Connect with us

Bolzano

Pusher nasconde cocaina nei tombini, arrestato pregiudicato straniero e revocato permesso di soggiorno

Pubblicato

-

Condividi questo articolo

Nella mattinata di ieri, il personale della Sezione Narcotici della Squadra Mobile, a seguito di alcune segnalazioni da parte di cittadini riguardanti un viavai sospetto nei pressi di un garage di Viale Europa, ha effettuato un servizio di appostamento in zona per verificare quanto segnalato.

Durante il controllo, gli agenti hanno deciso di fermare un giovane che si aggirava con fare sospetto nei pressi dell’autorimessa. L’uomo, identificato come D. V., un cittadino albanese di 28 anni residente a Bolzano, era in regola con il permesso di soggiorno ma già noto per precedenti legati allo spaccio di stupefacenti a Brescia.

Accortosi del controllo, D. V. ha tentato la fuga, lanciando un involucro contenente diverse dosi di cocaina verso le auto parcheggiate nel tentativo di disfarsene. Tuttavia, è stato immediatamente bloccato dagli agenti.

Pubblicità - La Voce di Bolzano



Attiva/Disattiva audio qui sotto

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Gli investigatori hanno quindi individuato il box in uso al giovane, dove hanno trovato un arnese utilizzato per sollevare i tombini. Aprendo il tombino di fronte al box, i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato tre involucri termosaldati, identici a quello recuperato in precedenza, contenenti circa mezzo etto di cocaina.

La successiva perquisizione nell’appartamento di D. V. ha portato al sequestro di 16.600 euro, ritenuti provento dell’attività di spaccio. Al termine delle procedure di Polizia Giudiziaria, D. V. è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In considerazione dei fatti e dei precedenti, il Questore ha disposto la revoca del permesso di soggiorno di D. V., che diventerà esecutiva al momento della sua scarcerazione, permettendo così la sua espulsione dal territorio nazionale.

Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

“Lo spaccio di sostanze stupefacenti rappresenta un reato particolarmente grave non solo per gli effetti che esso produce su chi consuma droga, ma anche per il contesto in cui trova terreno fertile per la sua diffusione e per l’indotto criminale che genera, in termini di degrado, microcriminalità e conseguenze sull’ordine e la sicurezza pubblica. Per questo motivo, la prevenzione e il contrasto al suo diffondersi rappresentano una delle priorità per le forze di polizia, impegnate quotidianamente a garantire la sicurezza dei cittadini”, ha sottolineato il Questore Sartori.

NEWSLETTER

Alto Adige3 settimane fa

Due “pendolari” dello spaccio arrestati al Brennero e riportati subito in Austria

Alto Adige3 settimane fa

È nato l’Osservatorio Economico UIL-SGK per l’Alto Adige: una nuova risorsa per il monitoraggio del mercato del lavoro

Arte e Cultura3 settimane fa

Tirolo: un paese diventato località turistica. Se ne parla in un libro

Sport3 settimane fa

Il nuovo casino online ‘Instant Casino’ è l’Official Regional Partner della Juventus

Alto Adige2 settimane fa

Proseguono i lavori per riaprire il passo Rombo e il passo dello Stelvio da oltre 5 metri di neve

Hi Tech e Ricerca4 settimane fa

Documenti elettronici: facciamo il punto sulla conservazione sostitutiva obbligatoria

Bolzano3 settimane fa

Ruba in un centro giovanile e aggredisce l’educatore. Arrestata giovane trentina

Bolzano3 settimane fa

I giovani imprenditori hanno bisogno di spazi, CNA e Comune uniscono le idee

Offerte lavoro3 settimane fa

Giustizia: concorso per diciannove posti a tempo indeterminato

Val Pusteria3 settimane fa

A San Candido un insolito curioso “caso” a lieto fine, grazie alla Polizia

meteo3 settimane fa

Maltempo, la protezione civile emette l’allerta ordinaria (gialla)

Alto Adige3 settimane fa

Conferenze nelle scuole e visite alle Caserme dell’Arma: i Carabinieri incontrano oltre 1200 giovani studenti d’ogni ordine e grado

Politica4 settimane fa

L’aula del Consiglio regionale approva una mozione per il riconoscimento Istituzionale della “Bandiera Ladina”

Trentino3 settimane fa

Lavarone: dopo l’incendio si aspetta il nuovo Drago Vaia

Alto Adige3 settimane fa

Operazione “crepuscolo”: sgominata associazione a delinquere operativa su 4 piazze di spaccio a Bolzano

Archivi

Categorie

più letti