Connect with us

Lifestyle

Non solo vestiti a noleggio: oggi la renting economy è allargata a tutto

Pubblicato

-

Non solo vestiti a noleggio, ma molto altro a partire dai quadri d’autore: con 25 sterline al mese si più affittare un’opera d’arte originale ed il costo è per ogni singola opera.

L’iPhone XR (256) il cui costo al pubblico si aggira sui mille euro, è offerto dalle compagnie telefoniche a 40 euro al mese comprensive del canone.

Il sito rentfashionbag offre in noleggio l’inarrivabile borsa Birkin: il modello base costa 7 mila euro e lo si può avere a 250 euro a settimana.

Pubblicità
Pubblicità

Per non dimenticare le autovetture. Il Suv Bmw che costa 45 mila euro, lo si può noleggiare a 280 euro mensili.

Quindi non solo vestiti come avevamo scritto nel precedente articolo, ma anche accessori e componenti d’arredo basta che facciano parte del mondo del lusso.

Parliamo di sharing  e renting economy che in Italia vale già 21 miliardi di euro e che intercetta soprattutto i giovani.

Un’opportunità che non è sfuggita a Ikea che ha in progetto nel breve termine di immettere sul mercato mobili a noleggio.

Basta guardarsi attorno e prima di procedere ad un’ acquisto, si trova sicuramente l’alternativa del noleggio: tagliaerba, elettrodomestici, strumenti musicali, stoviglie e posate, gazebo per cerimonie all’aperto: di certo attorno a noi c’è la risposta alle nostre richieste.

Un italiano su due preferisce noleggiare il cellulare, il 60% l’autovettura, il 10% gli elettrodomestici o le attrezzature sportive. L’11% è disponibile al noleggio a lungo termine di attrezzatura per la manutenzione della casa e del giardino; il 7% lo è per gli articoli per l’infanzia ed il 50% degli italiani considera il noleggio una vantaggiosa opportunità.

Ovviamente il canale commerciale è internet dove abbondano i siti specializzati, ma anche quelli di noleggio tra privati. Ad esempio su noleggioinunclick.it si possono trovare svariati articoli che vanno dall’impianto per la videosorveglianza, al drone oppure una videocamera professionale con una spesa che va da 35 a 200 euro.

Invece mammamamma.it offre tutta la gamma degli articoli per bambini dal tiralatte al box. Un gioiello per una serata speciale? Ci pensa monluxe.com . Quadri e opere d’arte in genere? Ecco locloc.it. Insomma con pochi soldi si va dal salvare l’apparenza a contenere le spese ed alla fine il noleggio è da valutare.

Pubblicità
Pubblicità

Lifestyle

Ferragosto: carne e birra i prodotti preferiti dagli italiani

Pubblicato

-

Piena estate, agosto, un evento tra tutti rappresenta il popolo italiano e la voglia di festeggiare: stiamo parlando di Ferragosto e della mitica grigliata. 

Non importa se fa caldo o se piove, se si è al mare o in montagna, se si è in vacanza oppure se ci si deve accontentare di una gita fuori porta in giornata, quello che conta è che il 15 d’agosto ci si possa riunire intorno alla griglia per la tradizionale grigliata di Ferragosto.

A questo proposito Tiendeo.com, compagnia leader nei servizi drive-to-store per il settore retail, ha realizzato in concomitanza del grande evento uno studio sulle abitudini di acquisto (e di festeggiamenti) degli italiani. 

Pubblicità
Pubblicità

Aumento del 22% nelle ricerche di barbecue

Un dato che lascia sorpresi: per quest’anno si prevede un aumento nelle ricerche di barbecue del 22% in occasione di Ferragosto. I punti vendita coinvolti da questo boom di ricerche sono la grande distribuzione ma anche tutti quelli del settore bricolage e fai-da-te. 

Negli anni precedenti era già stato registrato un aumento crescente nella ricerca di barbecue e griglie, tendenza che viene confermata anche quest’estate.

La birra non ha rivali

Passando invece al bere, gli italiani scelgono la birra. Non ci sono dubbi, a Ferragosto, probabilmente per una questione di temperatura, la birra è la bibita ufficiale dei festeggiamenti.

Secondo lo studio realizzato il distacco della birra rispetto all’altro grande classico delle tavole italiane, il vino, è addirittura del +230%. Complice il gran caldo, le abitudini alimentari sorprendono e si definiscono in modo netto.

Carne o pesce?

Anche quest’anno gli italiani confermano la loro fedeltà alla carne, che supera il pesce nelle ricerche del 49%. 

Fanno eccezione i gamberi che resistono in un testa a testa con le salsicce, distanziandosi dalla tendenza della categoria merceologica di appartenenza e affermandosi come il prodotto di pescheria più ricercato dagli italiani (18%).

Il podio della griglia: pollo, hamburger e salsicce

Riguardo al tipo di carne il re indiscusso della grigliata di Ferragosto è il pollo, che si aggiudica ben il 37% delle ricerche. A seguire, in seconda posizione gli hamburger, con il 14% delle ricerche, e le immancabili salsicce, 11%. 

Il filetto rimane in fondo alla classifica, confermando la connotazione principale di questo evento: godere della semplicità della nostra cucina ma soprattutto del suo aspetto conviviale, che ne fa un’occasione perfetta per condividere momenti piacevoli con le persone care.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Lifestyle

Estate bolzanina, il 9 agosto torna “Calici di Stelle”

Pubblicato

-

È in programma venerdì 9 agosto il brindisi più atteso dell’estate bolzanina, quello di Calici di Stelle.

Nell’edizione numero 21 della manifestazione i migliori vini del territorio tornano a presentarsi a ospiti e residenti nella tradizionale e suggestiva location dei Portici.

Diciotto i produttori che a partire dalle 18 e fino alle 24 proporranno a Calici di Stelle 2019 le loro migliori etichette: Cantina Bolzano, Griesbauerhof, Heinrichshof, Larcherhof, Tenuta Loacker, Malojer Gummerhof, Messnerhof, Obermoser, Pfannenstielhof, Pitsch am Bach, Plonerhof, Reyter, Tenuta Rottensteiner, Thurnhof, Unterganzner, Untermoserhof, Waldgries e Zundlhof.

Pubblicità
Pubblicità

Anche i buongustai troveranno pane per i loro denti. Tanti gli stand dove poter degustare deliziose specialità gastronomiche. Tra questi: Panificio Franziskaner, il Consorzio Tutela Speck Alto Adige, Pur Südtirol, il ristorante Vögele, Amò La Prelibateria, il marchio “Qualità Alto Adige – Carne bovina” e Mila.

I buoni per la degustazione dei vini potranno essere acquistati presso una delle casse in via Portici, piazza Municipio o piazza del Grano, dalle ore 18:30 alle ore 23:30. Presso le casse potranno essere ritirati anche i bicchieri per i quali dovrà essere pagata una cauzione.

La manifestazione Calici di Stelle è organizzata dall’associazione “Lorenzinacht – Calici di Stelle” e dall’Azienda di Soggiorno e Turismo di Bolzano, con il patrocinio del Comune di Bolzano e con il sostegno della Cassa Rurale di Bolzano. Preziosa la collaborazione dei produttori di vini.

La città vanta più di 20 cantine nelle quali vengono imbottigliati ottimi vini. Le oltre 200 famiglie di viticoltori preservano da numerose generazioni con competenza e sensibilità la produzione locale e sue espressioni tipiche.

Due sono i vitigni sinonimo di qualità: il famoso Lagrein dal colore rosso rubino e sapore vellutato, che veniva bevuto già nel Medioevo, e il Santa Maddalena, che deriva dal vitigno della Schiava. Il suo gusto aromatico è completato da una piccola percentuale di Lagrein o Pinot nero rintracciabile anche nelle diverse fragranze alla ciliegia matura, alla viola e alla mandorla. La manifestazione Calici di Stelle pone in primo piano questi punti di forza economici e culturali.

Santa Maddalena Bistro

Piazza Municipio si trasformerà per una sera nel „Bistro Santa Maddalena“. Allestito dal “Consorzio Tutela Vino Santa Maddalena”, offrirà la possibilità di conoscere da vicino uno dei vini di Bolzano per eccellenza. Le degustazioni saranno accompagnate dai piatti preparati dagli chef del ristorante “Italia&Amore”.

Bacchus Urbanus, visita guidata

Tra le novità della 21° edizione gli organizzatori hanno previsto una visita guidata con una guida turistica esperta e Leopold Larcher, sommelier e brand ambassador del S. Maddalena, nelle zone produttive di produzione cittadine dei vini autoctoni S. Maddalena e Lagrein e degustazione finale presso “Calici di Stelle”. Per chi fosse interessato si prega di rivolgersi all’Azienda di Soggiorno e Turismo di Bolzano.

Non solo vino

Anche quest’anno la SEAB, municipalizzata di Bolzano, sarà presente a Calici di Stelle con uno stand per offrire ai visitatori un bicchiere di acqua fresca di Bolzano e far conoscere tutti i segreti dell’acqua che scorre nell’acquedotto della città.

Una sera al museo

Come nelle passate edizioni il Museo Archeologico rimarrà aperto fino alle ore 21. Prima delle degustazioni i visitatori di Calici di stelle avranno la possibilità di visitare il museo che ospita la mostra temporanea “LOST & FOUND – Archeologia in Alto Adige prima del 1919”.

Artigiani Alto Atesini

Anche gli artigiani Alto Atesini aderiscono all’iniziativa: nel negozio dell’associazione Artigiani Altoatesini sotto i portici, che per l’occasione sarà aperto fino alle ore 21, sarà possibile conoscere gli artigiani ed ammirare la loro arte.

Nati sotto una buona stella

L’Azienda di Soggiorno in collaborazione con THUN regalerà a tutti gli ospiti nati tra il giorno 9 o 10 agosto, o a coloro che si chiamano Lorenza o Lorenzo, un simpatico omaggio: un segno zodiacale THUN. Il giorno 10 agosto presso il THUNIVERSUM di Bolzano in Via Galvani 29, sarà inoltre possibile scoprire la nuova collezione dedicata ai segni zodiacali ed incontrare l’astrologa.

Alle casse si potranno avere tutte le informazioni sull’iniziativa e i buoni per il ritiro dell’omaggio.

Food & Wine

Presso i ristoranti partner dell’evento si potranno gustare piatti abbinati ai vini di “Calici di Stelle”: Castel Flavon, Haselburg Gasthaus Fink, Stadt Hotel Città, Hopfen & Co., Italia&Amore, Löwengrube, Nadamas, Parkhotel Ristorante Laurin, Wirtshaus Vögele.

Chi guida non beve.

La sicurezza prima di tutto! Quest’anno gli organizzatori hanno deciso di aderire all’iniziativa del “Forum Prävention” “Chi guida non beve”, con lo scopo di sensibilizzare tutti gli ospiti a non mettersi alla guida di un mezzo dopo aver festeggiato.

Grazie alla collaborazione con la Polizia Municipale di Bolzano, sarà possibile verificare gratuitamente il proprio tasso alcolico prima di lasciare la festa: sotto al portico del Comune in piazza Municipio sarà disponibile un etilometro e i vigili della Polizia Municipale presteranno assistenza per le misurazioni.

A chi cerca un modo sicuro per tornare a casa, gli organizzatori raccomandano l’APP “Shuttle Finder” Alto Adige, che permette di trovare una navetta in modo facile e sicuro.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Lifestyle

Il vestito non si acquista più: si noleggia o si scambia

Pubblicato

-

Fashion renting o fashion sharing sono i nuovi metodi mediante i quali non si acquista più un abito firmato, ma lo si noleggia o su scambia.

Molte volte il vestito serve solo per un’occasione e poi magari non si usa più ed allora al posto di spendere qualche centinaio di euro, con 50 si ha la possibilità di fare bella figura.

Negli Stati Uniti, Gran Bretagna e Cina il fenomeno è esploso diventando un business che ha in internet un esclusivo canale di vendita e da una stima di settore, nel 2023 sarà un mercato del valore di 1,9 miliardi di dollari.

Pubblicità
Pubblicità

Anche perché la prospettiva è quella di un allargamento dell’offerta non solo a capi di lusso, ma anche a quelli medi.

In più il noleggio o lo scambio risponde ai canoni voluti dal rispetto dell’ambiente e dall’ecosostenibilità ed è in linea con l’economia della condivisione.

A favorire questa scelta anche la minor qualità dei tessuti, tanto che in 15 anni la durata dei capi d’abbigliamento è diminuita del 36% e la vita media stimata dei vestiti, arriva ai 160 utilizzi, il che vuol dire una produzione di 16 milioni di rifiuti tessili nella sola Europa.

Secondo The Guardian da oggi al 2050 l’industria tessile sarà responsabile di un quarto del consumo del carbon budget, contribuendo all’aumento della temperatura globale di 2°C.

Insomma se si riesce a modificare questa tendenza, potrebbe davvero essere un’ottima cosa ed allora ben venga un noleggio di un abito che per quattro giorni ha un costo medio di 50 euro comprensivo dell’assicurazione per eventuali danni e servizio di lavanderia.

I siti a cui rivolgersi? Rent the Runway, Chic By Choice attivo in tutta Europa, Girl Meets Dress in Inghilterra. Front Row Tribe in Italia. Sul sito I Share My Bag è possibile condividere borse e accessori.

Passando da un sito all’altro è possibile trovare abiti ricamati di Rochas a 50 euro per 4 giorni, oppure degli stilisti Giovanbattista Valli o Emilio Pucci, capi che in boutique hanno un costo che supera i 2 mila euro.

Il nuovo fronte dello shopping targato fashion renting o fashion sharing, è appena stato aperto.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza