Connect with us

Italia ed estero

Sbarchi record a Lampedusa, l’isola al collasso. Oltre 1400 arrivi in poche ore

Pubblicato

-

L’ondata di sbarchi a Lampedusa non si ferma: complici le condizioni favorevoli del mare ed il surriscaldamento delle relazioni diplomatiche con la Libia, in meno di 24 ore sono arrivati sull’isola 1408 migranti, con quindici diverse imbarcazioni. Sono oltre il triplo, rispetto all’anno scorso, gli sbarchi dei migranti nei primi mesi del 2021. 

Nella giornata di ieri, l’alarm phone continuava a lanciare allarmi sui viaggi della speranza. Guardia costiera e Guardia di finanza sono stati dunque impegnati fin dalle primissime ore del mattino.

Il primo barcone, con 325 persone a bordo, è stato avvistato intorno alle 4.30 di domenica mattina seguito poco dopo dall’arrivo di un secondo con 30 migranti, tra cui sei donne e una neonata.

Pubblicità
Pubblicità

Gli arrivi si susseguono a poca distanza uno dall’altro: alle 8.30 sbarcano sul molo Favaloro 98 uomini del Bangladesh e un quarto d’ora dopo 16 tunisini su un barchino in legno. Alle 10 è la volta di un vecchio peschereccio in avaria, soccorso dalla Guardia di finanza, con 398 profughi di varie nazionalità a bordo, di cui 24 donne e 6 bambini.

I migranti sono stati trasferiti all’hotspot dell’isola, in attesa di altre indicazioni dalla Prefettura sulla loro destinazione finale. Il centro di accoglienza è infatti al collasso: le persone qui rifugiate al momento sono più di 1400 su 250 posti disponibili. Nella giornata di oggi circa 200 migranti troveranno ospitalità a Porto Empedocle, mentre altri 300 verranno imbarcati sulle navi quarantena Splendid e Azzurra.

A proposito degli sbarchi, Matteo Salvini, leader della Lega, ha scritto al ministro dell’Interno Luciana Lamorgese chiedendole un piano di interventi per evitare una escalation di arrivi. La ministra ha assicurato che nei prossimi giorni si arriverà alla costituzione di una cabina di regia per affrontare l’emergenza, in comune accordo con il Ministero della Difesa, quello degli Esteri e dei Trasporti.

Giorgia Meloni ha invece esposto le sue preoccupazioni sui social con un tweet “Non vogliamo abituarci a questo tipo di notizie. L’immigrazione clandestina va fermata. Vanno fermati gli scafisti e le Ong immigrazioniste che speculano sulle tragedie. Come Fratelli d’Italia continuiamo a chiedere al Ministro Lamorgese un immediato blocco navale”.

Il sindaco di Lampedusa e Linosa, Totò Martello, sostiene che l’Italia non può permettersi ambiguità su un tema fondamentale come quello dei flussi migratori e nemmeno di gestire l’emergenza quotidianamente. Afferma che “servono regole chiare per il soccorso in mare e per il controllo del Mediterraneo e servono azioni di tutela dei diritti umani”.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza