Connect with us

Economia e Finanza

Covid, Cna: “Anche in zona rossa parrucchieri ed estetisti stiano aperti. A rischio i ristori”

Pubblicato

-

L’epidemia da Covid-19 sta mostrando un nuovo sintomo in Alto Adige: 50 sfumature di zona rossa”. Lo afferma ironicamente Claudio Corrarati, presidente di CNA-SHV, dopo aver esaminato stamane le istanze e i quesiti che arrivano dagli associati, in particolare parrucchieri e centri estetici.

Per effetto di una stratificazione normativa, che diventa ogni giorno più complessa e di difficile comprensione, l’ordinanza n. 63 del Presidente della Provincia, diffusa nella serata di martedì 3 novembre, prevede, tra le varie misure, che parrucchieri e centri estetici rimangano aperti in tutto il territorio provinciale, nel rispetto delle norme su igiene, sicurezza e distanziamento stabilite dai protocolli elaborati lo scorso aprile, peraltro per primi in Italia.

Lo stesso presidente della Provincia ha però preannunciato che oggi, mercoledì 5 novembre, emetterà ordinanze specifiche per altri 11 Comuni, tra cui il capoluogo Bolzano, Egna e Vipiteno, che prevedono, tra le misure ancor più restrittive, la chiusura di parrucchieri e centri estetici. Invece a Laives, centro urbano di rilievo confinante con Bolzano, dichiarato zona rossa il 30 ottobre, parrucchieri e centri estetici sono aperti.

E qui torniamo alle 50 sfumature di zona rossa – aggiunge Corrarati – che comprendono anche il rosso che vedono parrucchieri e centri estetici del capoluogo. Dovevano già fare i conti, così come il commercio al dettaglio, con le minori entrate per effetto della crisi provocata dalla pandemia e del lockdown di marzo e aprile. Adesso si vedono costretti ad uno stop, non previsto nel resto d’Italia e nemmeno nel resto dell’Alto Adige, nonostante ricevano i clienti su appuntamento, con misure di sicurezza rigidissime e totale rintracciabilità delle persone. Temiamo che il prossimo decreto ristori del Governo possa prevedere aiuti solo per le aziende chiuse secondo i criteri del Dpcm. Se così fosse, la Provincia dovrebbe ancora una volta fare marcia indietro, modificando le ordinanze, oppure prevedere ristori provinciali”.

CNA-SHV chiede in tempi celerissimi un adeguamento della normativa provinciale e delle misure da adottare nelle zone rosse ai criteri del Dpcm nazionale. Chiede altresì uniformità di applicazione su tutto il territorio provinciale. Invita le forze dell’ordine a effettuare i controlli, con in mano l’ordinanza provinciale e i relativi allegati, ma a non sanzionare, viste le evidenti difficoltà di interpretazione che, in questa situazione, tutti gli operatori economici hanno.

Ribadisce l’urgenza di un incontro tra Provincia e parti sociali per definire percorsi procedurali condivisi a breve, medio e lungo termine. Chiede anche al sindaco di Bolzano, città più importante dell’Alto Adige, di riunire le categorie economiche per un doveroso confronto sulle conseguenze della zona rossa.

Comprendiamo – conclude Corrarati – che la priorità è scaricare gli ospedali e il sistema sanitario, sotto pressione per il contagio. Ma non possiamo continuare con un’ordinanza provinciale al giorno e un Dpcm a settimana. Proponiamo che vengano programmati dei lockdown totali veri per tre settimane, da ora fino ad aprile, con un meccanismo ad elastico che consenta periodi di parziale attività e periodi di fermo, questi ultimi accompagnati da adeguati ristori alle imprese, in base all’andamento del contagio. L’alternativa dei “mezzi lockdown” crediamo faccia all’economia più male che bene, perché rischia di non portare risultati sul fronte sanitario e di dover comunque procedere prima o poi con lockdown totali”.

NEWSLETTER

Archivi

  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]

Categorie

di tendenza