Connect with us

Alto Adige

Finisce incrodata sul Catinaccio: 18 enne altoatesina salvata dal soccorso alpino

Pubblicato

-

Condividi questo articolo

Si è concluso intorno alle 16.30 un lungo intervento per prestare soccorso a un’escursionista altoatesina di 18 anni nel gruppo del Catinaccio.

La ragazza stava percorrendo la ferrata Laurenzi al Molignon quando in un tratto senza cordino metallico ha perso la traccia del sentiero a causa della scarsa visibilità dovuta alla presenza di nebbia, finendo incrodata su una cengia friabile in una zona molto impervia e instabile, a una quota di circa 2.700 m.s.l.m..

L’escursionista, illesa ma in difficoltà a muoversi, ha chiesto aiuto al Numero Unico per le Emergenze 112 intorno alle 12.30. 

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

La Centrale Unica di Trentino Emergenza ha chiesto l’intervento dell’elicottero che è volato a Pozza di Fassa per imbarcare due operatori della Stazione Centro Fassa.

Salito in quota, dopo alcuni tentativi di avvicinamento resi difficili dalla nebbia, l’elicottero ha individuato l’escursionista ed ha verricellato il Tecnico di elisoccorso e i due soccorritori del Soccorso Alpino a distanza di sicurezza per evitare che la roccia friabile si staccasse.

In una seconda rotazione è stato trasferito in quota un quarto soccorritore per dare supporto nelle operazioni di recupero.

Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

Dopo aver raggiunto l’escursionista, i soccorritori hanno attrezzato un traverso di 50 metri con una corda fissa per riportarla in sicurezza sulla traccia della ferrata.

Una volta giunti sul sentiero la scarsa visibilità non ha consentito all’elicottero di volare in quota per il recupero. I soccorritori e l’escursionista, illesa, sono scesi a piedi fino al rifugio Antermoia, dove la ragazza si è fermata per rientrare in autonomia.

I soccorritori, invece, hanno proseguito a piedi fino alla parte alta della valle Udai, dove al limitare delle nebbie sono stati recuperati dall’elicottero.

NEWSLETTER

Oltradige e Bassa Atesina2 settimane fa

Crea caos sull’autobus e poi al Pronto Soccorso, dove sferra una testata al vigilantes. Arrestato dai Carabinieri

Sport2 settimane fa

Podio alla prima stagionale per Manuela Gostner nel Ferrari Challenge Europe

Eventi2 settimane fa

Promosso a pieni voti l’inverno: Movimënt si prepara a un’estate di novità

Eventi2 settimane fa

Decimo anniversario della campagna di sensibilizzazione MutterNacht 2024. Sabato 11 maggio la giornata d’azione

Alto Adige4 settimane fa

Pronti a “pescare” le offerte dei fedeli con metro a nastro e scotch biadesivo in Chiesa: segnalati alle autorità

Trentino2 settimane fa

La sfida lanciata dal modello cooperativo all’industria discografica. Se ne parla al Festival dell’Economia di Trento

Alto Adige4 settimane fa

Proseguono a raffica arresti, denunce e tre decreti di espulsione anche in un 25 aprile “tranquillo”

Oltradige e Bassa Atesina3 settimane fa

Crede di trovarsi di fronte ad un’occasione imperdibile, ma è tutta una truffa

Alto Adige2 settimane fa

Giustizia riparativa: Kofler: «uno strumento efficace per la nostra comunità»

Società4 settimane fa

Quindici giovani talenti della ricerca scientifica: workshop interdisciplinare Laimburg-Berlino

Alto Adige4 settimane fa

Espulsi madre e figlio per violenze sessuali, riti magici, obbligo del velo e lesioni sulla giovane moglie e nuora

Consigliati3 settimane fa

Scommesse sportive con deposito minimo basso

Bolzano2 settimane fa

Aggressione a un medico al pronto soccorso: nigeriano con precedenti penali denunciato

Bolzano3 settimane fa

Aggressione in discoteca: giovane percosso e contuso. Scattano gli accertamenti di pubblica sicurezza

Laives2 settimane fa

Impianto sportivo Galizia a Laives, con la Provincia aperto il discorso per la riqualificazione totale

Archivi

Categorie

più letti