Connect with us

Bolzano

Irrompe ubriaco a casa dell’ex moglie e la aggredisce: arrestato marocchino a Oltrisarco

Pubblicato

-

Nelle prime ore della notte di ferragosto, le pattuglie della Squadra Volante di Bolzano sono intervenute urgentemente nel quartiere di Oltrisarco, dove un uomo di cittadinanza marocchina si era presentato ubriaco e a tarda ora a casa della ex moglie, con la pretesa di fare vista ai loro due figli.

La donna, considerate le condizioni dell’ex coniuge ha respinto la richiesta ma questi, fermo nelle sue convinzioni ed ulteriormente alterato dal rifiuto ricevuto, ha spaccato un vetro dell’abitazione con un grosso sasso, per introdursi all’interno della casa.

Qui è iniziata una violenta aggressione alla signora, fortunatamente difesa dalle sorelle che in quel momento le facevano compagnia. Al culmine dell’ira ha morso selvaggiamente la donna alla guancia. Fortunatamente, il tempestivo arrivo delle pattuglie ha interrotto la feroce azione dell’uomo, ma non la sua irruenza.

Pubblicità
Pubblicità

L’esagitato, dopo una breve fuga, è stato raggiunto e bloccato, nonostante tentasse di sottrarsi all’inevitabile arresto colpendo gli agenti con pugni e calci.

Trasportato in ospedale, è stato operato d’urgenza: durante l’intrusione nella abitazione, si era infatti seriamente ferito ad una mano, con rischio di lesione dei tendini, strisciando sui vetri aguzzi.

Nel pomeriggio di giovedì, dopo le dimissioni, è stato portato nel carcere di Bolzano.

Pubblicità
Pubblicità

Bolzano

Al casello di Bolzano Sud con cocaina ed eroina: fermati madre e figlio

Pubblicato

-

Nel pomeriggio di domenica 15 settembre gli agenti della Squadra mobile hanno arrestato due bolzanini al casello di Bolzano Sud per detenzione illegale di stupefacenti.

Si tratta di una donna di 47 anni e di suo figlio di 26, che all’interno della loro auto, nascondevano 285 grammi di cocaina e 55 grammi di eroina occultati sotto il sedile, lato guidatore, all’interno di un beauty-case.

I due avevano tentato di eludere il controllo delle forze dell’ordine ma sono stati prontamente fermati.

Pubblicità
Pubblicità

La 47enne, da un controllo della Banca Dati nazionale è risultata essere stata denunciata per oltraggio a pubblico ufficiale.

Da una successiva perquisizione dell’abitazione della donna sono stati stati ritrovati due bilancini di precisione mentre a casa del giovane, anch’essa perquisita, non è stato trovato nulla.

La madre è stata quindi portata in carcere a Trento mentre il figlio è stato destinato agli arresti domiciliari.

Le relative analisi sulle sostanze stupefacenti hanno permesso di accertare l’ottima “qualità” della cocaina che si presentava con un principio attivo superiore al 70%, da cui si potevano ricavare circa 250 dosi mentre dall’eroina sequestrata sarebbero state possibili ricavare circa 400 dosi  tutte destinate a consumatori locali.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Bolzano

Bolzano, fermato per spaccio ed espulso 26enne tunisino. Era già fuggito dalla Polizia ferendo due agenti

Pubblicato

-

Nel corso di alcuni controlli in zona Stazione gli agenti della questura di Bolzano hanno fermato e denunciato un 26enne tunisino senza permesso di soggiorno e con precedenti per spaccio e resistenza a pubblico ufficiale.

Lo straniero era noto agli Uffici per essere fuggito ad un controllo di polizia nel luglio scorso causando il ferimento di due operatori della Squadra Volante.

Accompagnato in Questura, ha consegnato spontaneamente  ai poliziotti un sacchetto con all’interno quattro involucri di cocaina per un peso di circa 3.10 grammi.

Pubblicità
Pubblicità

Per questo è stato nuovamente denunciato a piede libero per detenzione ai fini di spaccio. Lo stupefacente è stato sequestrato.

Il Questore ha inoltre immediatamente provveduto ad emettere nei suoi confronti un provvedimento di espulsione con accompagnamento al Centro per il Rimpatrio di Roma.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Bolzano

Lavori sul verde dello Stadio Europa

Pubblicato

-

Mercoledì 18 settembre partiranno i lavori di sistemazione delle aiuole prospicienti lo stadio Europa in via Resia. I lavori costeranno circa 60.000 Euro.

Il progetto nasce dalla necessità di rifare la pavimentazione del parcheggio e di risistemare il verde.

E’ prevista la demolizione delle cordonate in calcestruzzo che delimitano le aiuole esistenti, la demolizione della pavimentazione in asfalto del parcheggio, la delimitazione delle nuove aiuole degli alberi  con nuovi cordoni in granito, la realizzazione della nuova pavimentazione in conglomerato bituminoso del parcheggio.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza