Connect with us

Società

Imprenditore Trentino scrive al Premier Conte: «Il tempo di giocare è finito, non prendiamoci più in giro»

Pubblicato

-

Condividi questo articolo

Gianenrico Sordo, (nella foto) imprenditore della Valsugana e persona molto nota in Trentino prende «carta e penna» e scrive una lettera aperta al premier Conte.

L’occasione è la nuova conferenza stampa trasmessa ieri sera a reti unificate dove Conte ha presentato il nuovo decreto che «chiude» l’Italia fino a 3 maggio 2020.

Più passa il tempo più il popolo italiano è preoccupato.

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

A quasi 2 mesi dalla dichiarazione di emergenza sanitaria gli italiani hanno ascoltato solo promesse, e purtroppo con grande rammarico fatti zero.

Ma i conti correnti degli imprenditori sono in rosso, i frigoriferi delle famiglie vuoti, e non arrivano ne indennizzi ne una pur piccola garanzia che si possa ricominciare dopo una drammatica situazione che ha segnato tutto il paese.  Nella lettera l’imprenditore punta il dito anche sugli errori, le incongruenze e le contraddizioni di un governo che forse ora non sa più dove sbattere la testa.

Sotto la lettera di Gianenrico Sordo pubblicata anche sulla sua pagina social

Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

Egregio presidente Conte,

«le scrivo perché lei possa spiegarmi su quale logica si basano le disposizioni stabilite nei suoi decreti: in primo luogo vorrei ci chiarisse una volta per tutte cosa si intende per attività motoria nei pressi della propria abitazione, perché c’è chi sostiene si possa camminare, ma non correre, ma in realtà nel sito internet del ministero della salute in uno scritto da voi pubblicato il 5 febbraio 2013 scrivete “attività motoria” è sostanzialmente sinonimo di attività fisica e nell’attività fisica rientra la corsa.

In secondo luogo vorrei comprendere su quali basi viene deciso quali sono le attività indispensabili e quali no: per ciò che mi riguarda mi sembra evidente che farmacie sanitari alimentari siano indubbiamente attività indispensabili, ma non capisco i tabaccai, e adesso dopo la sua ultima conferenza di ieri l’aggiunta di negozi per bambini cartolerie e librerie.

Quali comprovate esigenze irrinunciabili può portare un cittadino a rivolgersi a una di queste attività? Sa dottor Conte, il tempo di giocare è finito, non prendiamoci più in giro, io ho due partite iva ed entrambe devo tenerle chiuse e non ne capisco la logica perché vede gentile presidente, io sono un malato di cancro, e nonostante i grossi interventi chirurgici a cui sono stato sottoposto, gli unici giorni di lavoro a cui sono mancato sono stati quelli dei ricoveri, perché una mia assenza prolungata avrebbe messo in difficoltà la mia azienda.

Mi sono curato a mie spese per poter avere risultati veloci e non pesare sui costi della sanità e nonostante sia stato considerato invalido al 100% non ho mai richiesto nessun aiuto.

Però voi oggi mi costringete a tenere l’azienda chiusa causandomi danni incalcolabili e mi sento inerme nel vedere il risultato di anni di lavoro e sacrifici che sta crollando.

La mia logica avrebbe consigliato prima di aprire le fabbriche le aziende produttive dove si possono controllare le distanze di sicurezza e l’utilizzo delle misure di contenimento, dove c’è un orario di ingresso e uno di uscita e non si può barare su questi, non negozi dove può entrare chiunque a qualsiasi orario.

In terzo luogo vorrei consigliare di non utilizzare i sistemi di divulgazione di notizie promettendo a imprenditori e cittadini manovre di primo impatto notevoli e interessanti per poi dimostrarsi solo promesse senza verità.

Le sembrerà incredibile dottor Conte, ma se domani andassi in banca riuscirei ad ottenere un prestito a condizioni migliori di ciò che proponete voi nel decreto salva Italia; in ultimo le consiglio di non usare la televisione di Stato a reti unificate per fare dichiarazioni personali ai suoi avversari politici, non fa onore a lei e nemmeno al popolo italiano stremato che chiede di avere rassicurazioni e proposte concrete e non siparietti e litigi senza senso. 

Sa Dottor Conte agli italiani, che il MES l’abbiate deciso voi, la sinistra o la destra, a noi non ce ne frega nulla. Noi abbiamo bisogno di un leader che ci trascini fuori da una montagna di merda!

Molti hanno la memoria corta ma in tanti si ricordano quando lei aggredì il personale dell’ospedale di Lodi dichiarando che era responsabile di aver favorito il contagio. E queste accuse erano state inopportune e singolari visto che lei l’emergenza la conosceva già dalla fine di gennaio e tanto avrebbe potuto fare…

Già, avrebbe, e non ha fatto.

