Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Benessere e Salute

Come avviene un richiamo di prodotti alimentari? Mangiare, bere ed altre delizie: lo sapevate che…?

Pubblicato

-

Capita con una certa frequenza che un prodotto alimentare venga richiamato. Le ragioni sono spesso legate alla possibile presenza di corpi estranei, come parti di plastica o schegge di vetro oppure una probabile contaminazione con batteri patogeni, come la salmonella o la listeria.

Secondo il regolamento UE, le aziende alimentari sono responsabili della sicurezza dei loro prodotti. Alimenti a rischio non possono essere immessi sul mercato. Non appena un’azienda alimentare apprende – attraverso autocontrolli, indagini da parte di autorità addette o segnalazioni di clienti – che un determinato alimento non è sicuro, è tenuta a reagire immediatamente, ossia deve prendere misure volte a tutelare i consumatori e informare le autorità competenti del prodotto a rischio e delle misure adottate.

Se il prodotto in questione non è ancora stato venduto ai consumatori, l’azienda chiede ai propri partner commerciali di rimuovere la merce dagli scaffali e dal magazzino. In genere, il pubblico non viene nemmeno a conoscenza di questi ritiri.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Se, invece, il prodotto è già stato venduto ai consumatori, si rende necessario un richiamo pubblico. In questi casi, i consumatori vengono messi in guardia dal consumo di tale prodotto mediante avvisi esposti nei punti vendita e comunicazioni su internet oppure in altri media, invitando a restituire il prodotto già acquistato, in cambio di un prodotto sostitutivo“, spiega Silke Raffeiner, nutrizionista presso il Centro Tutela Consumatori Utenti.

In Italia, le aziende alimentari sono obbligate a segnalare i richiami al Ministero della Salute, il quale a sua volta li pubblica nella sezione corrispondente del proprio portale internet. Inoltre, le autorità nazionali si avvalgono del Sistema europeo di allerta rapido per alimenti e mangimi RASFF (Rapid Alert System for Food and Feed), affinché anche le autorità di altri Paesi vengano informate tempestivamente del richiamo di un dato prodotto.

L’organizzazione internazionale per la tutela dei consumatori foodwatch critica il fatto che, il più delle volte, i consumatori vengono informati troppo tardi sugli alimenti a rischio: la maggior parte dei distributori di prodotti alimentari non utilizzerebbe, infatti, tutti i canali di comunicazione a propria disposizione per avvertire degli alimenti a rischio, e le autorità sarebbero spesso troppo lente nell’informare la popolazione.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Politica7 minuti fa

Corti dei Conti, il Consiglio provinciale potrà indicare 2 consiglieri della Sezione di controllo

Alto Adige13 minuti fa

All’incrocio tra la statale della Val Badia e la provinciale di Piccolino, per motivi di sicurezza, verrà costruita una rotonda

Politica18 minuti fa

Democrazia diretta: referendum confermativo di domenica 29 maggio

Alto Adige15 ore fa

Incendio del camion in A22, a prendere fuoco è stato anche un camper: una persona è rimasta ferita

Bolzano15 ore fa

Scivola e sbatte contro i tronchi, ferito operaio 29 enne di Appiano

Alto Adige15 ore fa

La Provincia è al lavoro per identificare le strategie volte a garantire in futuro l’assistenza a lungo termine

Merano16 ore fa

Bonaldi incontra Dal Medico: «Mercato prioritario e l’idea di un Four you Meranese»

Politica16 ore fa

Il presidente Kompatscher invita gli aventi diritto al voto a partecipare al referendum di domenica

Alto Adige17 ore fa

Auto nuove per persone con disabilità, in Alto Adige le immatricolazioni non sono possibili

Politica17 ore fa

La presidente del Consiglio: “Partecipate al referendum di domenica”

Arte e Cultura18 ore fa

Archeoart: il fondo librario passa alla “Claudia Augusta”

Politica18 ore fa

Bolzano, servizio pubblico carente in orario serale e notturno, Urzì interroga la Provincia

Alto Adige18 ore fa

Trattore si ribalta tra Termeno e Sella: una persona rimane gravemente ferita

Bressanone19 ore fa

A22, camion prende fuoco sulla corsia sud dopo l’uscita di Varna – IL VIDEO

Alto Adige19 ore fa

Coronavirus: 16 casi positivi da PCR e 167 test antigenici positivi

Bolzano3 settimane fa

Bolzano, alla fermata dell’autobus trovato il corpo senza vita di un 60enne

Alto Adige4 settimane fa

Coronavirus: 8 casi positivi da PCR e 124 test antigenici positivi

Alto Adige3 settimane fa

Coronavirus: 45 casi positivi da PCR e 496 test antigenici positivi

Bolzano3 settimane fa

Il Lido di Bolzano riapre al pubblico sabato 21 maggio: tariffe invariate

Sport3 settimane fa

Biglietti FC Südtirol – Modena. Le modalità di acquisto dei ticket per gara-3 della Supercoppa di Serie C 2022

Bolzano2 settimane fa

Eroina e kit per lo spaccio: coppia arrestata a Don Bosco dalla Polizia

Merano3 settimane fa

Referendum abrogativi popolari del 12 giugno 2022

Alto Adige2 settimane fa

Bolzano: controlli della Polizia di Stato nel capoluogo, un denunciato per detenzione di cocaina e due espulsioni

Bolzano3 settimane fa

Bolzano, sgomberato uno stabile in disuso: tunisino aggredisce 4 agenti, arrestato

Musica4 settimane fa

Bolzano Festival Bozen 2022 «Musica senza confini»

Alto Adige2 settimane fa

Coronavirus: tre i nuovi decessi, inoltre14 casi positivi da PCR e 536 test antigenici positivi

Benessere e Salute4 settimane fa

Come avviene un richiamo di prodotti alimentari? Mangiare, bere ed altre delizie: lo sapevate che…?

Società4 settimane fa

Anziani: Deeg ha incontrato il direttivo dell’Associazione pensionati

Vita & Famiglia3 settimane fa

DDL Zan. Coghe, Pro Vita Famiglia: emergenza omofobia è fake news

Italia ed estero3 settimane fa

Politica energetica: energia solare invece di armamenti militari

Archivi

Categorie

di tendenza