Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Val Pusteria

Caccia sostenibile, opportunità o provocazione? Se ne parla ai Colloqui di Dobbiaco

Pubblicato

-

Condividi questo articolo




Pubblicità

Günther Rabensteiner, presidente dell’Associazione Cacciatori Alto Adige: “Qui le popolazioni di selvaggina sono costantemente monitorate, si applicano rigorosi requisiti di legge e le operazioni di caccia sono strettamente supervisionate dagli agenti venatori. E regolando le popolazioni di selvaggina, la caccia non solo svolge un’importante attività di interesse pubblico, ma rende disponibile anche una fonte alimentare di alta qualità”.

Sarà un’escursione guidata con Günther Rabensteiner, presidente dell’Associazione Cacciatori Alto Adige, venerdì 30 settembre, ad aprire la 33^ edizione dei Colloqui di Dobbiaco, laboratorio d’idee per la svolta ecologica in programma nel centro altoatesino fino a domenica 2 ottobre.

Quest’anno si approfondirà il ruolo dell’etica animale nel dibattito sulla sostenibilità, indagando le violente contraddizioni nel rapporto che intercorre fra uomini e animali. Una provocazione – l’inaugurazione di una tre giorni sui diritti degli animali con un incontro dedicato alla caccia – che ha fatto discutere il pubblico che da decenni segue la manifestazione, ma che per Rabensteiner è in realtà solo apparente.

Pubblicità - La Voce di Bolzano



Attiva/Disattiva audio qui sotto

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Caccia e sostenibilità vanno molto d’accordo. Così come la pratichiamo in Alto Adigespiegasoddisfa tutti i requisiti per essere considerata sostenibile: le popolazioni di selvaggina sono costantemente monitorate, si applicano rigorosi requisiti di legge e le operazioni di caccia sono strettamente supervisionate da organi di controllo professionali, gli agenti venatori”.

Così regolamentato, “l’esercizio venatorio assicura che le popolazioni di fauna selvatica rimangano adattate all’habitat che le ospita. Nel paesaggio plasmato dall’uomo in cui viviamoprosegue Rabensteinerla selvaggina non si autoregola. Per questo motivo, qualche giorno fa, è stata autorizzata la caccia selettiva al cervo anche nel Parco Nazionale dello Stelvio, dove la caccia è altrimenti vietata.

Come nel Parco Nazionale, anche nel resto del territorio la caccia ha il compito di non permettere alle popolazioni di selvaggina di crescere troppo, altrimenti causerebbero considerevoli danni alla foresta e all’agricoltura. I rappresentanti della silvicoltura sottolineano ripetutamente che le popolazioni di fauna selvatica devono essere tenute sotto controllo, altrimenti i boschi non riescono a rinnovarsi sufficientemente. Se non esistessero i cacciatori, sarebbero i funzionari pubblici a doversi assumere questo compito, come già avviene nel cantone svizzero di Ginevra, cosa che costa al contribuente diversi milioni di franchi”.

Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

Sempre nella prima giornata dei Colloqui di Dobbiaco si parlerà di caccia anche nella tavola rotonda serale al Centro Culturale Euregio Gustav Mahler – moderata da Evi Keif – con il blogger vegano Daniel Felderer, Matthias Gauly, della Libera Università di Bolzano, Silvia Schroffenegger, guardia zoofila onoraria, e Julia Tonner, cacciatrice.

“I cacciatori hanno molto da raccontare e da trasmettere alle persone sulla natura e sugli animali dei nostri boschi. Regolando le popolazioni di selvagginaconclude il presidente dell’Associazione Cacciatori Alto Adige – la caccia non solo svolge un’importante attività di interesse pubblico, ma rende disponibile anche una fonte alimentare di alta qualità. Anche il WWF tedesco, in una guida sulla carne, ha invitato a consumare quella di cervo locale come opzione migliore.

Rispetto ad altre carni, la selvaggina è un prodotto puramente naturale e, in termini di etica animale, evidentemente preferibile a qualsiasi altra. L’uomo fa parte della natura e ha il compito di gestirla in modo responsabile. Abbiamo un solo pianeta e dobbiamo fare in modo che la nostra impronta ecologica rimanga la più leggera possibile.

Oggi la maggior parte di chi consuma regolarmente carne acquista un prodotto a basso costo al supermercato, senza pensare alla sua origine, al modo in cui questo alimento viene prodotto. La sofferenza animale causata dagli allevamenti intensivi viene completamente ignorata. Il motto dovrebbe essere: meno è meglio! È meglio mangiare meno carne, ma di qualità superiore, ad esempio carne di selvaggina o proveniente da allevamenti rispettosi delle specie animali”.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Bolzano3 ore fa

Le forze dell’ordine vigilano i mercati di quartiere. Alcuni consigli pratici per i cittadini

Bolzano3 ore fa

Profumi e deodoranti rubati in cambio di droga. La Polizia denuncia un 33enne pregiudicato, espulso per 4 anni.

Merano5 ore fa

Procede senza sosta la lotta ai reati per i Carabinieri di Merano: identificato ladro di biciclette

Oltradige e Bassa Atesina6 ore fa

Auto contro il guardrail sulla statale 12 all’altezza di Laives

Bolzano Provincia6 ore fa

Presa dalla Polizia una coppia di truffatori campani. Per entrambi c’è il foglio di via del Questore.

Alto Adige1 giorno fa

Grave incidente sull’A22 vicino Bolzano sud, traffico in tilt

Bolzano1 giorno fa

I Carabinieri di Sarentino trovano uomo anziano, affetto da Alzheimer, disperso.

Alto Adige1 giorno fa

Commissaria europea favorevole all’Italia nel contenzioso sui transiti al Brennero

Oltradige e Bassa Atesina1 giorno fa

Gli rubano il portafogli. Agricoltore blocca i ladri e li consegna ai Carabinieri

Italia ed estero1 giorno fa

Speranze ridotte, secondo i vigili del fuoco, di ritrovare vivi i dispersi alla centrale idroelettrica

Bolzano1 giorno fa

Carabiniere di passaggio sventa furto in braceria a Bolzano e aiuta a identificare il ladro

Alto Adige1 giorno fa

Piove sul bagnato per Volksbank, per la quinta volta condannata a risarcire un azionista: oltre 50.000 euro

Alto Adige1 giorno fa

Lavoratori del turismo in rivolta in Val Gardena: denunciano ore extra non pagate

Trentino1 giorno fa

Rivolta con danneggiamenti nella prigione di Spini di Gardolo

Alto Adige1 giorno fa

Deroga Proporzionale in Alto Adige: via libera per magistrati italiani, FLP chiede estensione ai dirigenti amministrativi

Italia ed estero4 settimane fa

Donna muore in Slovacchia dopo essere stata inseguita da un orso

Alto Adige2 settimane fa

Carabinieri di Bolzano lanciano una campagna di sensibilizzazione contro le truffe agli anziani

Alto Adige2 settimane fa

Hotel altoatesini bersaglio di truffe seriali, denunciato un 46enne napoletano

Trentino4 settimane fa

La strada SS45 bis “Gardesana Occidentale” riapre tra Riva del Garda e Limone

Alto Adige4 settimane fa

Due sciatori sloveni sorpresi a sciare ubriachi: sanzionati

Bolzano2 settimane fa

Rissa al Druso: quattro daspo emessi dal questore

Bolzano4 settimane fa

Bambini delle elementari sventano scambio di droga al parco

Bolzano2 settimane fa

Scoperto mezzo chilo di hashish nascosto in una siepe a Bolzano

Alto Adige2 settimane fa

Automobilista ferito gravemente dopo un impatto con un camion in valle Aurina

Salute2 settimane fa

Servizio Sanitario Nazionale, per l’89% degli italiani è sacro

Politica2 settimane fa

Tensione in giunta sulla commissione pari opportunità: critiche da Galateo di Fratelli d’Italia

Politica3 settimane fa

Presidente Kompatscher assegna le deleghe della giunta regionale

Politica3 settimane fa

La commissione di convalida del consiglio provinciale posticipa la decisione sulla posizione di Renate Holzeisen

Bolzano3 settimane fa

Fermati in centro città con una tronchese, rubano olio per comprarsi la cocaina, denunciati due pregiudicati stranieri

Val Pusteria2 settimane fa

Operazione di controllo a Brunico e Bressanone: irregolarità in bar e sanzioni del Questore

Archivi

Categorie

più letti