Connect with us

Bolzano

Bolzano, delegazione di CasaPound rende omaggio alla stele dedicata a Norma Cossetto

Pubblicato

-

Nel 77mo anniversario dalla morte e nel centenario dalla nascita, la memoria di Norma Cossetto è stata onorata anche a Bolzano. Come ogni anno, anche in questo 2020 una nutrita schiera di rappresentanti di Casapound ha reso omaggio alla stele commemorativa posizionata nel passaggio fra Via del Ronco e Via Gutenberg, a ridosso del parco giochi.

Un minuto di silenzio e la deposizione di tre rose per una giovane diventata simbolo di tutte le donne vittima della violenza politica e non solo. Nella notte tra il 4 e il 5 Ottobre 1943, per mano dei partigiani jugoslavi, la giovane studentessa universitaria istriana, nata a Santa Domenica di Visinata il 17 maggio 1920, moriva dopo indicibili violenze. Il corpo senza vita recuperato dalle profondità di una Foiba.

Medaglia d’Oro al Merito Civile attribuita nel 2005 dal Presidente della Repubblica Ciampi con la seguente menzione “Giovane studentessa istriana, catturata ed imprigionata da partigiani slavi, veniva lungamente seviziata e violentata dai suoi carcerieri e poi barbaramente gettata in una foiba. Luminoso esempio di coraggio e amor patrio“.

Pubblicità
Pubblicità

Una drammatica vicenda, quella che si iscrive tra le pagine più tragiche della storia d’Italia e dell’Europa del Novecento, a cui fece poi seguito l’esodo forzato degli Giuliano-Istriano-Dalmati, tutti barbaramente torturati, trucidati o costretti all’esodo dalla pulizia etnica perpetrata tra il 1943 ed il 1947 dalle truppe comuniste slave agli ordini del maresciallo Tito.

Un’azione, quella del ricordo annuale di quanto accaduto, che rompe il silenzio assordante di ogni vergognoso negazionismo o giustificazionismo che ancora oggi, da parte di alcuni settori della sinistra o da associazioni come l’Anpi, si vorrebbe perpetuare.

 

 

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza