Connect with us

Italia ed estero

Sesto San Giovanni: sale sul tetto di un centro commerciale per un selfie, quindicenne precipita e muore

Pubblicato

-

Foto di leggo.it

Una bravata finita in tragedia a Sesto San Giovanni, milanese, dove un ragazzo di 15 anni è salito con tre amici sul tetto del centro commerciale Sarca per scattarsi un selfie, ma all’improvviso è precipitato da un’altezza di 25 metri, finendo all’interno di una condotta di aerazione.

I vigili del fuoco per estrarre il ragazzo hanno eseguito una manovra molto complicata. Il ragazzino, portato all’ospedale Niguarda, è morto poco dopo.

Gli amici hanno raccontato alla polizia che volevano farsi un selfie per far vedere che avevano ‘conquistato’ il punto più alto del cinema multisala “Skyline” , che si trova all’interno del centro commerciale.

Pubblicità
Pubblicità

Quindi è salito sul tetto con tre amici, usando le rampe esterne delle scale antincendio. Poi ha scavalcato alcune recinzioni e segnali di divieto, per potersi immortalare in un selfie nel interno all’ipermercato, ma è precipitato in un condotto di aerazione, senza alcun inseguimento da parte dei vigilantes come era stato riferito in un primo momento: questa la ricostruzione fatta dai responsabili del centro commerciale.

Secondo quanto riferito, i vigilantes, allertati da un allarme che rileva la presenza di persone sulle scale esterne, si sono trovati davanti i tre amici. “Il nostro amico è lassù, crediamo sia caduto, non lo troviamo”, avrebbero detto agli addetti alla sicurezza. Gli amici avrebbero continuato a chiamarlo sul telefonino, senza ottenere risposta.

“La morte non ci fa paura la guardiamo in faccia”: è uno dei post scritti su Instagram a commento di una foto in cui è ritratto sul tetto di un condominio mentre guarda nel vuoto. In alcune foto il ragazzo, che frequentava un istituto tecnico di Cinisello Balsamo, è assieme a un amico mentre si trova sul ciglio o seduto con i piedi nel vuoto sui tetti di una casa.

“Era un bravo ragazzo, casinista e curioso, però faceva certe volte cose senza logica. So che sui tetti c’era salito più volte. Non ho parole, perdere la vita per una fotografia…”, ha detto un’amica. La ragazza si trovava assieme ad altri familiari e amici in visita ai genitori del ragazzo in un condominio della periferia di Cusano Milanino. “Ci mancherà”, ha aggiunto il cugino del 15enne.

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza