Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Politica

Premierato, audizione in Senato per il presidente Kompatscher: scetticismo e preoccupazioni per la Provincia

Pubblicato

-

Presidente Provincia autonoma Bolzano. Foto: ASP/mdg
Condividi questo articolo




Pubblicità

Il presidente della Provincia, Arno Kompatscher, ha sostenuto ieri (4 dicembre) un’audizione di fronte alla 1. Commissione Affari Costituzionali del Senato – della quale fa parte anche l’altoatesino Mainhard Durnwalder – in relazione al disegno di legge costituzionale per l’elezione diretta del presidente del Consiglio dei ministri. Il presidente della Provincia, intervenuto da remoto, ha espresso lo scetticismo e la preoccupazione della Provincia autonoma di Bolzano in merito a due aspetti della riforma costituzionale in esame (ridimensionamento del ruolo del presidente della Repubblica e premio di maggioranza al 55%), tornando a proporre invece, per l’efficientamento dell’ordinamento statale, il superamento del bicameralismo perfetto attraverso la creazione di una Camera delle Regioni e delle Province autonome.

Innanzitutto, l’elezione diretta del presidente del Consiglio dei ministri ridimensionerebbe il ruolo del presidente della Repubblica quale garante della Costituzione, compito che svolge assieme alla Corte costituzionale” ha spiegato Kompatscher. “Per l’Alto Adige, in particolare, nel loro ruolo di garanti della Carta costituzionale, i presidenti della Repubblica si sono anche recentemente più volte dimostrati importanti difensori delle minoranze linguistiche”.

Il presidente della Provincia ha quindi fatto riferimento al premio di maggioranza previsto dalla riforma costituzionale del premierato, che garantisce il 55% dei seggi a chi ottiene la maggioranza dei voti. “Difficilmente un bonus così grande potrà rappresentare una buona soluzione per la tutela delle minoranze, sebbene la rappresentanza di queste ultime sia prevista dalle norme del Pacchetto al Senato e dall’ancoraggio internazionale alla Camera”, ha detto Kompatscher.

Per un più efficiente funzionamento dell’ordinamento statale, il presidente Kompatscher è tornato invece ad avanzare una proposta sulla quale la Provincia autonoma di Bolzano si è già espressa più volte favorevolmente. “Il superamento del bicameralismo perfetto attraverso l’istituzione di una vera Camera delle Regioni e delle Province autonome, che si esprima solo sulle leggi costituzionali e quelle che riguardano le Regioni stesse, come succede, ad esempio, in Germania e in altri sistemi democratici efficienti“, ha concluso il presidente.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Bolzano1 settimana fa

Fisioterapista aggredita a Bolzano con una coltellata alla gola

Italia ed estero2 settimane fa

Orrore per una tragedia familiare: uomo uccide moglie e due figli

Trentino3 settimane fa

Frana SS47 in Valsugana, riapertura in vista: si punta a marzo per il senso unico alternato

Alto Adige2 settimane fa

Corte d’appello di Venezia ammette definitivamente class action contro Banca Popolare dell’Alto Adige (Volksbank): le scadenze

Trentino4 settimane fa

Orso insegue due ragazzi in Val di Sole

Economia e Finanza3 settimane fa

L’AGCM interviene sul trasferimento di clienti da Intesa Sanpaolo a Isybank

Merano3 settimane fa

Straniero dà in escandescenza: guardia giurata aggredita a bottigliate finisce in ospedale

Politica3 settimane fa

La nuova giunta provinciale dell’Alto Adige è stata eletta dal consiglio provinciale

Bolzano3 settimane fa

Arrestato a Bolzano latitante per reati familiari e droga dopo sei anni di fuga

Merano4 settimane fa

Inizia il processo al custode accusato del femminicidio avvenuto a Merano

Laives4 settimane fa

A Laives i cittadini sono esasperati dalla situazione rifiuti

Italia ed estero4 settimane fa

In carcere per oltre trent’anni, ora assolto: era innocente!

Società2 settimane fa

Edilizia abitativa agevolata: approvato il nuovo programma di interventi

Laives2 settimane fa

Incidente stradale a San Giacomo: ciclista 60enne ferito gravemente

Bolzano4 settimane fa

Bolzano onora la memoria dei deportati con nuove Stolpersteine o Pietre d’inciampo

Archivi

Categorie

più letti