Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Merano

Merano: migliorata la qualità dell’aria in via Laurin

Pubblicato

-

Uno degli obiettivi del Piano urbano del traffico è quello di migliorare la qualità dell’aria. In molte strade cittadine, e fra queste figura anche via Laurin, i valori del biossido di azoto superano il limite fissato dall’Unione Europea e dall’Organizzazione mondiale della sanità.

Da quando è entrato in funzione il primo tratto della circonvallazione, il traffico lungo via Laurin è notevolmente aumentato. L’incremento della circolazione rappresenta un impedimento per le linee del trasporto pubblico e per il rispetto delle relative tabelle di marcia e provoca disagi anche ai residenti.

Per ovviare a questo problema e promuovere una più agevole circolazione dei bus di linea in via Laurin, a dicembre 2019 sono stati attuati due provvedimenti previsti dal Piano urbano del traffico per migliorare il servizio di trasporto pubblico: la realizzazione di una corsia preferenziale per bus e taxi in direzione stazione nel tratto compreso fra l’incrocio con via Goethe e l’incrocio con via IV Novembre e l’introduzione, nella corsia opposta, del senso unico di marcia in direzione ospedale per il traffico motorizzato privato.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Ringraziamo per la loro comprensione tutti gli esercenti che lavorano in questo tratto di strada e tutti coloro che hanno accettato di allungare il loro percorso. Ogni meranese ha diritto a respirare un’aria salubre e come amministrazione abbiamo il dovere di impegnarci in tal senso, anche se i provvedimenti causano qualche disagio“, ha sottolineato Madeleine Rohrer, assessora all’ambiente.

Provvedimenti efficaci

Per verificare l’efficacia delle misure adottate, il Comune sta effettuando in via Laurin un censimento del traffico. L’agenzia provinciale per l’ambiente sta continuando a misurare, mediante campionatori passivi, i livelli di NO2.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Il valore limite, inteso come valore annuo medio, è di 40 microgrammi al metro cubo. L’NO2 è un gas generato nei processi di combustione di fonti energetiche fossili.

Secondo il catasto provinciale delle emissioni, a produrre la maggiore quantità di biossido di azoto presente nell’aria Merano è il traffico stradale (53%). Nelle strade-canyon, ovvero nelle vie ad alta densità edilizia e di traffico, la circolazione può essere responsabile anche del 70% della concentrazione di NO2.

A giudicare dai primi risultati, i residenti di via Laurin possono tirare un sospiro di sollievo: “Nel tratto inferiore di via Laurin il traffico motorizzato privato è diminuito del 35%. Sulla corsia preferenziale transitano oggi solo più 1.300 veicoli al giorno, comprese le biciclette“, ha confermato il capitano della Polizia locale Karl Stricker.

Un miglioramento confermato anche dai dati registrati dall’Agenzia provinciale per l’ambiente, anche se, di norma, le condizioni meteo in inverno non sono favorevoli.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Nei mesi più freddi, infatti, l’aria fredda, e quindi anche l’NO2, ristagna negli strati più bassi, mentre in estate i ricambi d’aria sono molto più rapidi e frequenti e quindi il biossido di azoto può mescolarsi con l’aria pulita su una superficie maggiore.

Nelle ultime due settimane di dicembre del 2018 erano stati registrati in via Laurin 56 microgrammi di NO2 al metro cubo. In dicembre dello scorso anno, dopo l’adozione dei provvedimenti sopra descritti, il valore è risultato essere pari a 48 microgrammi e si presume che calerà ulteriormente nei mesi più caldi.

Per poter disporre di dati più attendibili e valutare così con maggiore precisione l’efficacia del senso unico, dovremmo eseguire le misurazioni con i campionatori passivi anche nei prossimi mesi. La forte riduzione del traffico privato lascia ben sperare che i valori limite di NO2 in via Laurin possano essere costantemente rispettati“, ha spiegato Luca Verdi, direttore del Laboratorio provinciale aria e radioprotezione dell’Agenzia provinciale per l’ambiente.

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza