Connect with us

Merano

Merano: pedibus sempre più richiesto

Pubblicato

-

Ieri mattina, 13 febbraio, il vicesindaco Andrea Rossi e l’assessora Madeleine Rohrer hanno ricevuto in municipio Giuseppe Viti, coordinatore del progetto Pedibus, e Sergio Albertin, il nonno vigile che ai primi di dicembre, quand’era in servizio assieme a un collega per accompagnare a scuola un gruppo di alunni, era stato travolto da una macchina rimediando ferite lievi.

Siamo molto lieti che il nostro nonno vigile sia guarito così rapidamente e a nome di tutta l’amministrazione e la cittadinanza ringraziamo di cuore lui e i suoi colleghi e le sue colleghe per l’impegno quotidiano a tutela dei nostri bambini e dei nostri ragazzi“, ha ribadito Rossi.

La Giunta comunale si sta impegnando moltissimo per rendere le strade meranesi più sicure per tutti. Ma l’attenzione e il senso di responsabilità di cittadine e cittadini rimangono fondamentali, perché in strada anche una minima distrazione può avere conseguenze fatali“, ha aggiunto il vicesindaco.

Pubblicità
Pubblicità

La sicurezza di bambini e ragazzi nel tragitto casa-scuola-casa è una delle nostre priorità nella gestione e nell’organizzazione della mobilità urbana. Ogni mattina migliaia di scolari e studenti si mettono in movimento per raggiungere le rispettive scuole: c‘è chi si sposta in bicicletta, chi a piedi, chi invece usando i mezzi pubblici. Sono 40 i nonni vigili in servizio. Essi presidiano 24 incroci e attraversamenti pedonali aiutando i più piccoli a evitare i pericoli del traffico“, ha ricordato Rohrer.

Servizio Pedibus potenziato a grande richiesta

Un ruolo particolare è affidato ai nonni vigili che garantiscono il servizio Pedibus, il bus a piedi. Il progetto è stato avviato nell’autunno del 2017, con un solo percorso e pochi passeggeri.

Nel frattempo – precisa Giuseppe Viti, coordinatore del progetto – l’iniziativa ha riscosso molto successo fra gli utenti e i loro famigliari. Attualmente nove nonni vigili accompagnano ogni giorno a scuola circa 50 bambini seguendo cinque tragitti prestabiliti: da via Roma fino alle elementari Pascoli in via Vigneti, da via dei Frutteti fino alla scuola elementare Erckert in via Roma, da via Matteotti, da via Zuegg e da via Huber fino alle scuole Galilei e Wolkenstein in via Toti.

In conseguenza della crescente richiesta, si sta lavorando ora a un sesto percorso, che dovrebbe consentire ai bambini e alle bambine residenti nella zona di via Cadorna e di via Caserme di raggiungere le scuole di via Toti in tutta sicurezza“.

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza