Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Politica

Il 12 giugno si celebra la caduta dei tralicci, Urzì: “Denuncia per ipotesi di apologia del terrorismo”

Pubblicato

-

Una triangolazione che appare sconvolgente, e che apparirebbe dimostrare un piano coordinato che vede impegnata (sul fronte della richiesta della grazia ai protagonisti più violenti della stagione delle bombe a cavallo fra anni Sessanta e Settanta del secolo scorso, latitanti in Austria e Germania) la diplomazia della Repubblica austriaca (ne ha parlato lo stesso capo dello Stato), la Svp che a Roma con la delegazione parlamentare ed a Bolzano con Kompatscher non hanno mai mancato di incoraggiare l’atto di grazia: ma ora si aggiungono due ulteriori segnali che lasciano intendere che il tema è caldo.

In occasione dell’anniversario della notte dei fuochi (ossia la ondata di attentati che fece come vittima il povero stradino Giovanni Postal) il 12 giugno Schuetzen e organizzazione degli ex terroristi (Heimatbund) metteranno in scena una macabra rievocazione. Usando come manifesti l’immagine dei tralicci abbattuti. Per cui domani presenterò una denuncia per verificare l’ìpotesi di apologia del terrorismo“.

Così Alessandro Urzì, Consigliere regionale e provinciale di Fratelli d’Italia.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Altra coincidenza con le iniziative delle istituzioni più rappresentative austriache e delle manovre Svp, oltre alla celebrazione degli Schuetzen, anche la messa all’ordine del giorno dei lavori del Consiglio provinciale della mozione ferma da anni dei Suedtiroler Freiheit che chiede esplicitamente al Consiglio provinciale un voto per la grazia dei dinamitardi.

Tutto il fronte, quello più istituzionale e diplomatico, quello politico, quello secessionista e quello apertamente nostalgico del Bas, è insomma mobilitato proprio in questi giorni quasi fosse chiaro che qualche iniziativa sia imminente. E il messaggio è stato lanciato.

Una rete di contatti che mostra una sintonia straordinaria fra tutti questi soggetti, su posizioni diverse pubblicamente, ma tutte mobilitate per ottenere un simbolico atto di riabilitazione dei terroristi, come atto di riaffermazione dei disvalori per cui si batterono, con metodi violenti mai ripudiati.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Singolare e disarmante che il Presidente della Repubblica austriaca intervenga a gamba tesa sul tema della grazia ai terroristi (che riguarda una decisione interna italiana) mentre in Alto Adige Schuetzen ed organizzazione nostalgiche celebrano i tralicci abbattuti.

Altro che riconciliazione e chiusura di una stagione. Anche la vitalità in ambito politico (Svp e secessionisti si riferiscono sempre agli attivisti e mai riconoscono la lesione nelle loro attività eversive di caratteri antidemocratici) mostrano un grave permanere di nostalgie e di una ampia tolleranza se non simpatia verso quella eredità. Una eventuale grazia darebbe nuovo fiato ad un mai sopito sentimento per una soluzione oltre l’autonomia.

Il 12 giugno l’evento più grave: si riuniranno a Frangarto, nel comune di Appiano, gli apologeti del terrorismo: una manifestazione pubblica organizzata da Schuetzen ed Heimatbund, con tanto di benedizione da parte di un prete e omaggio con immagini di uno dei più feroci criminali che costruì la rete sovversiva contro l’ordine costituito dello Stato Italiano in Alto Adige, Luis Amplatz, assieme a Georg Klotz, il martellatore della Valle Passiria.

L’immagine dell’invito è eloquente e suona come uno schiaffo alla memoria delle vittime: un traliccio abbattuto, il simbolo del terrorismo in Alto Adige e della notte dei fuochi del 12 giugno del 1961, quella in cui cadde, investito da una carica esplosiva, Giovanni Postal, dell’Anas. Il primo di una lunga scia di vittime, oltre 20, cadute in agguati terroristici con mine antiuomo o scariche di arma da fuoco.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

La grottesca celebrazione, che rappresenterà una notte di violenza e morte come una festa, si terrà per altro sotto una tragica stele eretta a memoria di un altro terrorista, Sepp Kerschbaumer, a cui è stata dedicata anche una via, ad Appiano. Fu il fondatore dei Bas, le Brigate rosse dell’Alto Adige, non animate da odio ideologico ma da odio etnico e antitaliano.

