Connect with us

Società

Giornata per i diritti dell’infanzia, Ladstaetter: “Prendere sul serio le preoccupazioni dei bambini”

Pubblicato

-

Si celebra il 20 novembre la Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

In questa occasione, la Garante Paula Maria Ladstätter ha invitato genitori e responsabili dell’educazione a passare più tempo con bambini e bambine e a prendere sul serio le loro preoccupazioni e i loro problemi, e a non tentare di risolverli col denaro o la violenza psichica o fisica.

Sempre più spesso l’Ufficio della Garante per l’infanzia e l’adolescenza in Provincia di Bolzano entra in contatto con giovani allontanati dalle proprie famiglie e accolti in istituti esterni e offre mediazione.

Pubblicità
Pubblicità

In caso di bisogno, accompagna bambini e giovani, in collaborazione con gli uffici e le autorità competenti, in comunità residenziali esterne.

Anche l’Onu in occasione della Giornata mondiale dell’infanzia, che si celebra domani, ha rimesso al centro dell’attenzione i diritti dei bambini.

Diritti non negoziabili verso i quali deve andare l’impegno dei governi, e proprio in questo senso è indirizzata la campagna di sensibilizzazione per il 2018.

A questo proposito Unicef ha lanciato una petizione le cui firme saranno inviate ai potenti del mondo il 20 novembre 2019, data del trentesimo anniversario della Convenzione dei diritti dell’Infanzia, affinché i diritti dei bambini vengano rispettati.

La campagna per quest’anno prevede invece una serie di iniziative all’insegna di “coloriamo il mondo di blu“.

Tra le azioni suggerite da Unicef c’è quella di indossare un indumento di colore blu e di utilizzare al meglio lo strumento dei social per dare visibilità a questo anniversario.

Altro obiettivo importante è quello della prevenzione della violenza a scuola.

Ci sono ancora troppi bambini e ragazzi nel mondo che hanno paura di andare a scuola perché è lì che si consumano atti di bullismo, di molestie o punizioni corporali.

Questo tipo di violenza non è inevitabile, dunque l’Unicef invita tutti a fare il possibile perché la scuola non sia più vissuta come un luogo pericoloso.

Pubblicità
Pubblicità

Società

Il Sindaco Caramaschi ha visitato MiniBZ 2019

Pubblicato

-

Stamane il Sindaco Renzo Caramaschi ha fatto visita ai giovani protagonisti di MiniBZ 2019, la Città dei Ragazzi in corso al Palasport di via Resia. Organizzata dal VKE con il patrocinio del Comune di Bolzano, MiniBZ da quest’anno maggiorenne (18 infatti le edizioni sin qui svolte), è un gigantesco gioco di ruolo in una vera e propria città in miniatura allestita al Palaresia, all’interno della quale i ragazzi trovano riprodotte e allestite le più importanti strutture e funzioni, oltre ai servizi di una vera città. Giocando, i partecipanti possono così conoscere e sperimentare pregi e difetti del vivere quotidiano in una comunità cittadina.

E’ proprio il carattere di “serietà” della Città dei Ragazzi a farne qualcosa di molto particolare e stamane anche il Sindaco (quello vero…) ricevuto dalla piccola collega Mini Sindaca Emma, ne he ha avuto la riprova. Accolto così dalla Mini prima cittadina e dalla Mini Giunta comunale, il Sindaco Caramaschi è stato accompagnato a visitare la Città dei Ragazzi. Prima tappa, il Mini municipio per un confronto sulle problematiche (quelle vere) di Bolzano ed il modo di affrontare e cercare di risolvere problemi e contrapposizioni.

La visita guidata ha toccato vari Mini servizi: anagrafe, ufficio ambiente, la banca, la posta, i negozi, la redazione del Mini giornale, la  Mini radio e la Mini tv e poi cinema, sartoria, teatro, pronto soccorso, ecc. La Città dei Ragazzi che proseguirà sino al 5 luglio, ospita giovani di età compresa tra i 7 e di 14 anni. Ogni partecipante può scegliere a suo piacimento il grado di inserimento, sia temporale che sostanziale.

Pubblicità
Pubblicità

MiniBZ non vuole creare una perfetta riproduzione della realtà, ma rappresentarne le  funzioni in maniera tale che si creino per i bambini, degli spazi per l’azione e il gioco, da riempire autonomamente.

Il Sindaco Caramaschi, si è complimentato con i Mini cittadini per l’organizzazione impeccabile e per la gestione attenta e partecipata di MiniBZ.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Società

Approvato dalla Giunta un corso di abilitazione per segretari comunali

Pubblicato

-

Nel prossimo autunno avrà inizio un corso di abilitazione per segretario o segretaria comunali. Questa la decisione adottata oggi (25 giugno) dalla Giunta provinciale su proposta del presidente Arno Kompatscher che si prefigge di preparare una nuova leva di giovani laureati in grado di ricoprire questo importante ruolo dell’amministrazione comunale.

Dato che nei prossimi mesi circa una dozzina di segretari comunali andrà in pensione è opportuno organizzare un corso di formazione grazie al quale si potrà assicurare la continuità del servizio. Il relativo decreto sarà firmato in agosto” ha affermato nel corso della seduta il presidente della Giunta.

Il numero dei partecipanti è limitato e la maggior parte dei posti è riservata a candidati residenti in Alto Adige. Il corso sarà organizzato, come nel passato, dalla Ripartizione enti locali in collaborazione con la Direzione alla formazione in lingua tedesca e la Scuola professionale per il commercio e la grafica “Johannes Gutenberg” di Bolzano.

Pubblicità
Pubblicità

Generalmente questi corsi si svolgono alternativamente in Trentino e in Alto Adige, e stavolta sarebbe stato il turno del Trentino. Vista la mancanza di personale qualificato a questo scopo invece abbiamo assunto noi l’organizzazione del corso” ha detto Kompatscher.

Circa la metà dei partecipanti al corso precedente svolge effettivamente il ruolo di segretario comunale ed allo scopo di migliorare questa percentuale per il corso che inizierà nel prossimo autunno è prevista una quota d’iscrizione.

In merito alla figura professionale del segretario comunale il presidente Kompatscher ha sottolineato  che “svolge un ruolo importante nell’ambito dell’amministrazione comunale sotto il profilo giuridico, amministrativo ed economico. Impronta il proprio operato ai principi di imparzialità, oggettività e trasparenza, un vero e proprio manager e braccio destro del sindaco“.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Società

Bolzano 48H: ideare e realizzare un cortometraggio in due giornate

Pubblicato

-

Bolzano 48H – Short Film Contest è giunto alla sua terza edizione e non mancheranno i colpi di scena, tante infatti le novità previste per il 2019 che vedrà i filmmaker all’opera dal 27 al 29 settembre.

La sfida rimane adrenalinica: ideare e realizzare un cortometraggio in sole due giornate. Si tratta di un’iniziativa del Comune di Bolzano, organizzata da Cooperativa 19.

Le prime edizioni (2017 e 2018) hanno visto già una quarantina di troupe prendere parte alla manifestazione, accettando la sfida e interpretando creativamente la città di Bolzano.

Pubblicità
Pubblicità

BZ48H, così l’abbreviazione del titolo dell’iniziativa, è infatti un contest cinematografico che lancia ad artisti e filmmakers la sfida di realizzare un cortometraggio nel tempo limite di 48 ore, dall’ideazione alla post-produzione.

La terza edizione avrà inizio il 27 settembre 2019 alle ore 18.00 e terminerà il 29 settembre in orario deciso alla partenza del contest. Per partecipare è necessario iscriversi entro il 22 settembre, versando una quota di 50 euro, il regolamento completo si trova sul sito: www.bz48h.com

L’obiettivo principale per i partecipanti è quello di raccontare la città di Bolzano da prospettive e punti di vista inediti.

Siamo felici di proporre anche quest’anno questo interessante progetto ormai alla sua terza edizione” afferma l’Assessore alla Cultura del Comune di Bolzano Yuri Andriollo.

