Connect with us

Merano

Merano: trovata soluzione per la piazza di Quarazze

Pubblicato

-

Il 7 agosto presso la Vereinshaus “Moarhof” di via Laurin 90 si è svolta un’assemblea pubblica per discutere del progetto di riqualificazione della piazzetta di Quarazze. All’incontro, moderato da Sabine Frei, sono intervenuti anche il sindaco Paul Rösch, l’assessora Gabriela Strohmer e il direttore della ripatizione edilizia e servizi tecnici del Comune di Merano Wolfram Haymo Pardatscher.

Sono ormai diversi anni che gli abitanti di Quarazze – rappresentati dal comitato di quartiere costituitosi nel 2016 e da diversi gruppi di iniziativa (Vigili del fuoco volontari, coro della chiesa, banda musicale) – desiderano una piazza. Ma il proposito è finora sempre sfumato per la forte divergenza di opinioni.

Nel corso dell’assemblea civica sono stati illustrati, ai circa 60 cittadini presenti, le diverse proposte fin qui elaborate e in un vivo dibattito sono poi stati valutati i pro e i contra delle diverse varianti. Alla fine i partecipanti sono riusciti ad accordarsi su una soluzione condivisa e a delineare i criteri di un progetto che prevede la realizzazione di un piccolo garage interrato (con circa 12 posti) e la risistemazione della superficie con impianti verdi in modo da creare spazi accoglienti per gli abitanti.

Pubblicità
Pubblicità

Il sindaco Paul Rösch ha particolarmente apprezzato la disponibilità al dialogo dimostrato dalle persone intervenute alla riunione: “Confrontandoci in modo costruttivo noi tutti abbiamo imparato a prendere atto delle diverse esigenze e aspettative ma anche delle difficoltà che la realizzazione delle singole proposte comporta.

Alla fine abbiamo trovato una soluzione condivisa da tutti e che tutti vogliono vedere attuata. È così che funziona la partecipazione“, ha sottolineato Rösch.

Il primo cittadino ha poi annunciato di voler concludere l‘iter di progettazione dell’intervento prima del termine della legislatura in corso. Della realizzazione dei lavori dovrà poi farsi carico la prossima Giunta comunale.

Soddisfatta anche l’assessora Gabriela Strohmer: “La soluzione individuata tiene in debito conto le necessità manifestate dalle associazioni e prevede la creazione di una piazza centrale con aree verdi“.

Pubblicità
Pubblicità

Merano

Maria Trost a Merano: lavori a pieno ritmo e a settembre tutto pronto per il ritorno dei bimbi

Pubblicato

-

Lo scorso 24 giugno hanno preso il via a Maia Bassa i lavori per il risanamento energetico della scuola per l’infanzia Maria Trost (1° lotto). L’altro giorno l’assessore ai servizi sociali Stefan Frötscher ha visitato il cantiere per verificare di persona lo stato di avanzamento dell’opera.

Per poter avviare i primi lavori già quest’estate, gli stessi sono stati suddivisi in due lotti. La spesa complessiva ammonta a 1.077.750 euro – ha spiegato Frötscher – .  Nell’ambito dei lavori di risanamento energetico si procede anche, con una serie di accorgimenti, a rendere più funzionale l’edificio, realizzato nel 1972“.

Il primo lotto prevede la sostituzione degli impianti sanitari, l’isolamento della pavimentazione e l’installazione di un nuovo impianto di areazione nel piano interrato. Anche le tubature dell’acqua, ormai arrugginite, sono state sostituite. I bagni sono stati completamente rinnovati. Inoltre è stata invertita la disposizione della palestra e dei locali dedicati alle attività musicali.

Pubblicità
Pubblicità

Per poter completare la prima fase del risanamento energetico sono stati rimossi tutti i pavimenti e abbattute la pareti divisorie. La caldaia è stata allacciata alla rete del teleriscaldamento. Infine tutti i corpi luminosi sono stati sostituiti con lampade più efficienti.

Le attività scolastiche potranno iniziare regolarmente ai primi di settembre“, ha assicurato Frötscher.

Il risanamento energetico degli immobili comunali – in particolare degli edifici scolastici – è uno degli obiettivi fondamentali del programma di governo 2015-2020.

Il primo, radicale intervento di questo genere è stato effettuato presso la scuola media Karl Wolf, trasformata da edificio di classe energetica E in CasaClima A. L’operazione è costata 2,85 milioni di euro ma ha permesso di ridurre i costi energetici annui da 80.000 a 30.000 euro. Inoltre l’edificio è stato allacciato alla rete del teleriscaldamento.

Un altro importante provvedimento per la tutela del clima è stato adottato con la decisione di procedere al risanamento energetico delle scuole Galilei e Wolkenstein di via Toti. I relativi lavori sono già iniziati in maggio. Poiché l’intervento è particolarmente oneroso sotto il profilo economico e costerà oltre tre milioni di euro, l’esecutivo ha deciso di procedere intanto, in un primo lotto, al risanamento del tetto.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Merano

Trauttmansdorff di sera: le più belle escursioni e i migliori scorci fotografici al Touriseum

Pubblicato

-

Venerdì 30 agosto al Touriseum di Merano, nell’ambito di “Trauttmansdorff di sera”, gli autori Judith Niederwanger e Alexander Pichler presenteranno il loro recente libro dedicato alle più belle escursioni e ai migliori scorci fotografici dell’Alto Adige. In lingua tedesca.

