Connect with us

Alto Adige

Colui che svelò i misteri della Sanità altoatesina: La Voce di Bolzano presenta Bellerofonte

Pubblicato

-

Come anticipato in un precedente articolo, avevamo deciso di svelarvi la sua identità. E oggi il momento è finalmente giunto.

Parliamo proprio del momento in cui il geniale, mitico autore delle inchieste sulla Sanità che hanno fatto riecheggiare ovunque il nome de La Voce di Bolzano mostra il suo volto.

Da tempo immemore l’Alto Adige, anzi di più, l’Italia intera (i rumors sulla sua genialità hanno passato di molto il confine sudtirolese) si interroga e scommette, si intriga e patisce per riuscire a dare un volto e un nome all’ironico, politico, perfido, misterioso #guardianodellalegalità.

Noi della Voce lo conosciamo chiaramente da sempre.

In sella alla fida tastiera alata Pegasus ha raccontato fatti e misfatti della sanità altoatesina, fino ad arrivare ai grandi risultati d’inchiesta che sono oggi sotto gli occhi di ognuno di voi.

Tutto vero, perché se oggi la locale Asl è disgraziatamente finita nel mirino della Procura, lo dobbiamo anche e soprattuto all’impegno de La Voce di Bolzano nella ricerca della verità e a quel Bellerofonte, al secolo Fabrizio Pollinzi, che con meticolosa attenzione ha fatto di ogni approfondimento una missione.

E la nuova, doppia inchiesta della magistratura che non garantirà sonni tranquilli ai vertici della sanità dell’Alto Adige ha una radice profonda: proprio La Voce di Bolzano e il suo mitico collaboratore.

Come avrete modo di leggere anche sul nostro giornale, la Guardia di Finanza ha bussato negli uffici della direzione generale dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige per l’acquisizione di alcuni documenti fondamentali e, in particolare, per una verifica sull’iter che ha portato alla nomina del dottor Florian Zerzer a direttore generale dell’Azienda sanitaria.

Si vedano In caso di decadenza, nomina di riserva: il mito di Zerzerstein alla lente di ingrandimento e l’Alto Adige e la Sanità piena (forse) di illegittimità.

Non ultimo, i militari indagano per il mancato rinnovo, nei giusti tempi, dell’assicurazione per eventuali danni causati dal personale medico. E a questo proposito, qualcosa di interessante lo troverete qui: Impicci, proroghe, rappezzi e impunità: l’Asl alla saga dei rinnovi assicurativi (è già leggenda).

Ipotesi che il nostro giornale propone da diverso tempo e non in assenza di ostili contrattacchi. Ma la classe non è acqua, e il coraggio nemmeno. Risorse di cui la nostra redazione dispone in abbondanza.

Lo ribadiamo: fu proprio Bellerofonte de “La Voce Di Bolzano” coi suoi inappuntabili articoli/denuncia a portare alla luce queste situazioni oggi oggetto di indagini.

Un ultimo appunto per l’Alto Adige: l’assenza del nome di Zerzer dall’albo ministeriale degli idonei a ricoprire la carica non è presunta, è provata. Basta cliccare qui.

Noi, nel frattempo, non smetteremo di parlare di lui, il nostro Bellerofonte, e del suo mito.

Nel caso non voleste perdervi nemmeno una riga delle “rivelazioni” del nostro fidato e affidabile collaboratore, potete cercare qui: https://www.lavocedibolzano.it/category/home/blog/pagine-bellerofonte/

Vi auguriamo, ancora una volta, buona lettura.

Pubblicità
Pubblicità

Alto Adige

Donna investita a Vilpiano: automobilista omette il soccorso e fugge. Identificato

Pubblicato

-

Brutto incidente ieri sera (22 marzo) a Vilpiano, poco dopo l’uscita della Mebo, dove una donna albanese di 42 anni residente a Nalles è stata investita sulle strisce pedonali da un furgone.

La donna stava attraversando la strada in una zona buia quando è stata travolta dal grosso mezzo.

L’investitore è un altoatesino di 48 anni che non si è fermato a soccorrerla: l’uomo è stato successivamente identificato dai carabinieri.

A chiamare l’ambulanza alcuni passanti. Quando è arrivata al San Maurizio la 42enne aveva un trauma cranico. E’ stata ricoverata in condizioni medio-gravi ma non sarebbe in pericolo di vita.

Sulla vicenda indagano ora i militari dell’Arma.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Alto Adige

Auto si cappotta a Velturno in zona artigianale: grave un 37enne

Pubblicato

-

Grave incidente oggi pomeriggio (22 marzo) intorno alle 16.30 in zona artigianale a Velturno, dove un uomo di 37 anni ha perso il controllo della sua auto cappottandosi.

Il conducente è stato elitrasportato in gravi condizioni all’ospedale di Bolzano.

Sul posto i vigili del fuoco volontari di Velturno/Chiusa, la Croce Bianca di Chiusa e i Carabinieri di Bressanone.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Merano

Merano: Utta Haslinger festeggia il suo 100° compleanno

Pubblicato

-

Presso la casa di riposo Bethanien la meranese Utta Haslinger ha di recente festeggiato le sue 100 primavere.

La signora Haslinger, nata a Vienna, si è trasferita in riva Passirio assieme ai genitori quando ancora era bambina. Dal 1998 è ospite della casa di riposo evangelica Bethanien, dove l’altro giorno ha festeggiato il suo centesimo compleanno.

L’assessore agli affari sociali Stefan Frötscher le ha fatto visita per consegnarle un omaggio floreale e per congratularsi con lei a nome dell’intera amministrazione comunale.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Metti un like

Archivi

Categorie

di tendenza