Connect with us

Merano

“Romania submersa”: Merano incontra la cultura ladina

Pubblicato

-

Nell’ambito delle Settimane culturali ladine a Merano, martedì 2 ottobre, alle ore 19 al Palais Mamming Museum, Johannes Ortner terrà una conferenza sul tema della “Romania submersa” nel Burgraviato.

Ortner metterà in evidenza le affinità toponomastiche tra l’area ladina e la conca meranese. Affinità che attraversano come il filo rosso l’arco alpino e testimoniano la presenza di una “Romaniaalpina come elemento fondamentale della storia linguistica delle Alpi.

«Le affinità toponomastiche fra la Ladinia e il Tirolo sono per noi oggi quanto mai evidenti. Basti citare due esempi meranesi: Pardell, in origine denominazione di un maso, oggi Villa Erkerhaus in via Virgilio.

Pubblicità
Pubblicità

Il nome Pardell deriva dalla lingua romanza pradellu (praticello) e da pradella “appezzamento di terreno”.

«Il secondo esempio riguarda un altro maso storico di Maia AltaPuns(da puntes, che significa “ponti”.

Questo era il vecchio nome del maso Prüglbauer (poi divenuto Freihof). Indagando sull’origine dei nomi si stabilisce così un collegamento con le vicende politiche di Merano come terra di confine: dal Castrum Maiense ai Longobardi, ai Bavari, ai Franchi, a Corbiniano e ad Arbeo di Frisinga» conclude Ortner.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza