicità di funzionamento del bike sharing meranese.

In piazza della Rena, in piazza del Grano, presso la stazione ferroviaria di Merano e quella di Maia Bassa possono essere prese a noleggio, gratuitamente e 24 ore su 24, 60 city bikes. Al servizio si accede tramite smartphone. Mediante l’applicazione “MOQO Home” è infatti possibile aprire e chiudere i “lucchetti intelligenti” delle bici. Il nuovo bike sharing è parte del progetto Interreg MENTOR“, ha precisato la coordinatrice del progetto Ruth Lochmann.

Il sindaco Paul Rösch ha ribadito il suo entusiasmo per questa nuova proposta.

Le persone voglio essere mobili e raggiungere facilmente il centro città e la bicicletta è il mezzo ideale. Ogni volta che un cittadino o una cittadina sale su una bici e rinuncia a usare la macchina, contribuisce a ridurre il traffico motorizzato. La città deve essere a misura di uomo e di donna e non oncepita e strutturata in funzione del traffico motorizzato individuale. Dobbiamo creare un contesto nel quale gli abitanti e gli ospiti abbiano piacere di spostarsi a piedi o in bici. Così facendo aumenteremo la qualità di vita e renderemo più attraenti i quartieri, il centro centro storico e in definitiva tutta la città. Il servizio di bike sharing è un tessera molto importante nel mosaico della nuova mobilità che vogliamo realizzare“, ha ribadito Rösch.

Questo nuovo servizio di bike sharing è un ulteriore, importante elemento della mobilità in rete. In questo caso mettiamo a disposizione – giorno e notte – mezzi a pedali per brevi e rapidi spostamenti quotidiani o nel tempo libero ampliando le offerte di mobilità a vantaggio di cittadine e cittadini. Una mobilità più efficiente significa meno traffico. Il nostro obiettivo a lungo termine è quello di rendere Merano più ricettiva per forme di mobilità collaborative. Offerte di condivisione, come il progetto carpooling lanciato pochi giorni fa, sono parte di una più ampia strategia che intende soddisfare le esigenze di chi deve compiere percorsi brevi. Le offerte di sharing devono essere contemplate nella pianificazione urbanistica della città, in particolare nell’organizzazione dell’area attorno alla stazione ferroviaria e dell’areale delle caserme. In quest’ottica i 60 mezzi a pedali del bike sharing sono solo un primo passo. Riteniamo che questo servizio possa incontrare il favore degli utenti e che possa essere pertanto progressivamente potenziato nei prossimi anni mettendo a disposizione un numero maggiore di bici e allestendo all’occorrenza anche nuove postazioni“, ha spiegato Rohrer.

Il progetto viene finanziato con i fondi del programma Interreg V-A Italia-Svizzera ed è una delle iniziative previste dal progetto triennale MENTOR, al quale partecipano anche SASA, NOI Techpark e i partner elvetici Postauto e Briga-Glis.

MENTOR mira a testare soluzioni di ‘mobilità come servizio‘ nelle realtà alpine e a promuovere un più agevole e intelligente utilizzo dei mezzi di trasporto pubblici e sostenibili attraverso la condivisione di informazioni in tempo reale.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Coronavirus: Paziente Virtuale evita i test sugli animali
    Grazie alle diverse ricerche ed ai numerosi studi dell’Università di Catania, si rafforza il filo della comunicazione tra il clinico e il laboratorio, dando vita al progetto del Paziente Virtuale. Un progetto completamente italiano che potrebbe finalmente evitare la sperimentazione animale, necessaria per testare farmaci e vaccini anche contro il più recente Coronavirus. Infatti, per […]
  • Sconti e voli gratis ai viaggiatori se bambini piangono o disturbano in aereo, l’idea di una compagnia aerea americana
    Sembra incredibile, ma il binomio aereo – neonato, si posiziona tra i primi posti come motivo di fastidio e disturbo per molti viaggiatori, portando una compagnia area alla decisione di far volare gratis i passeggeri che si trovavano a viaggiare con bambini piangenti a bordo. Ad ovviare questo il problema è JetBlue Airways la compagnia aerea […]
  • Russia registra il primo vaccino al mondo contro il coronavirus
    Dopo mesi di test e di attesa è la Russia a battere tutti e registrare Sputnik il primo vaccino al mondo contro il Coronavirus. Sputnik, il vaccino sviluppato dall’Istituto Gamaleya di Mosca ha ricevuto il via libera dal Ministero della Sanità russo. Citando i media russi, Putin avrebbe rivelato che anche alla figlia è stata […]
  • Piccoli sottomarini privati, il nuovo sogno degli esploratori
    Dalle tranquille avventure sulla superficie dell’acqua all’eccitante esplorazione delle profondità dei fondali marini a bordo dell’ultimo e più sensazionale giocattolo marino: il sottomarino personale. Leggero da trasportare in macchina e comodo da tenere nei garage dei superyatch, il nuovo trend subacqueo prenderà il posto dei numerosi sport d’avventura fin’ora sperimentati. Costruito per esplorare i fondali […]
  • Prima lo adotti poi raccogli i suoi frutti, a Milano nasce la Food Forest, la foresta edibile
    Oltre 2.000 tra piante, ortaggi, piante officinali, alberi, arbusti da frutto e da legno ospitati nel cuore dell’immensa città metropolitana di Milano, con l’obbiettivo di ristabilire il rapporto primitivo tra l’uomo e i prodotti che Madre Natura gentilmente offre. Questo, starà alla base della nuova Food Forest, la foresta edibile  che in autunno prenderà vita all’interno […]
  • Ponte Tibetano e Cascate di Saent: che bella la Val di Rabbi!
    Costruito nel 2016 sopra il torrente Ragaiolo in Val di Rabbi, il ponte tibetano è ormai diventato una tappa fissa per tutti coloro che amano la montagna e la Val di Rabbi. Costruito in ferro e con una pavimentazione di grate di ferro, il ponte tibetano è adatto a grandi e piccini grazie anche alle […]
  • Si allunga la lista delle preziose aree naturali del Pianeta: l’Unesco aggiunge altri 15 Geoparchi da tutelare
    Riconosciuto a livello internazionale come un territorio che possiede un patrimonio geologico particolare e una strategia di sviluppo sostenibile, il Geoparco deve comprendere un certo numero di siti geologici di particolare importanza in termini di rarità, qualità scientifica e rilevanza estetica o valore educativo per essere definito tale. In particolare, si tratta di aree in […]
  • Samsung lancia l’idea: Prevenire gli incidenti grazie ad un camion attrezzato con schermi LCD
    Visibilità azzerata, traffico intenso, grandi mezzi e sorpassi azzardati sono tutti problemi autostradali che potrebbero trovare soluzione grazie ad un “camion trasparente” con grandi schermi LCD: Un‘ idea tanto semplice quanto potenzialmente utile che potrebbe facilitare le manovre di sorpasso dei grandi mezzi riducendo i rischi di incidenti. L’idea è stata presentata da Samsung con […]
  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]
  • Perserverance, la missione Nasa in cerca di vita su Marte
    Fa parte della natura umana esplorare, conoscere e spingersi sempre oltre i limiti terrestri, fino a Marte ad esempio, diventata ormai una delle migliori alternative alla Terra. Trovare tracce di una vita passata o presente sul pianeta rosso, raccogliendo campioni di suolo e studiando la superficie di Marte. Questo è il motivo che ha spinto […]

Categorie

di tendenza