Tutto questo solo a pochi giorni dalla giornata per le vittime del terrorismo, il 9 maggio, che la Provincia ha totalmente ignorato“.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Italia ed estero5 ore fa

Putin all’attacco dell’Occidente: “In vista di ulteriori sanzioni, sarà un suicidio energetico”

Alto Adige6 ore fa

Censimento su edifici e aree inutilizzate: approvate dalla Giunta le linee guida

Vita & Famiglia6 ore fa

Aborto, Pro Vita Famiglia: “Bugie e conflitti d’interessi”

Alto Adige6 ore fa

Era scomparsa nel 1990: risolto dopo 32 anni il caso dell’altoatesina Evi Rauter

Alto Adige7 ore fa

Ordinamento del commercio: la Giunta approva il regolamento d’attuazione

Alto Adige7 ore fa

Approvate dalla Giunta le modifiche al regolamento sulla formazione specialistica in medicina generale

Ambiente Natura7 ore fa

Arboricoltura e silvicoltura: via libera a una cattedra convenzionata alla Libera Università di Bolzano

Arte e Cultura7 ore fa

Un nuovo deposito per i Beni culturali dell’Alto Adige: via libera della Giunta all’avviso pubblico per la realizzazione del progetto

Italia ed estero8 ore fa

Bimba di due anni cade in piscina e muore dopo due giorni di coma

Società9 ore fa

Alla scoperta dei bonus casinò, un mondo di giochi e convenienza

Alto Adige9 ore fa

Coronavirus: 15 casi positivi da PCR e 385 test antigenici positivi, due i decessi

Politica10 ore fa

Areale: Rfi riqualifica la zona con i fondi del Pnrr. Team K: “Il progetto potrebbe sbloccarsi”

Italia ed estero11 ore fa

Caffè a 2 euro, il cliente chiama i vigili: multa di 1000 euro per il gestore del bar

Vita & Famiglia12 ore fa

Giornata della Famiglia, Pro Vita Famiglia: “Più sostegni e va difesa da ideologie”

Musica12 ore fa

Gli Abbadream ci riportano indietro nel tempo per riascoltare live brani come Dancing Queen o Mamma Mia!

Bolzano2 settimane fa

Bolzano, alla fermata dell’autobus trovato il corpo senza vita di un 60enne

Alto Adige2 settimane fa

Coronavirus: 8 casi positivi da PCR e 124 test antigenici positivi

Alto Adige2 settimane fa

Coronavirus: 45 casi positivi da PCR e 496 test antigenici positivi

Bolzano4 settimane fa

Bolzano, auto esce di strada e finisce nel giardino di una casa

Bolzano4 settimane fa

Rissa davanti all’Interspar di Bolzano sud – IL VIDEO. Urzì: “Ennesimo degrado”

Benessere e Salute2 settimane fa

Come avviene un richiamo di prodotti alimentari? Mangiare, bere ed altre delizie: lo sapevate che…?

Sport2 settimane fa

Biglietti FC Südtirol – Modena. Le modalità di acquisto dei ticket per gara-3 della Supercoppa di Serie C 2022

Musica3 settimane fa

Bolzano Festival Bozen 2022 «Musica senza confini»

Bolzano4 settimane fa

Incendio sopra Bolzano: le fiamme partite dal Virgolo

Bolzano4 settimane fa

Giro ciclistico “Tour of the Alps” a Bolzano: i divieti di mercoledì 20 aprile

Bolzano2 settimane fa

Bolzano, sgomberato uno stabile in disuso: tunisino aggredisce 4 agenti, arrestato

Sport4 settimane fa

Stadio Druso a Bolzano: aperta la nuova tribuna Zanvettor

Val Pusteria4 settimane fa

Era scomparsa a Valdaora: trovata dopo tre mesi la salma di Marianne Sagmeister

Politica4 settimane fa

Doppia cittadinanza e grazia agli ex terroristi. Sven Knoll “importante la vicinanza del parlamento austriaco”

Bolzano2 settimane fa

Il Lido di Bolzano riapre al pubblico sabato 21 maggio: tariffe invariate

Archivi

Categorie

di tendenza