Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Alto Adige

Utilità cani anti Covid, Urzì: “Dati non chiari dall’assessore, chiesta un’ulteriore verifica”

Pubblicato

-

Condividi questo articolo




Pubblicità

Ho richiesto dati indiscutibilmente attendibili circa la validità del metodo a fronte dell’investimento di 150 mila euro messo in campo dalla Asl. Ed abbiamo ricavato un’unica certezza: non viene fornito con un certo criterio di attendibilità scientifica un solo dato che possa essere verificato e attesti la validità ed economicità del metodo“.

Così il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Alessandro Urzì sulla complicata vicenda dell’utilizzo di cani anti Covid per il controllo di prevenzione nelle scuole altoatesine. Un progetto che ad oggi si può considerare non riuscito e che ora, per la prima volta è approdato in consiglio provinciale.

“L’assessore Thomas Widmann oggi ha snocciolato cifre, incalzato dalle mie domande, anzi si è anche spazientito, ma non ha risposto alla mia principale domanda: quanti casi i cani hanno annusato come “positivi” e poi sono veramente risultati tali?

Pubblicità - La Voce di Bolzano



Attiva/Disattiva audio qui sotto

Pubblicità - La Voce di Bolzano

I dati forniti non prevedono questa equazione, si dice solo che sono stati “annusati” (senza specificare con quale risultato) 1219 mascherine di studenti delle scuole, alla fine miracolosamente compaiono 45 casi di positività (ma non è ben chiaro su quanti effettivamente segnalati) e 10 certamente indicati come positivi e che invece lo erano stati ma non lo erano più.

Inutile chiedere per tre volte la stessa cosa: ma quanti casi erano stati effettivamente segnalati dai cani per arrivare poi alla conferma dei 45 di “attuali positivi” di cui parla l’assessore?

Non è dato sapersi, rendendo così ancora incerto il giudizio quando su una questione così delicata e impegnativa (anche per le casse della Provincia) era richiesta una trasparenza assoluta. Si viene a sapere che si era pensato a questo sistema per i mercatini di Natale, ma poi essendo saltati i mercatini ci si è orientati verso le scuole.

Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

Di certo anche alla nostra domanda circa le evidenze scientifiche che abbiano suggerito all’Azienda sanitaria dell’Alto Adige di deliberare nell’ambito di un progetto di sperimentazione l’avvio di una procedura negoziata per l’affidamento diretto dell’incarico dell’addestramento e dell’impiego di unità cinofile per l’individuazione di persone positive al Covid-19 (per 150.000,00 euro + IVA) non è seguito nessun chiarimento. Si tratta di una sperimentazione, ha riferito laconicamente in aula l’assessore Widmann, dobbiamo provarle tutte, in sintesi.

Un esperimento certamente costoso. E dai risultati tutti dubbi.

Dubbi, tantissimi anche da parte degli addestratori di cani che ritengono che una preparazione adeguata a qualunque richiesta impieghi almeno un anno di preparazione degli animali – continua Urzì – non le poche settimane dimostrate da chi ha attivato questa sperimentazione ottenendo il sostegno dell’Asl.

Ora ho già richiesto nero su bianco i dati attuali, soprattutto chiedo quanti casi i cani abbiano segnalato e quanti di questi siano risultati effettivamente positivi o negativi, il dato che oggi non è stato fornito. E chiederò, ovviamente con la tutela della privacy, anche la segnalazione nominativa dei casi per singola scuola con richiesta di quando sia stata attuata l’operazione per un accertamento incrociato e reale.

Insomma abbiamo bisogno di statistiche e riscontri e non dichiarazioni di principio. Solo la scienza e i numeri reali possono confermare la validità eventuale del metodo“.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Italia ed estero30 minuti fa

Tre vittime dopo la valanga a Solden, anche un ferito perde la vita

Bolzano9 ore fa

Le forze dell’ordine vigilano i mercati di quartiere. Alcuni consigli pratici per i cittadini

Bolzano9 ore fa

Profumi e deodoranti rubati in cambio di droga. La Polizia denuncia un 33enne pregiudicato, espulso per 4 anni.

Merano11 ore fa

Procede senza sosta la lotta ai reati per i Carabinieri di Merano: identificato ladro di biciclette

Oltradige e Bassa Atesina11 ore fa

Auto contro il guardrail sulla statale 12 all’altezza di Laives

Bolzano Provincia12 ore fa

Presa dalla Polizia una coppia di truffatori campani. Per entrambi c’è il foglio di via del Questore.

Alto Adige1 giorno fa

Grave incidente sull’A22 vicino Bolzano sud, traffico in tilt

Bolzano1 giorno fa

I Carabinieri di Sarentino trovano uomo anziano, affetto da Alzheimer, disperso.

Alto Adige1 giorno fa

Commissaria europea favorevole all’Italia nel contenzioso sui transiti al Brennero

Oltradige e Bassa Atesina1 giorno fa

Gli rubano il portafogli. Agricoltore blocca i ladri e li consegna ai Carabinieri

Italia ed estero1 giorno fa

Speranze ridotte, secondo i vigili del fuoco, di ritrovare vivi i dispersi alla centrale idroelettrica

Bolzano1 giorno fa

Carabiniere di passaggio sventa furto in braceria a Bolzano e aiuta a identificare il ladro

Alto Adige2 giorni fa

Piove sul bagnato per Volksbank, per la quinta volta condannata a risarcire un azionista: oltre 50.000 euro

Alto Adige2 giorni fa

Lavoratori del turismo in rivolta in Val Gardena: denunciano ore extra non pagate

Trentino2 giorni fa

Rivolta con danneggiamenti nella prigione di Spini di Gardolo

Archivi

Categorie

più letti