Caro dottor Conte le ricordo che lo Stato italiano che lei rappresenta ha l’obbligo di tutelare la salute dei suoi cittadini che insieme al lavoro e la sicurezza sono le fondamenta della nostra società civile e della famiglia. 

Ci troviamo in questo grosso guaio e lei ora ci dovrà tirare fuori, e anche alla svelta se non vuole finire sui libri di storia come colui che ha fatto fallire il nostro paese portandolo alla fame.

Lo faccia dottor Conte, senza esitare un solo secondo perché se no avrà sulla coscienza intere generazioni.

Noi italiani le parole le ascoltiamo con tanta pazienza, ma poi servono i fatti. Quei fatti che per il momento sono solo sogni o chimere».

Gianenrico Sordo

NEWSLETTER

Alto Adige9 ore fa

Riaperto Passo Rombo: la strada panoramica torna accessibile dopo l’inverno, chiuso ancora lo Stelvio

Alto Adige10 ore fa

53 studenti fra Trentino e Alto Adige sono in partenza per un anno di studio in Europa

Sport10 ore fa

Federico Valente resta alla guida dell’FC Südtirol

Sport10 ore fa

Gianluca Vallini al secondo anno a Bolzano

Bolzano10 ore fa

Violenza sessuale in strada per due giovanissime sorelline. Arrestato un nigeriano

Val Pusteria1 giorno fa

Il ricordo degli atti eroici degli alpini del sesto durante la battaglia sul monte Ortigara

Bolzano1 giorno fa

Casa e lavoro del domani: visione sinergica per progettare il futuro di Bolzano

Alto Adige1 giorno fa

La regione ha scelto il mobility manager: verso un futuro di mobilità sostenibile

Alto Adige1 giorno fa

CNA e Delai, intesa per avvicinare i ragazzi al mondo del lavoro

Bolzano1 giorno fa

Lavori congiunti di rinnovo e potenziamento infrastrutture in via Fago: lotto III tratto 3

Arte e Cultura1 giorno fa

Dolomiti verticali: nuova mostra al Museo di Scienze Naturali

Alto Adige1 giorno fa

Polizia di stato e consorzio dei comuni, insieme per la cybersicurezza. Sottoscritto oggi il protocollo d’intesa

Bolzano1 giorno fa

Polizia arresta trafficante di droga: aveva 5,5 kg di marijuana nascosti nel furgone

Consigliati2 giorni fa

L’importanza delle identità digitali nel web

Alto Adige2 giorni fa

Il 10 giugno 2024 si sono conclusi i lavori dello Stakeholder Forum per il clima. Le associazioni ambientaliste tracciano un bilancio intermedio positivo.

Alto Adige3 settimane fa

È nato l’Osservatorio Economico UIL-SGK per l’Alto Adige: una nuova risorsa per il monitoraggio del mercato del lavoro

Arte e Cultura4 settimane fa

Tirolo: un paese diventato località turistica. Se ne parla in un libro

Alto Adige4 settimane fa

Due “pendolari” dello spaccio arrestati al Brennero e riportati subito in Austria

Alto Adige2 settimane fa

Proseguono i lavori per riaprire il passo Rombo e il passo dello Stelvio da oltre 5 metri di neve

Sport3 settimane fa

Il nuovo casino online ‘Instant Casino’ è l’Official Regional Partner della Juventus

Bolzano3 settimane fa

Ruba in un centro giovanile e aggredisce l’educatore. Arrestata giovane trentina

Offerte lavoro4 settimane fa

Giustizia: concorso per diciannove posti a tempo indeterminato

Val Pusteria3 settimane fa

A San Candido un insolito curioso “caso” a lieto fine, grazie alla Polizia

Bolzano Provincia3 settimane fa

Intensificazione dei controlli di velocità sulla MeBo: c’è chi viaggia a 192 km/h

Italia ed estero4 settimane fa

Chico Forti è rientrato in Italia dopo 24 anni

meteo4 settimane fa

Maltempo, la protezione civile emette l’allerta ordinaria (gialla)

Alto Adige3 settimane fa

Conferenze nelle scuole e visite alle Caserme dell’Arma: i Carabinieri incontrano oltre 1200 giovani studenti d’ogni ordine e grado

Trentino4 settimane fa

Lavarone: dopo l’incendio si aspetta il nuovo Drago Vaia

Alto Adige3 settimane fa

Operazione “crepuscolo”: sgominata associazione a delinquere operativa su 4 piazze di spaccio a Bolzano

Hi Tech e Ricerca4 settimane fa

Documenti elettronici: facciamo il punto sulla conservazione sostitutiva obbligatoria

Archivi

Categorie

più letti