L’Alto Adige è una terra ricca di natura e di paesaggi mozzafiato. Un luogo ideale, quindi, per compiere escursioni scattando qualche bella fotografia. Ma quali sono i tour più emozionanti?

E le mete meno battute? E dove è possibile immortalare i motivi autunnali più suggestivi? Temi al centro del libro “Die schönsten Touren und Fotospots in Südtirol” (Le più belle escursioni e i migliori scorci fotografici dell’Alto Adige), che sarà presentato venerdì 30 agosto alle ore 19 al Touriseum, Museo provinciale del turismo di Merano.

Pubblicità
Pubblicità

Scritto da Judith Niederwanger e Alexander Pichler, noti sui social come la coppia del “Roter Rucksack”, il volume presenta una selezione di tour escursionistici corredati da splendide immagini dell’Alto Adige. Adatti sia a principianti che a esperti, i percorsi proposti conducono nei luoghi più famosi ma anche alla scoperta di quelli meno noti.

Il libro offre inoltre numerosi consigli per ottenere scatti d’autore e svela i dati GPS dei migliori scorci fotografici.

La presentazione si svolge nell’ambito dell’ultimo appuntamento 2019 con “Trauttmansdorff di sera”, la rassegna che ogni venerdì da giugno ad agosto, dalle ore 18 alle 23, permette di visitare i Giardini di Castel Trauttmansdorff al prezzo serale di 8,50 euro.

Vi è inoltre la possibilità di fare un aperitivo lungo al Cafè delle Palme vicino al Laghetto delle Ninfee ascoltando giovane musica altoatesina, partecipare a visite guidate serali e cenare nel ristorante Schlossgarten.

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Merano

Merano, la Giunta con il nuovo presidente SASA per la conversione del parco mezzi cittadino

Pubblicato

-

Martedì pomeriggio il sindaco Paul Rösch e l’assessora alla mobilità Madeleine Rohrer hanno ricevuto in municipio il nuovo presidente di SASA spa Francesco Morandi.

Nel corso del colloquio Rösch e Rohrer hanno ribadito l’importanza del trasporto pubblico per l’esecutivo meranese e si sono informati sui passi intrapresi da SASA per la conversione del parco mezzi in una flotta più sostenibile sotto il profilo ambientale.

Il nuovo piano urbano del traffico raccomanda per la città di Merano la progressiva sostituzione degli autobus in servizio con mezzi a emissioni zero. Per raggiungere questo obiettivo la Provincia e la SASA sono i nostri partner più importanti“, ha spiegato il sindaco Rösch.

Pubblicità
Pubblicità

Il trasporto pubblico – ha precisato Rohrer – rappresenta il 9% del modal split e il nostro proposito è di aumentare sensibilmente tale percentuale, perché esso rappresenta il fulcro della mobilità del futuro“.

Anche a Merano, con il rinnovo del parco mezzi, vogliamo dare inizio a una nuova era“, ha confermato Morandi.

A metà luglio SASA ha ricevuto il primo di 32 autobus ibridi di 12 metri di lunghezza. Gli altri automezzi stanno via via arrivando e vanno a sostituire il parco di autobus di linea operativi da oltre 12 anni. I bus ibridi vengono forniti a SASA dalla società Evobus (Mercedes).

Si tratta, nel dettaglio, di 8 autobus articolati di 18 metri di lunghezza, 20 autobus normali per il traffico cittadino di 12 metri e di 4 autobus più piccoli di 10 metri. Altri 6 autobus più piccoli verranno forniti da produttori diversi.

La Giunta provinciale ha deliberato il finanziamento dell’intero acquisto e a questo proposito ha stanziato 11,6 milioni di euro. La prossima fornitura di ulteriori 22 autobus ibridi è attesa per l’inizio del 2020. Per il loro acquisto la Provincia ha stanziato ulteriori 6,39 milioni di euro.

Nel lungo periodo puntiamo all’acquisizione di autobus ad emissioni zero, e in questo senso sono già stati fatti i primi passi, da parte della Provincia e del concessionario SASA. Nel 2013, infatti, sono stati acquistati 5 autobus ad idrogeno, all’inizio del 2019 è stato il turno di 5 autobus elettrici, e sempre quest’anno è stato deciso l’acquisto di altri 12 nuovi autobus ad idrogeno che entreranno in funzione alla fine del 2020“, ha fatto osservare Morandi.

Durante l’incontro è stato anche fatto cenno alla necessità di mettere a disposizione dei collaboratori di SASA nuovi locali presso il deposito di via Foro Boario. “Sono attualmente in corso trattative finalizzate a questo scopo e siamo fiduciosi di poter trovare a breve una soluzione“, ha assicurato Rösch.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza