Connect with us

Politica

Territorio forestale mangiato dalle coltivazioni agricole. Urzì: “Troppe le 200 richieste ogni anno”

Pubblicato

-

Duecento sono in media ogni anno in provincia di Bolzano le richieste di trasformazioni da bosco in verde agricolo. Si tratta di richieste di proprietari, per lo più coltivatori diretti, e la superficie convertita annualmente a livello provinciale raggiunge in media un’estensione da 80 a 100 ettari. Una grande parte di questi cambi di coltura riguarda aree che nel passato erano già utilizzate dall’agricoltura”.

Lo comunica l’assessore provinciale allo sviluppo del territorio e al paesaggio Maria Hochgruber Kuenzer in risposta ad un’interrogazione presentata dal consigliere di Fratelli d’Italia Alessandro Urzì che chiedeva di sapere quali fossero le procedure per la trasformazione di territorio forestale o naturale in agricolo e quali dimensioni di territorio forestale o naturale siano state convertite dal 2015 in agricolo “Per la trasformazione di territorio forestale in agricolo esiste una procedura apposita, ai sensi della legge provinciale Territorio e paesaggio” – spiega Kuenzer.

Il Comune con delibera della Giunta, avvia la procedura di trasformazione. Dopo la pubblicazione della delibera e della documentazione tecnica della trasformazione la Commissione per la trasformazione della destinazione d’uso da bosco, pascolo e verde alpino, verde agricolo o prato e pascolo alberato rilascia il suo parere. Segue la deliberazione del Consiglio comunale e infine il decreto dell’assessore provinciale competente per l’approvazione definitiva della trasformazione oppure, nei casi in cui la Commissione e il Consiglio comunale abbiano deciso differentemente sulla richiesta di trasformazione, la delibera della Giunta provinciale”.

Pubblicità
Pubblicità

Dati certi sul numero delle trasformazioni non ve ne sono. Scrive infatti l’assessore:  “La Ripartizione Natura, paesaggio e territorio non tiene un elenco del luogo e dei proprietari richiedenti delle trasformazioni. Nel Bollettino Ufficiale della Regione sono pubblicate le delibere della Giunta provinciale e i decreti dell’assessore competente, nelle quali sono indicati i dati delle parcelle catastali“.

Infine, Urzì chiedeva quali misure siano attuate per la preservazione degli attuali equilibri fra superfici agricole e forestali/naturali.

Molte trasformazioni – spiega l’assessore Hochgruber Kuenzer – sono state approvate parzialmente e in parte sono state anche rigettate completamente, per evitare di toccare elementi ecologici e paesaggistici di particolare pregio o settori boschivi di rilevante funzione protettiva o ricreazionale. Quasi sempre (le trasformazioni) sono correlate da dettagliate misure di mitigazione e di compensazione ecologico-paesaggistica, tra cui rimboschimento di aree disboscate di estensione simile delle aree di dissodamento, la realizzazione di stagni o di habitat umidi, la messa a dimora di siepi o di gruppi di alberi negli ambiti agricoli, la creazione di castagneti, di pascoli alberati, di frutteti ad alto fusto, nuovi elementi d’interconnessione ecologica, interventi di rinaturalizzazione su corsi d’acqua e altri misure di rivalutazione ecologica”.

“Importante – conclude l’assessore – è pure tenere le singole trasformazioni entro misure limitate e di evitare la creazione di nuove aree agricole in mezzo a formazioni boschive estese e compatte. Tenendosi a tutti questi criteri si riesce a preservare gli equilibri fra le superfici agricole e forestali/naturali”. Troppo poche le assicurazioni ricevute, rileva Urzì, non esiste nemmeno una certezza su quanto terreno boschivo sia stato consumato per scopi speculativi agricoli, ma non solo. 

