Connect with us

BastianContrario

Piazza Matteotti, cerchietti colorati ci costano 160mila euro. Puglisi Ghizzi: “Soldi tolti alle necessità dei bolzanini”

Pubblicato

-

Una caXata pazzesca. Con questa frase il ragionier Fantozzi (personaggio cinematografico apprezzato bipartisan) ottenne 90 minuti di applausi, per aver dato, in fondo, un suo parere condiviso da tutti ma che nessuno aveva avuto il coraggio di esternare. Perciò oggi, e qui vi porgo la battuta su un piatto d’argento, fatemi fare un po’ il ragionier Ugo e fatemi esternare un pensiero, per la seconda volta. Fatemelo fare dopo i palazzi dipinti di Vettorato, che ho capito essere incentrati su una sorta di ‘urbanistica tattica‘ e sull’iniziativa di dipingere cerchietti colorati a terra che dei geni – non trovo altro aggettivo – vogliono realizzare in piazza Matteotti e vicinanze.

Ma in una zona dove il tessuto economico e sociale è stato aggredito maggiormente in città e dove la crisi è più sentita, la soluzione migliore che l’amministrazione trova è quella di scialacquare 160.000, dico centossessantamila euro in disegnetti colorati in piazza e sui marciapiedi? Ma in che mondo vivete ? Ma veramente pensate che il commercio di vicinato, le casse integrazioni che non arrivano, le difficoltà a fare la spesa, i prezzi degli affitti si risolvano con dei cerchietti colorati alla modica cifra di 160MILA?

Tra gli innumerevoli modi che avevamo per spendere questi denari c’era, volendo, l’investimento in presidi di sicurezza per far tornare i parenti a delle visite normali nelle case di riposo (tra l’altro nella zona ce ne sono due), perchè il vero degrado sociale è rappresentato da un’amministrazione che non sa assistere, alla bisogna, i propri cittadini.

E invece no, si pensa ad appaltare delle caxxate a pseudoartisti amici degli amici, suppongo. E la giustificazione? Certo, capiamo che a New York e a Milano funziona… infatti a Milano hanno chiuso migliaia di negozi e migliaia di lavoratori attendono i ristori o la cassa integrazione. Certamente, con il ‘culo al caldo’ come quello dei nostri amministratori le priorità sono altre.

E poi diciamola tutta, con ironia e per non piangere: a New York e Milano funziona anche la Borsa Valori. Fatene una anche a Bolzano e quotate in borsa le vostre ‘caxxate’… diventereste ricchi.

Sotto, l’ex consigliere comunale di CasaPound Maurizio Puglisi Ghizzi

 

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza