Connect with us

Bolzano

Violenta rissa dopo le lezioni. Denunciati 5 allievi di una scuola media di Bolzano e uno è finito all’ospedale

Pubblicato

-

Condividi questo articolo




Pubblicità

Venerdì pomeriggio le pattuglie della Squadra “Volanti” della Polizia di Stato sono state inviate dalla Centrale Operativa della Questura all’uscita di una Scuola Media di Bolzano, a seguito di una richiesta di intervento per una violenta rissa tra allievi scoppiata al termine delle lezioni.

Sin da subito gli Agenti hanno provveduto a far soccorrere uno dei giovanissimi protagonisti di questo deprecabile episodio di violenza, avendo riportato una vistosa ferita sul sopracciglio destro. Trasportato in ambulanza al Pronto Soccorso è stato medicato dai Sanitari e dimesso con una prognosi di guarigione di 7 giorni s.c.

Dopo essere riusciti a ristabilire la calma tra i diversi ragazzini coinvolti nella rissa, gli Agenti hanno proceduto ad acquisire le prime testimonianze per ricostruire l’accaduto. Dai primi elementi raccolti è stato possibile accertare come un primo diverbio fosse sorto all’intervallo per un pallone non restituito da parte di uno dei minori coinvolti. Ciò aveva scatenato la reazione scomposta di un altro ragazzino, che, per questo motivo, si è scagliato con violenza contro il compagno di Scuola. Solo la campanella della ripresa dell’attività scolastica aveva fatto momentaneamente cessare le ostilità.

Pubblicità - La Voce di Bolzano



Attiva/Disattiva audio qui sotto

Pubblicità - La Voce di Bolzano

A lezioni concluse, i due si sono ritrovati all’esterno della Scuola e da lì è scaturita una rissa con calci e pugni tra due gruppetti contrapposti. Una decina i ragazzini coinvolti a vario titolo. Cinque di essi già identificati, tutti quattordicenni residenti a Bolzano. Terminati gli accertamenti di Polizia sono stati affidati ai genitori e denunciati alla Procura della Repubblica, al Tribunale per i Minorenni, per il reato di rissa e lesioni.

«Si è trattato di un grave episodio di violenza, sorto per futili motivi, che denota una situazione di disagio giovanile preoccupante – ha commentato il Questore della Provincia di Bolzano Paolo Sartori –. In tali contesti è di fondamentale importanza l’interazione tra le varie Istituzioni e le componenti sociali che hanno funzioni educative, in primo luogo le famiglie, allo scopo di far comprendere ai ragazzi, soprattutto quelli in età giovanissima, come in questo caso, il disvalore di determinati comportamenti e la gravità delle conseguenze che da essi ne derivano.»

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Arte e Cultura38 minuti fa

Novemila opere d’arte e svariati palazzi storici: ecco il patrimonio Inps

Laives1 ora fa

Estate più sicura grazie ai Carabinieri. A Laives l’incontro con il sindaco reggente Seppi

Bolzano2 ore fa

Violenta rissa dopo le lezioni. Denunciati 5 allievi di una scuola media di Bolzano e uno è finito all’ospedale

Bolzano2 ore fa

Ruba all’Eurospin e minaccia un dipendente: revocato il permesso di soggiorno

Sport2 ore fa

FC Südtirol Women: 10 e lode contro il Chieti

Sport14 ore fa

I biancorossi della primavera 2 vincono in rimonta a Brescia

Eventi14 ore fa

Dal Giro d’Italia al Südtirol Sellaronda HERO: i grandi eventi della Val Gardena in bicicletta

Alto Adige15 ore fa

Il vertice della Federazione Ambientalisti dal vescovo Ivo Muser

Alto Adige2 giorni fa

CNA Day celebra i mestieri e l’innovazione in piazza Matteotti

Alto Adige2 giorni fa

Donna olandese muore sull’a22, tra Egna e Bolzano Sud: nell’incidente altri tre feriti

Bolzano2 giorni fa

Straniero irregolare sorpreso a Bolzano, intervento dei Carabinieri in supporto agli uomini di “Strade Sicure”

Bolzano2 giorni fa

Chiusura temporanea per il bar “Mon Amour” a Bolzano, problemi di sicurezza e ordine pubblico

Bolzano2 giorni fa

Aggressione a un medico al pronto soccorso: nigeriano con precedenti penali denunciato

Sport2 giorni fa

Per l’FC Südtirol è un congedo senza punti con il Palermo

Laives3 giorni fa

Fogli di via, decreti espulsione, ordini di allontanamento, avvisi orali: controlli straordinari a Laives

Oltradige e Bassa Atesina6 giorni fa

Crea caos sull’autobus e poi al Pronto Soccorso, dove sferra una testata al vigilantes. Arrestato dai Carabinieri

Sport7 giorni fa

Podio alla prima stagionale per Manuela Gostner nel Ferrari Challenge Europe

Sport4 settimane fa

Tre punti pesantissimi conquistati dal Südtirol allo stadio “Luigi Ferraris” di Genova.

Eventi6 giorni fa

Promosso a pieni voti l’inverno: Movimënt si prepara a un’estate di novità

Bolzano4 settimane fa

Documenti di soggiorno falsi, arriva il foglio di via per due marocchini

Bolzano4 settimane fa

Due nuove sentenze (ora sette in totale) contro Volksbank: “vendita ingannevole di azioni”

Val Pusteria4 settimane fa

Brunico, arrestato un 20enne per detenzione e spaccio di stupefacenti. Sequestrati 200 grammi di droga per 344 dosi di cocaina e 1363 dosi di hashish

Oltradige e Bassa Atesina4 settimane fa

È tempo di sicurezza stradale per i “centauri” che transiteranno in Bassa Atesina e sui passi montani

Eventi6 giorni fa

Decimo anniversario della campagna di sensibilizzazione MutterNacht 2024. Sabato 11 maggio la giornata d’azione

Merano4 settimane fa

Psoriasi, a Merano l’ambulatorio specializzato nella diagnosi e nella cura. Fra Trentino e Alto Adige ne soffrono oltre 32 mila persone

Alto Adige3 settimane fa

Pronti a “pescare” le offerte dei fedeli con metro a nastro e scotch biadesivo in Chiesa: segnalati alle autorità

Sport4 settimane fa

Il Tour of the Alps è partito da Egna per a 47esima edizione

Bolzano3 settimane fa

Al via la seconda class action contro Volksbank. Oltre 26.000 azionisti hanno partecipato all’aumento di capitale del 2015-2016 per oltre 95 milioni di euro

Benessere e Salute4 settimane fa

Consegnato l’ambulatorio mobile alla Lilt

Italia ed estero4 settimane fa

La donna mussulmana? “Nel pollaio” ma non se ne parla

Archivi

Categorie

più letti