Connect with us

Politica

Scuola europea, la Giunta provinciale manca di spirito innovativo

Pubblicato

-

Condividi questo articolo

Già due anni fa, il consigliere Alex Ploner aveva proposto al Consiglio provinciale l’idea di una Scuola europea riconosciuta per l’Alto Adige.

All’epoca, la maggioranza Svp-Lega si espresse contro. Nel frattempo, questo modello educativo plurilingue – dalla Scuola materna alla maturità europea – è stato implementato in Tirolo, mentre la politica provinciale continua a esitare. Nell’ambito della trattazione del bilancio suppletivo, il Team K ne ha nuovamente richiesto l’istituzione anche in Alto Adige, purtroppo invano.

Due anni fa, il Consiglio provinciale ha dichiarato che l’implementazione della Scuola europea non era possibile in Alto Adige. È sorprendente quindi che siano proprio i partner austriaci dell’Euregio ad aver implementato questo modello a Innsbruck, presentando e lodando questo approccio come lungimirante.

Pubblicità - La Voce di Bolzano



Attiva/Disattiva audio qui sotto

Pubblicità - La Voce di Bolzano

All’esterno, l’Alto Adige si vende come ‘la piccola Europa in Europa’ (citazione del governatore Kompatscher) e si presenta come cosmopolita e multilingue, pur accettando tacitamente il gran numero di ragazzi che ogni anno prendono la maturità ma sono ben lontani dall’essere bilingui o plurilingui. Gli alunni, i genitori, ma anche la nostra economia chiedono da tempo un nuovo approccio all’istruzione.

A mio avviso, la Scuola europea riconosciuta sarebbe un modello valido e già collaudato. Continuare a rifiutarla senza presentare alcuna vera innovazione per migliorare la competenza linguistica dei nostri giovani, dimostra disorientamento, con una politica educativa che continua a concentrarsi sulla separazione dei gruppi linguistici a scuola invece di muoversi in direzione opposta. Il futuro delle nostre scuole deve essere diverso”, sostiene il consigliere Alex Ploner.

L’idea di una Scuola europea è stata discussa in Alto Adige più di dieci anni fa. L’ex presidente Luis Durnwalder ne aveva visitate alcune su impulso dell’allora consigliera provinciale Barbara Repetto. Nel frattempo, la comunità imprenditoriale, in particolare Assoimprenditori, ha chiesto un sistema scolastico moderno e internazionale.

Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

Da un lato, una scuola di questo tipo potrebbe fornire importanti impulsi economici e, dall’altro, potrebbe rappresentare un’offerta aggiuntiva interessante per le famiglie locali.

Affrontando il tema della promozione del multilinguismo nelle scuole, l’assessore Achammer aveva messo in guardia, in un’intervista del 2017, da quelle persone che ‘invocano un modello multilinguistico poco definito’.

Con la scuola europea riconosciuta esiste da tempo un sistema di cui il governatore tirolese Günther Platter ha recentemente detto: ‘Con la Scuola europea, il Tirolo potrà offrire in futuro un modello educativo continuo e riconosciuto a livello internazionale con la maturità europea’. “Purtroppo l’Alto Adige non è in grado di offrire un modello simile e continua a sprecare una grande opportunità per i nostri figli“, afferma Alex Ploner.

NEWSLETTER

Oltradige e Bassa Atesina5 ore fa

Carabinieri: arrivano i primi risultati dei controlli stradali rafforzati

Sport5 ore fa

Per l’HCB Alto Adige Alperia, in difesa c’è la conferma di Enrico Miglioranzi

Bolzano5 ore fa

Due pregiudicati stranieri rubano all’Interspar ed aggrediscono l’addetto alla vigilanza.

Merano5 ore fa

Anni di persecuzioni, violenze e minacce all’ex compagna. Al marito 45enne divieto di avvicinarsi e ritiro del permesso di soggiorno

Italia ed estero1 giorno fa

Londra celebra il compleanno di Re Carlo III e Kate riappare in pubblico

Benessere e Salute1 giorno fa

Bolzano ospita convegno sul carcinoma del retto: nuove strategie terapeutiche al centro

Alto Adige1 giorno fa

Ex rifugiato politico espulso per terrorismo: Il Questore di Bolzano interviene

Val Venosta1 giorno fa

Rapido intervento dei Vigili del Fuoco a Prato allo Stelvio: domato incendio nel biotopo Prader Sand

Alto Adige1 giorno fa

Riunione Euregio: Brennero, transizione energetica e Protezione Civile al centro dei lavori

Alto Adige2 giorni fa

Riaperto Passo Rombo: la strada panoramica torna accessibile dopo l’inverno, chiuso ancora lo Stelvio

Alto Adige2 giorni fa

53 studenti fra Trentino e Alto Adige sono in partenza per un anno di studio in Europa

Sport2 giorni fa

Federico Valente resta alla guida dell’FC Südtirol

Sport2 giorni fa

Gianluca Vallini al secondo anno a Bolzano

Bolzano2 giorni fa

Violenza sessuale in strada per due giovanissime sorelline. Arrestato un nigeriano

Val Pusteria3 giorni fa

Il ricordo degli atti eroici degli alpini del sesto durante la battaglia sul monte Ortigara

Alto Adige3 settimane fa

È nato l’Osservatorio Economico UIL-SGK per l’Alto Adige: una nuova risorsa per il monitoraggio del mercato del lavoro

Alto Adige4 settimane fa

Due “pendolari” dello spaccio arrestati al Brennero e riportati subito in Austria

Arte e Cultura4 settimane fa

Tirolo: un paese diventato località turistica. Se ne parla in un libro

Alto Adige3 settimane fa

Proseguono i lavori per riaprire il passo Rombo e il passo dello Stelvio da oltre 5 metri di neve

Sport3 settimane fa

Il nuovo casino online ‘Instant Casino’ è l’Official Regional Partner della Juventus

Bolzano4 settimane fa

Ruba in un centro giovanile e aggredisce l’educatore. Arrestata giovane trentina

Bolzano4 settimane fa

I giovani imprenditori hanno bisogno di spazi, CNA e Comune uniscono le idee

Offerte lavoro4 settimane fa

Giustizia: concorso per diciannove posti a tempo indeterminato

Val Pusteria3 settimane fa

A San Candido un insolito curioso “caso” a lieto fine, grazie alla Polizia

Bolzano Provincia4 settimane fa

Intensificazione dei controlli di velocità sulla MeBo: c’è chi viaggia a 192 km/h

Italia ed estero4 settimane fa

Chico Forti è rientrato in Italia dopo 24 anni

meteo4 settimane fa

Maltempo, la protezione civile emette l’allerta ordinaria (gialla)

Alto Adige3 settimane fa

Conferenze nelle scuole e visite alle Caserme dell’Arma: i Carabinieri incontrano oltre 1200 giovani studenti d’ogni ordine e grado

Trentino4 settimane fa

Lavarone: dopo l’incendio si aspetta il nuovo Drago Vaia

Alto Adige3 settimane fa

Operazione “crepuscolo”: sgominata associazione a delinquere operativa su 4 piazze di spaccio a Bolzano

Archivi

Categorie

più letti