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Arriva il Reddito di Libertà a sostegno delle donne vittime di violenza, come funziona
    Da qualche giorno è stato varato dal Governo un bonus , il reddito di libertà destinato alle donne vittima di violenza. Reddito di Libertà, cos’è Si tratta di un una misura molto attesa visto che... The post Arriva il Reddito di Libertà a sostegno delle donne vittime di violenza, come funziona appeared first on Benessere […]
  • Polizze assicurative per i turisti stranieri: previsto un fondo dal Ministero del Turismo
    Con l’arrivo della stagione estiva l’attenzione è puntata verso il turismo. Per questo, al fine di stimolare gli spostamenti, il Decreto Sostegni Bis prevede finanziamenti alle Regioni destinati al rimborso delle spese mediche ai turisti.... The post Polizze assicurative per i turisti stranieri: previsto un fondo dal Ministero del Turismo appeared first on Benessere Economico.
  • Il lavoro cambia e corre verso l’Hybrid Workplace, i vantaggi della “nuova normalità” e come introdurla
    Con la pandemia è emersa l’esigenza di trovare una nuova organizzazione del lavoro che cercasse di riadattare l’esperienza, trasferendo fuori dalla sede operativa la maggior parte delle attività lavorative. Questo processo ha iniziato a delineare... The post Il lavoro cambia e corre verso l’Hybrid Workplace, i vantaggi della “nuova normalità” e come introdurla appeared first […]
  • Aumentare le vendite online, consigli per migliorare le prestazioni del proprio e-commerce
    Il particolare periodo storico ha spinto molte attività a cercare soluzioni alternative per la vendita dei propri prodotti, una di queste è sicuramente l’apertura delle vetrina digitale con le vendita online. Qualsiasi imprenditore desideri aumentare... The post Aumentare le vendite online, consigli per migliorare le prestazioni del proprio e-commerce appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus affitto 2021: modifiche e novità per i beneficiari nel Decreto Sostegni bis
    Nei contributi a fondo perduto previsti dal Bonus affitto 2021 sono previsti nuovi beneficiari grazie all’ampliamento della platea dettata dal Decreto Sostegni Bis. Bonus affitto 2021, come funziona Definito dal Decreto Rilancio, il bonus affitto... The post Bonus affitto 2021: modifiche e novità per i beneficiari nel Decreto Sostegni bis appeared first on Benessere Economico.
  • Europa verso la limitazione di circolazione dei contanti: tetto a 10 mila euro
    La Commissione Europea sta lavorando ad un pacchetto di norme che limiterebbe la circolazione di contanti nei Paesi membri. Il pacchetto che potrebbe entrare in vigore nel 2024, propone di fissare in tutta Europa un... The post Europa verso la limitazione di circolazione dei contanti: tetto a 10 mila euro appeared first on Benessere Economico.
  • Indennità Covid una tantum per lavoratori autonomi e dipendenti: tutti i dettagli
    Fino al 30 settembre 2021 i lavoratori interessati potranno chiedere l’erogazione da parte dell’Inps della nuova indennità omnicomprensiva Covid-19 fin ad un massimo di 1600 euro una tantum prevista dal Decreto Sostegni Bis. Beneficiari dell’indennità... The post Indennità Covid una tantum per lavoratori autonomi e dipendenti: tutti i dettagli appeared first on Benessere Economico.
  • Voli low cost e figli minori, attenzione ai sovrapprezzi non dovuti dei biglietti aerei: ENAC avvia le indagini
    Con l’arrivo dell’estate, aumentano i viaggi, ma alcuni voli low cost per compensare le perdite subite in pandemia hanno deciso di applicare una “ tassa sul sedile”. Di cosa si tratta Si tratta semplicemente di... The post Voli low cost e figli minori, attenzione ai sovrapprezzi non dovuti dei biglietti aerei: ENAC avvia le indagini […]
  • Stop al rialzo dei prezzi della benzina, raggiunto accordo tra i Paesi produttori
    Dopo l’ultima impennata del costo del carburante che da mesi va avanti sia in Italia che all’estero, i Paesi produttori di petrolio hanno deciso di trovare un accordo per frenare questa tendenza. L’incremento La tendenza... The post Stop al rialzo dei prezzi della benzina, raggiunto accordo tra i Paesi produttori appeared first on Benessere Economico.
  • UE, parte il progetto “Euro Digitale”: 24 mesi di studi e valutazione per inserimento di una valuta digitale
    Dopo un consiglio direttivo, la Bce lancia il progetto “Euro Digitale” che avrà due anni di tempo per valutare gli aspetti di una valuta digitale e renderla disponibile a tutti. Progetto Euro Digitale Nonostante non... The post UE, parte il progetto “Euro Digitale”: 24 mesi di studi e valutazione per inserimento di una valuta digitale […]

Categorie

di tendenza