Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Società

Interruzioni di corrente e rimborsi automatici, la mini guida del Ctcu di Bolzano

Pubblicato

-

In seguito alle forti piogge e nevicate dei giorni scorsi, in varie parti della provincia si sono verificate interruzioni nella fornitura di energia elettrica presso numerose utenze (domestiche e non). Ancora ieri, erano circa 2500 le utenze prive di fornitura.

Rimborsi automatici in caso di interruzioni senza preavviso

Per i casi di interruzioni lunghe senza preavviso sono previsti rimborsi automatici in caso di mancato rispetto dei tempi massimi di ripristino della fornitura.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Quali sono questi tempi massimi? 

  • • Per i Comuni con più di 5.000 abitanti (media e alta concentrazione):
    il tempo massimo di ripristino non deve superare le 8 ore consecutive
  • • Comuni con meno di 5.000 abitanti (bassa concentrazione):
    il tempo massimo di ripristino non deve superare le 12 ore consecutive

NB: Nel caso in cui la fornitura venga ripristinata, ma intervenga una seconda interruzione entro un’ora dal ripristino provvisorio, l’interruzione viene considerata continuativa (i periodi possono essere sommati).

A quanto ammontano i rimborsi automatici?

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Al superamento delle durate sopra menzionate, i clienti domestici hanno diritto ad un rimborso di 30 €, aumentato di 15 € per ogni ulteriori 4 ore di interruzione, con una durata massima per il calcolo dei rimborsi di 240 ore. (Anche altre utenze, non domestiche o diverse dalle domestiche in BT o MT hanno diritto a dei rimborsi – vedasi tabella 10 Allegato A del Testo Integrato TIQE delibera 646/2015 di ARERA su sito di www.arera.it)

Come vengono erogati i rimborsi?

I rimborsi vengono accreditati automaticamente in bolletta “entro il primo ciclo di fatturazione del trasporto utile, trascorsi 60 giorni dall’interruzione”. I consumatori non devono fare (inizialmente) alcuna richiesta. L’importo del rimborso viene indicato separatamente nella fattura e quindi i consumatori potranno agevolmente comprendere se il rimborso è stato erogato o meno.   

A seconda delle circostanze dell’interruzione, i costi incombono sul distributore locale oppure vengono coperti dal “Fondo Eventi Eccezionali”.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Nel caso in cui l’utente non riceva il rimborso nel termine sopra specificato, egli può inoltrare una richiesta scritta alla propria impresa distributrice, anche tramite il proprio venditore, entro 8 mesi dal momento in cui si è verificata l’interruzione. L’impresa distributrice valuta la richiesta ed entro 3 mesi eroga le somme dovute oppure, in caso di rigetto della richiesta, fornisce risposta scritta e motivata.

Evacuazione

I tempi massimi di ripristino indicati non si applicano nei casi di evacuazione della popolazione per effetto di provvedimenti della pubblica Autorità in caso di calamità naturali, limitatamente agli utenti interessati da tali provvedimenti.

Risarcimento danni

Il rimborso automatico non preclude l’eventuale richiesta di risarcimento di danni subiti secondo quanto disposto dal Codice Civile, ove ne sussistano i presupposti. Il cliente che, a seguito di un’interruzione, subisca un danno potrà anzitutto inviare un reclamo al proprio venditore, o direttamente al distributore (è preferibile indicare un solo soggetto). Il destinatario è tenuto a fornire una risposta motivata entro 30 giorni. Se il reclamo non viene accolto, in quanto il distributore non si ritiene responsabile del danno, il cliente potrà provare a risolvere la controversia mediante una procedura di conciliazione.

Il commento del CTCU

Dopo le interruzioni di corrente del 2019 numerosi consumatori/trici ci avevano riferito che, in un primo momento, il servizio clienti del loro fornitore aveva detto loro, in maniera alquanto sbrigativa, che non avrebbero avuto diritto ad alcun rimborso”, ricorda la direttrice del Centro Tutela Consumatori Utenti, Gunde Bauhofer, “Tuttavia per quegli eventi è poi risultato che il solo più grosso distributore di energia operante in provincia, Edyna, abbia pagato ad oltre 15.000 utenze locali rimborsi per oltre 3,5 milioni di euro. Speriamo dunque, che almeno questa volta, i consumatori/trici vengano informati più correttamente!”  

NEWSLETTER

Alto Adige5 giorni fa

Tragico incidente in moto sulla Mendola, tentano il sorpasso ma perdono il controllo del mezzo: muore giovane coppia di fidanzati

Merano5 giorni fa

Midsummer Night a Merano. Il Superstar Show accende Ferragosto

Arte e Cultura5 giorni fa

Ferragosto tra escursioni al Renon, musei e gastronomia: «Lasciatevi sorprendere da Bolzano»

Alto Adige14 ore fa

Violento incidente sulla statale del Brennero: tre veicoli coinvolti e una donna elitrasportata all’ospedale

Alto Adige21 ore fa

Maltempo, temporali e grandine sull’Alto Adige: numerosi gli interventi dei vigili del fuoco

Alto Adige3 giorni fa

Incendio ad alta quota, fiamme su Cima Gallina a 2000 metri distruggono una malga

Bolzano5 giorni fa

Bolzano: arrestato per spaccio di stupefacenti un commerciante straniero

Sport5 giorni fa

FC Südtirol: storico debutto sul campo del Brescia

Ambiente Natura5 giorni fa

Rablà: continua il lavoro di eradicazione della pianta aliena

Bolzano5 giorni fa

Arrestato dalla Polizia di Stato un cittadino tunisino per numerosi furti avvenuti a Bolzano

Alto Adige4 settimane fa

Caldo torrido previsto in Alto Adige: da venerdì allerta rossa

Val Venosta18 ore fa

Autoarticolato si ribalta sulla statale della Val Venosta: lunghe code e disagi al traffico

Alto Adige4 settimane fa

Fiamme e siccità: nuovi roghi sulle strade del Guncina e a Naz Sciaves

Alto Adige5 giorni fa

Il Commissariato di Pubblica Sicurezza di Brennero arresta un cittadino marocchino irregolare

Laives5 giorni fa

Lo sportello SEAB a Laives cambia sede

Archivi

Categorie

di tendenza