Connect with us

Politica

Speranza revoca la riapertura degli unici impianti distanziati, Bonazza: “Ecco i geni di Draghi”

Pubblicato

-

Oggi il vostro ‘nuovo’ super governo Draghi, con in testa il vecchio ministro Speranza, ha revocato l’apertura degli impianti sciistici a sole 12 ore dalla riapertura degli stessi, in barba a tutte le prenotazioni e ai salti mortali che han dovuto fare i gestori degli impianti e gli operatori turistici per renderli finalmente fruibili nell’inverno più innevato da parecchi anni a questa parte”.

Le parole sono dell’ex consigliere di CasaPound Andrea Bonazza, che sul suo blog www.andreabonazza.info pubblica una riflessione sulle prime (fallimentari) mosse del neo governo del banchiere Draghi.

“Qualcuno spieghi a quell’incompetente di Speranza che gli ski-lift, così come le seggiovie, solo già per il vastissimo contesto naturale nel quale si trovano, immersi nell’aria pura e incontaminata delle montagne, e per come sono stati concepiti, permettono/obbligano il distanziamento e sono molto più sicuri di autobus, tram e metropolitane che tutti i giorni sono assiepati per portare a lavoro e a scuola milioni di italiani.

Pubblicità
Pubblicità

Per quanto concerne invece le file che si potrebbero creare per l’accesso agli impianti o gli assembramenti nei rifugi, beh, allora lì, nel caso, cari ministri di una minestra riscaldata, applicate pure le regole dei vostri assurdi Dpcm che valgono per ogni altro esercizio commerciale.

Ecco i primi passi mossi dal “nuovo” governo del veneratissimo Draghi. Mentre la borsa s’impenna, il lavoratore continua a cadere in discesa libera”.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza