Connect with us

Politica

Chiusura via Zancani, Oliveri e Lavorgna: “Disagi inutili agli automobilisti per ridurre il traffico”

Pubblicato

-

Condividi questo articolo

È iniziata il 27 febbraio la trasformazione in via sperimentale di via Camillo Zancani in strada residenziale, con la conseguente chiusura al traffico del tratto interessato, accesso riservato solo a residenti e taxi e un senso unico alternato.

Velocità massima, 20 km orari. La sperimentazione durerà sei mesi. Ma il cambiamento ha provocato seri disagi agli automobilisti in transito. L’accesso alla “zona rossa” a quanto pare renderebbe più difficile la vita anche a chi ha il permesso.

Che si tratti dell’ennesimo pasticcio dell’assessora comunale Maria Laura Lorenzini? Sulla questione intervengono Valerio Lavorgna, consigliere di circoscrizione del quartiere Gries-San Quirino per L’Alto Adige nel Cuore e Rosanna Oliveri, portavoce di L’Alto Adige nel cuore per la mobilità e presidente del Comitato no Tram, che da subito si era dichiarata molto scettica a proposito delle modifiche in atto nella zona.

Pubblicità - La Voce di Bolzano



Attiva/Disattiva audio qui sotto

Pubblicità - La Voce di Bolzano

La trasformazione di queste vie in strade residenziali non fa altro che spostare il traffico sulle arterie percorribili rimaste – dice Oliveri – . Il Comune farebbe meglio a concentrarsi sulla circonvallazione“.

Dal giorno di inizio della sperimentazione ho ricevuto numerose segnalazioni da parte di cittadini irritati – sottolinea Lavorgna – che si lamentano dell’impossibilità di transitare attraverso questa importante arteria di collegamento nel quartiere Gries – San Quirino.

Cosa significa la chiusura? In pratica potranno accedervi solo i veicoli muniti di bollino rosso e pochi altri. La velocità massima sarà di 20 km/h e vigerà l’obbligo di dare la precedenza ai pedoni e ai ciclisti. 

Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

Si tratta del primo esperimento di via residenziale, al quale con molta probabilità faranno seguito Via delle Fucine, Via Capri ed altre ancora (inizialmente la sperimentazione era pensata per 11 arterie, ma poi si è ridotta alla sola via Zancani ndr). Ritengo che in questo caso specifico l’impatto sulla viabilità generale sia scarso e che i benefici a favore dei residenti siano maggiori e giustifichino l’intervento!”.

Conclude Lavorgna: “In linea generale però il creare disagi per spingere i cittadini ad abbandonare l’auto non mi trova d’accordo. Non smetterò mai di ripetere che l’unico modo per spingere i cittadini ad abbandonare l’auto sia quello di creare delle alternative valide.

Poter abbandonare l’auto e vivere una vita ‘lenta’ è un privilegio che non tutti si possono permettere“.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Oltradige e Bassa Atesina2 settimane fa

Crea caos sull’autobus e poi al Pronto Soccorso, dove sferra una testata al vigilantes. Arrestato dai Carabinieri

Sport2 settimane fa

Podio alla prima stagionale per Manuela Gostner nel Ferrari Challenge Europe

Eventi2 settimane fa

Promosso a pieni voti l’inverno: Movimënt si prepara a un’estate di novità

Eventi2 settimane fa

Decimo anniversario della campagna di sensibilizzazione MutterNacht 2024. Sabato 11 maggio la giornata d’azione

Alto Adige4 settimane fa

Pronti a “pescare” le offerte dei fedeli con metro a nastro e scotch biadesivo in Chiesa: segnalati alle autorità

Trentino2 settimane fa

La sfida lanciata dal modello cooperativo all’industria discografica. Se ne parla al Festival dell’Economia di Trento

Alto Adige4 settimane fa

Proseguono a raffica arresti, denunce e tre decreti di espulsione anche in un 25 aprile “tranquillo”

Alto Adige2 settimane fa

Giustizia riparativa: Kofler: «uno strumento efficace per la nostra comunità»

Bolzano4 settimane fa

Tentano la rapina e scatta una rissa. Espulsi tre cittadini marocchini

Alto Adige4 settimane fa

Espulsi madre e figlio per violenze sessuali, riti magici, obbligo del velo e lesioni sulla giovane moglie e nuora

Consigliati3 settimane fa

Scommesse sportive con deposito minimo basso

Bolzano2 settimane fa

Aggressione a un medico al pronto soccorso: nigeriano con precedenti penali denunciato

Bolzano3 settimane fa

Aggressione in discoteca: giovane percosso e contuso. Scattano gli accertamenti di pubblica sicurezza

Oltradige e Bassa Atesina3 settimane fa

Crede di trovarsi di fronte ad un’occasione imperdibile, ma è tutta una truffa

Laives2 settimane fa

Impianto sportivo Galizia a Laives, con la Provincia aperto il discorso per la riqualificazione totale

Archivi

Categorie

più letti