Connect with us

Bolzano

Si danno alla fuga dopo il furto all’Aldi di corso Libertà. Nei guai due marocchini

Pubblicato

-

Condividi questo articolo

Non sono poche le situazioni in cui le pattuglie della Squadra Volanti, durante i servizi di controllo sul territorio, vengono chiamate ad intervenire contro episodi di microcriminalità in supermercati o centri commerciali. Ieri mattina è stato uno dei quei momenti, quando al 112 è giunta una richiesta d’intervento, con la quale sono stati segnalati 2 ladri in fuga, dopo aver rubato della merce nel Supermercato “ALDI” di via Giulini.

Giunti sul posto nel giro di poco, con le preziose descrizioni fornite dal Personale addetto alla vigilanza gli Agenti di Polizia hanno notato uno dei soggetti corrispondenti alla descrizione mentre stava fuggendo verso la Piazza Vittoria. Raggiunto in breve tempo sul luogo indicato, i Poliziotti sono riusciti a bloccare il malfattore che si era dato alla fuga. L’altra pattuglia ha preso in consegna il secondo ladro, che rimasto invece all’interno dell’esercizio commerciale.

Una volta accompagnati entrambi gli individui negli Uffici della Questura, gli Agenti sono stati in grado di ricostruire l’accaduto nel Supermercato: uno dei responsabili aveva visto entrare i due giovani che, dopo aver riempito gli zaini, hanno oltrepassato le Casse senza pagare nulla. A questo punto ha richiesto l’intervento dell’Addetto alla vigilanza, riuscito a fermare uno dei 2 ladri e a farsi mostrare la refurtiva contenuta nello zaino, del valore superiore a 100 Euro, mentre l’altro è riuscito a fuggire per poi venire bloccato dalla Polizia qualche minuto dopo, Recuperato anche il secondo zaino con dentro la merce restituita agli esercenti.

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

I due soggetti identificati in Questura, sono entrambi cittadini marocchini rispettivamente di 25 e 22 anni, con a proprio carico precedenti per reati specifici, nonché irregolari sul territorio dello Stato.

All’esito dell’attività i due stranieri sono stati denunciati in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria per il reato di furto aggravato. Visto l’accaduto, i precedenti a loro carico e la irregolare posizione in Italia, in parallelo con l’iter giudiziario il Questore della Provincia di Bolzano, Paolo Sartori, ha emesso a loro carico altrettanti Decreti di Espulsione, con contestuali Ordini di Allontanamento dal Territorio Nazionale.

Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Alto Adige3 settimane fa

È nato l’Osservatorio Economico UIL-SGK per l’Alto Adige: una nuova risorsa per il monitoraggio del mercato del lavoro

Arte e Cultura3 settimane fa

Tirolo: un paese diventato località turistica. Se ne parla in un libro

Alto Adige3 settimane fa

Due “pendolari” dello spaccio arrestati al Brennero e riportati subito in Austria

Alto Adige2 settimane fa

Proseguono i lavori per riaprire il passo Rombo e il passo dello Stelvio da oltre 5 metri di neve

Sport3 settimane fa

Il nuovo casino online ‘Instant Casino’ è l’Official Regional Partner della Juventus

Italia ed estero4 settimane fa

Chico Forti è rientrato in Italia dopo 24 anni

meteo3 settimane fa

Maltempo, la protezione civile emette l’allerta ordinaria (gialla)

Hi Tech e Ricerca4 settimane fa

Documenti elettronici: facciamo il punto sulla conservazione sostitutiva obbligatoria

Bolzano3 settimane fa

Ruba in un centro giovanile e aggredisce l’educatore. Arrestata giovane trentina

Bolzano3 settimane fa

I giovani imprenditori hanno bisogno di spazi, CNA e Comune uniscono le idee

Offerte lavoro3 settimane fa

Giustizia: concorso per diciannove posti a tempo indeterminato

Val Pusteria3 settimane fa

A San Candido un insolito curioso “caso” a lieto fine, grazie alla Polizia

Alto Adige3 settimane fa

Conferenze nelle scuole e visite alle Caserme dell’Arma: i Carabinieri incontrano oltre 1200 giovani studenti d’ogni ordine e grado

Politica4 settimane fa

L’aula del Consiglio regionale approva una mozione per il riconoscimento Istituzionale della “Bandiera Ladina”

Trentino3 settimane fa

Lavarone: dopo l’incendio si aspetta il nuovo Drago Vaia

Archivi

Categorie

più letti