Connect with us

Politica

Comunali, colpo basso alla candidata Dalpiaz di Uniti per Laives: “Passato in CasaPound? Il mio impegno è visibile a tutti”

Pubblicato

-

La campagna dei manifesti strappati, dei profili social cancellati, dei volantini dispersi e infine anche dei colpi bassi ai candidati. La corsa elettorale in vista del voto del 20 e 21 settembre a Bolzano e a Laives, già di per sé ‘dormiente’, si dipinge di qualche tono più acceso che però non viene accompagnato, in questo caso, da un buon dibattito democratico. Tantomento costruttivo.

La polemica aleggia già da qualche settimana e questa mattina il confronto su carta stampata a suon di pro e contro attorno alla figura di Silvia Dalpiaz, ha nuovamente alzato il tenore delle polemiche. “E’ una ex militante di CasaPound e dunque pericolosa“.

Soprannominata “colei che divide” perché davvero ex militante e in lizza nelle scorse tornate elettorali per CasaPound Bolzano, Silvia è ora impegnata con Uniti per Laives, la civica di centrodestra capitanata dallo stesso sindaco uscente Christian Bianchi.

Pubblicità
Pubblicità

La sua presenza nella lista laivesotta, di posizione più centrista, scatena le ansie irrazionali dell’Anpi di Margheri che lancia una sorta di allerta democratica per una presupposta pericolosa ambiguità ideologica che ‘metterebbe a repentaglio la stabilità delle istituzioni‘. Una reazione allarmistica che a catena ha sollevato il coro delle critiche dell’area della sinistra locale.

Al centro delle isterie anche la relazione che dura da anni con Domenico Dilillo, candidato anche lui per questa tornata elettorale, ma nella lista di Maurizio Puglisi Ghizzi Sindaco (e dunque CasaPound). Lui, militante di vecchia data e responsabile dello spazio sociale Rockaforte di Bolzano.

Lo confessiamo, stiamo morendo di paura. Accuse presunte, azioni da dimostrare in sede di giudizio ma già date per certe. Invettive ideologiche buttate lì, ed è il caso di dirlo, per partito preso. Ma Silvia Dalpiaz, e lo dice chiaramente, è consapevole di non potere negare un passato evidente e un presente che ancora parla di un legame, seppur collaterale, con la realtà della tartaruga frecciata.

Divido nel contempo il pubblico dal privato – sottolinea – ed esigo che per tutti valga quel principio di privacy che è, e deve restare, inviolabileNon sono stata interpellata per la stesura dell’articolo apparso in mattinata su un quotidiano locale – prosegue – nessuno mi ha chiesto di potermi esprimere come candidata. Scavare nel privato con il solo risultato, volontario o meno, di ottenere un inutile discredito pubblico non fa parte del fair play politico. Non si parla in questa sede di programmi ma solamente della persona. Non replicherò quindi alle affermazioni dell’Anpi locale né a Margheri, la cui opinione sinceramente non è di mio interesse“.

Non più tesserata da tempo a via Battisti, un grande lavoro nel sociale passato e presente per diverse associazioni tra cui una che si occupa di disabilità e con lo stesso Comune di Laives in ambito scolastico, lei è tra quei personaggi che colpisce nel segno per la praticità e l’essenzialità dell’azione, da sempre e indipendente dallo schieramento politico.

Un impegno, quello per la solidarietà e la presenza continua sul territorio, che la neocandidata di Uniti per Laives afferma di avere ereditato però proprio da un passato di frequentazione con gli esponenti di Cpi nel capoluogola cui caratteristica principale, al di là delle facilonerie dei detrattori locali da quattro soldi – è proprio quella del grande senso di responsabilità rispetto alle necessità che di volta in volta emergono sul territorio, nella dimostrazione concreta e quotidiana della vicinanza ai bolzanini. In sintesi, in quella politica che aiuta realmente le persone e che porterò nella mia nuova esperienza“.

La scelta di un suo distanziamento da posizioni ideologiche precedenti è in effetti chiaro già agli inizi del 2018, da quando cioè ha acquisito un ruolo di rappresentatività rilevante per la scuola elementare di San Giacomo, facendo da portavoce ai genitori di circa 200 bambini “e da allora –  dice – rappresento le istanze di un’intera comunità senza simboli e con la consapevolezza che servire gli interessi della collettività è importante a prescindere dalla radice etnica, religiosa o sociale di chicchessia”.

Del resto anche per il primo cittadino di Laives, che proprio oggi ha tenuto il confronto con la posizione di Margheri difendendo la sua scelta di includerla nella compagine laivesotta, non ci sarebbero dubbi. “Quello che mi lega alla direzione di Bianchi è proprio la stessa visione della città e dei progetti futuri per la sua cittadinanza“, ha sottolineato Silvia.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Vado a vivere in un faro!
    Quante volte, leggendo Virginia Woolf o Jules Verne, avete fantasticato su come potrebbe essere vivere in un faro con la sola compagnia del vento e del mare? I fari, nell’immaginario collettivo, sono luoghi straordinari al confine fra mito e realtà, unico baluardo di salvezza per i navigatori durante le notti di tempesta. In realtà, senza […]
  • Hotel e Ristorante Villa Madruzzo: dove ricaricare le batterie a pochi chilometri da Trento
    A quattro chilometri dal centro di Trento si trova uno degli hotel più gettonati del momento: Villa Mandruzzo. Complici anche il ristorante e la meravigliosa area benessere, Villa Mandruzzo è presto diventato uno degli hotel più raccomandati tra coloro che vogliono venire a Trento per godersi alcuni giorni di meritato relax o anche solo per […]
  • Viaggio in Grecia, scegli il fascino mistico di Rodi
    La Grecia è uno di quei luoghi da sogno che tutti dovremmo visitare almeno una volta nella vita. Uno di quei paradisi terrestri neanche troppo lontani dall’Italia che con la sua storia, la sua cultura, il paesaggio naturale, incanta tutti, senza distinzione. Dalle città che hanno fatto la storia come la capitale Atene, simbolo dei […]
  • HP Reinvent: arrivano i nuovi PC per lo smart working
    Grandi novità in arrivo da parte di HP, azienda leader nel settore tecnologico. Durante l’attesissimo evento HP Reinvent dedicato ai propri partner, l’azienda ha lanciato nuovi Pc destinati allo smart working. Ma non solo: l’evento è stato utile per svelare tanti nuovi dispositivi e soluzioni per aiutare le aziende ed i professionisti a migliorare la […]
  • Abbigliamento casual uomo, tutte le dritte per non sbagliare
    Tutti pazzi per l’abbigliamento casual che non è solo comodo ma è anche fashion. Non bisogna confondere, infatti, che casual non è il sinonimo di trasandato e di un abbigliamento approssimativo. Non c’è pensiero più sbagliato perché oggi indossare abiti casual vuol dire vestirsi alla moda, in chiave moderna e innovativa, con uno stile senza […]
  • Isola in Irlanda cerca custodi: l’occasione per cambiare stile di vita per sei mesi
    La meta ideale per chi vuole entrare a contatto con la natura più incontaminata, allontanarsi dai ritmi frenetici della città, godendosi contemporaneamente un’esperienza di vita unica, si trova a Great Blasket Island, al largo della costa irlandese, dove è stata data l’opportunità attraverso un annuncio di lavoro, di cambiare stile di vita per sei mesi. […]
  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]

Categorie

di tendenza