Connect with us

Politica

Boccia, un viaggio inutile? Kompatscher ed Svp: “Avanti come prima”

Pubblicato

-

Il NO di Boccia alle riaperture anticipate previste dal ddl provinciale è acqua fresca: già qualche minuto dopo la sua ripartenza da Bolzano, dopo la visita istituzionale di ieri (4 maggio), la Svp e il governatore Kompatscher in dichiarazioni separate, annunciano il proseguimento dei lavori per l’approvazione definitiva da parte del Consiglio della legge provinciale sulla fase 2.

Non cambia nulla, avanti con i lavori“, si legge in un post pubblicato dalla Volkspartei sul social (Confronto Boccia-Kompatscher su fase 2, Svp: “Dopo l’incontro non cambia nulla”).

Il ministro per gli Affari regionali e le autonomie aveva ribadito anche ieri la necessità di un atteggiamento prudente, che tenesse conto della data del 18 maggio quale punto di partenza per la concertazione a livello nazionale delle dinamiche differenziate che potranno portare ogni singolo territorio alla sua fase 2 personalizzata.

Pubblicità
Pubblicità

Una valutazione che porterà a definire in maniera più precisa le modalità della ripartenza in base alle differenziazioni territoriali e alle peculiarità della situazione sanitaria in ogni regione (Fase 2, Boccia richiama all’ordine: il ministro ripropone la linea del governo).

Si legge nella dichiarazione diffusa da governatore tramite il suo profilo social: “Durante l’incontro con il Ministro Francesco Boccia, tenutosi oggi a Bolzano, abbiamo affrontato il tema della gestione autonoma della fase 2. Ho illustrato al Ministro il disegno di legge provinciale in merito. Il Ministro non è favorevole a iniziative regionali che anticipino la ripartenza a prima del 18 maggio. Ha preso tuttavia atto che l’Alto Adige seguirà la via della propria legge provinciale. Il Ministro ha dimostrato grande disponibilità sui temi a carattere finanziario, nonché verso gli spostamenti in ambito Euregio e la tematica dei lavoratori stagionali per l’agricoltura“.

Un viaggio inutile, in definitiva, quello di Boccia. Ci si chiede ora se Roma deciderà di utilizzare i suoi 60 giorni di tempo per impugnare la decisione della Svp di proseguire con i lavori che porteranno all’approvazione della legge provinciale con riaperture dei primi esercizi commerciali già l’8 maggio e bar, ristoranti e servizi alla persona dall’11. Alberghi e strutture ricettive il 25 maggio (Conte dice no, Kompatscher dice sì: approvato il ddl per la fase 2 in Alto Adige). Si ripart,e ma mancano ancora le linee guida concordate con l’Inail per i diversi settori.

Da una parte si avverte la brezza dello scontro istituzionale, dall’altra ci sono altrettante ragioni per pensare che la reazione del governo potrebbe essere nulla.

Del resto lo stesso Boccia, pur avendo cassato in modo netto l’idea del ddl locale, come anche lo stesso premier Conte, non ha fatto menzione alcuna (almeno sul posto) di un probabile ricorso al Tar o alla Corte costituzionale, contrariamente a quanto affermato lo scorso 30 aprile nel corso della videoconferenza sull’emergenza tenutasi tra Stato e regioni (Fase2, per Boccia sarà diffida sulle ordinanze autonome. Kompatscher: “Avanti con il ddl”  – Fase 2, Conte: “Nessuna iniziativa locale consentita. Sicurezza prima del consenso”).

La provincia di Bolzano è in una condizione che oggi si può definire di controllo e sicurezza, ma è a rischio come tutte le altre regioni italiane”, ha detto Boccia e pur avendo ribadito che solo dal 18 maggio le Regioni potranno prendere delle decisioni sulla base dei monitoraggi effettuati a livello territoriale, è stato comunicato che ‘riguardo al disegno di legge della Giunta il confronto a livello tecnico è tuttora in corso e il ministero esprimerà le proprie valutazioni quando ci sarà il testo finale’.

Sarebbe stato dunque il caso di risparmiare agli altoatesini e al resto degli italiani lo spreco di denaro pubblico per questo confronto, soprattutto nell’era che anche per l’Italia segna gli albori di una crisi economica post pandemia senza precedenti.

Avanti con il ddl dunque. Per arrivare alla conclusione di uno ‘statement’ di così alto livello istituzionale, in definitiva bastava una telefonata.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey
    L’anno del Covid è stato anche l’anno dello smart working, un’autentica rivoluzione per molti lavoratori e l’Istituto Mckinsey fa luce sulle trasformazioni a cui il mondo del lavoro dovrà adeguarsi. Il report Mckinsey Alla crisi... The post Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey appeared first on Benessere Economico.
  • Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo
    Le dinamiche di internet hanno ormai cambiato le logiche di progettazione e di prenotazione della vacanza. A questo, si aggiungono gli sconvolgimenti finanziari che sono alla base delle crisi economiche innescando meccanismo viziosi. Il mercato... The post Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo appeared first on Benessere Economico.
  • Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti
    Il mondo cambia in fretta, a volte più velocemente di quanto previsto. In questo senso l’arrivo del Covid ha straordinariamente accelerato tutti i processi: da quelli economici, ai naturali fino a quelli lavorativi. Il lavoro... The post Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti appeared first on Benessere […]
  • Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli
    Negli ultimi anni gli imprenditori agricoli under 35 sono aumentati del 12%. Per facilitare questa transizione verso la terra esistono possibilità come ISMEA che permette di aiutare, anche economicamente i giovani che scelgono questa strada.... The post Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli appeared first on Benessere Economico.
  • Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare
    La svolta crescente dell’online parla anche di risparmio e sostenibilità ecco perché le bollette cartacee sono ormai superate. L’arrivo del digitale ha convertito molti utenti ad entrare nel circuito delle bollette online, pagabili su rete... The post Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare appeared first on Benessere Economico.
  • Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco
    L’Agenzia delle Entrate rinforza l’organico e assume due mila “ agenti segreti” per potenziare la lotta all’evasione. Con i fondi del Recovery Fund arriveranno anche nuove assunzioni mirate proprio a rinforzare il campo della lotta... The post Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco appeared first on Benessere Economico.
  • Rivoluzione demografica, la tendenza si sposta verso la Silver Economy
    Negli ultimi decenni la struttura demografica e sociale dell’Europa e del mondo è cambiata in profondità e questa dinamica continuerà a prestare i suoi effetti anche in futuro. Per questo motivo, le istituzioni comunitarie devono... The post Rivoluzione demografica, la tendenza si sposta verso la Silver Economy appeared first on Benessere Economico.
  • Cambiamento climatico come opportunità di investimento: i settori più richiesti nei prossimi anni
    Con le esigenze dei Paesi costretti ad evolversi per adattarsi ai tempi e al mondo che si trasforma, il cambiamento climatico diventa un’opportunità di investimento a lungo termine. Un occasione per tutti di cogliere questo... The post Cambiamento climatico come opportunità di investimento: i settori più richiesti nei prossimi anni appeared first on Benessere Economico.
  • Rivoluzione nel mondo dello sport, nasce il lavoratore sportivo: più tutele e diritti
    Dopo lo shock delle chiusure e la rabbia per essere stati una delle categorie invisibili agli occhi del Governo, i lavoratori del mondo dello sport possono gioire per il primo contratto con tutele, contributi e... The post Rivoluzione nel mondo dello sport, nasce il lavoratore sportivo: più tutele e diritti appeared first on Benessere Economico.
  • Cartelle esattoriali 2021: dal 1 maggio riparte la riscossione
    In molti si aspettavano un allungamento dei tempi, ma la macchina di notifica e riscossione delle cartelle esattoriali sospese ripartirà il 1 maggio 2021. La notificazione degli atti riguarderanno anche pignoramenti e avvisi di accertamento,... The post Cartelle esattoriali 2021: dal 1 maggio riparte la riscossione appeared first on Benessere Economico.

Categorie

di tendenza