La cerimonia di premiazione di questa terza edizione è prevista per sabato 12 ottobre 2019 alle ore 20.30, presso il Teatro – Cinema Rainerum, con la proiezione dei corti finalisti e la consegna dei premi in palio alla presenza della giuria di qualità e delle autorità.

Il team vincitore dovrà avvalersi di un mix di capacità tecniche, sangue freddo e intraprendenza per aggiudicarsi uno dei premi in palio e Bolzano sarà la protagonista indiscussa di tutte le produzioni.

I cortometraggi infatti dovranno essere scritti, girati e post-prodotti all’interno delle 48 ore e all’interno dei confini della città di Bolzano e la durata di ogni film dovrà essere compresa tra 1 minuto e 8 minuti.

Rispetto al genere di appartenenza, ci sarà una libertà totale: fiction, documentario, videoclip, animazione, video arte. La sfida inoltre è aperta a tutti: professionisti, studenti di cinema e amatori, sia locali che provenienti da altre città. E’ possibile partecipare da soli o in gruppo e le riprese possono essere fatte anche con il cellulare!

Anche quest’anno protagonisti della sfida sono gli “indizi” che saranno forniti dall’organizzazione al cosiddetto “STARTING LINE” del 27 settembre 2019 e che vanno assolutamente rispettati.

Il primo indizio è una location specifica della città all’interno della quale dovrà essere girata almeno una scena del cortometraggio e che verrà estratta a sorte (una location diversa per ogni squadra partecipante); il secondo un oggetto che dovrà comparire come elemento integrante nel film (uguale per tutti), il terzo è segreto e sarà svelato solo durante la STARTING LINE.

Come lo scorso anno verranno assegnati diversi premi ai vincitori selezionati dalla giuria di qualità composta da professionisti del settore cinematografico.

I premi sono sempre più prestigiosi:

MIGLIOR CORTO BZ48H – GIURIA DI QUALITÀ: 1500€ assegnato dalla Giuria di Qualità. Il film vincitore sarà inoltre proiettato alla 16° edizione di Lago Film Fest (2020).

IDM FILM MENTORING PRIZE: un referente IDM Alto Adige Südtirol selezionerà il team a cui dedicare un mentoring di regia del valore di 1000€ lordi.

PREMIO CINEMA|TECH PANALIGHT SÜDTIROL: un referente Panalight selezionerà il team vincitore che potrà usufruire di un noleggio attrezzatura del valore di 3000€ lordi.

PREMIO RAI ALTO ADIGE: selezionato da un rappresentante RAI, il film vincitore verrà mandato in onda all’interno di uno speciale televisivo.

SPECIALE LAGO FILM FEST: per tutti i team partecipanti saranno disponibili gli accrediti per accedere alla 16° edizione di Lago Film Fest 2020.

A conferma del successo e dell’attenzione che la manifestazione ha richiamato negli scorsi anni, sono tanti e prestigiosi i partner di progetto che in varia misura contribuiranno alla buona riuscita della concorso, che anche quest’anno si svolge sotto la direzione artistica di Valentina Parisi e Giuseppe Zampella: Azienda di Soggiorno e Turismo di Bolzano , IDM Film Fund & Commission, Panalight Südtirol, Lago Film Fest, RAI Alto Adige, Vintola 18 – Centro di cultura giovanile, TeatroCinema Rainerum, BITZ unibz Fablab, Kellerei Bozen.

GRANDI NOVITA’

Una delle novità più importanti è per chi decide di partecipare al contest bolzanino ma non è residente in Alto Adige.

Azienda di Soggiorno e Turismo di Bolzano offre alloggio gratuito per 2 notti (27 e 28 settembre 2019) alle 5 troupe, provenienti da altre province, che per prime completeranno l’iscrizione al contest. L’offerta è valida per un massimo di 6 componenti per troupe.

Al raggiungimento delle prime 5 troupe scadrà l’offerta e ne verrà data comunicazione sul sito ufficiale e canali social.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza