Connect with us

Italia ed estero

Salvini scrive ai francesi: “L’Italia non è più il campo profughi dell’UE”

Pubblicato

-

La lettera arriva alla vigilia della riunione convocata dal governo di Parigi per tentare di trovare una soluzione alla questione degli sbarchi.

Il contenuto è chiaro e Salvini non usa mezzi termini: nella missiva indirizzata al collega francese Christophe Castaner  il ministro dell’Interno ribadisce infatti che Francia e Germania “non possono decidere le politiche migratorie ignorando le richieste dei paesi più esposti come l’Italia e Malta”.

E ancora che l’Italia “non è più il campo profughi di Bruxelles, Parigi, Berlino. E non è più disposta ad accogliere tutti gli immigrati in arrivo in Europa”.

Pubblicità
Pubblicità

“Intendiamo farci rispettare. L’ho spiegato anche a Helsinki. L’Italia ha rialzato la testa”, ha sottolineato con forza Salvini.

Il vicepremier ha affermato di aver trovato nel governo finlandese posizioni sul tema molto vicine a quelle dell’Italia.

Al consiglio Giustizia e Affari interni di Helsinkisi legge nella missiva – ho registrato posizioni molto vicine a quella espressa dall’Italia con partitolare riferimento al fermo impegno della politica migratoria condotta a difesa dei confini esterni dell’Unione Europea e dello spazio Schengen“.

La posizione italiana è stata condivisa da molte capitali Ue, soprattutto sulla necessità di “rividere le regole del search and rescue per impedirne gli abusi volti a favorire una immigrazione illegale e incontrollata“.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza