Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Alto Adige

Contributi Covid: truffa allo Stato per 70mila euro. Rinviati a giudizio due stranieri con negozio a Don Bosco

Pubblicato

-

Guai penali in vista per due commercianti stranieri con attività a Bolzano, accusati di truffa ai danni dello Stato. Gli extracomunitari avrebbero frodato ben 70mila euro di contributi ottenuti presentando dei documenti fasulli.

L’indagine, avviata mesi fa dalla Guardia di Finanza, ha portato alla richiesta di due rinvii a giudizio per le richieste illecite di contributi legati alla crisi dell’emergenza sanitaria.

Uno dei due risulta gestire l’esercizio, situato nel quartiere Don Bosco, l’altro invece sarebbe un complice. Il capo di imputazione è ora testualmente “indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato”.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

A segnalare i truffatori è stato il commercialista al quale si erano rivolti per avanzare la domanda di erogazione che era stata presentata il 14 luglio del 2020 sulla scia del ‘Decreto rilancio’.

Secondo le finte dichiarazioni presentate dal gestore, il negozio nel 2019 avrebbe addirittura raggiunto un fatturato di 350 mila euro nel solo mese di aprile.

Da qui la percezione indebita della somma contributiva particolarmente alta. A momento dell’intervento, le Fiamme Gialle hanno però dovuto constatare che parte della somma era già stata prelevata.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza