Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Politica

Statua Alpini, Maturi: “Giù le mani dal monumento”

Pubblicato

-

Sull’onda delle recenti proteste legate al movimento “Black Lives Matter” negli Stati Uniti, anche qui in Italia si sono levate molte voci che chiedono a gran forza l’abbattimento di statue considerate in qualche modo “razziste” e “controverse”.

Mentre a Milano ha fatto scalpore la questione della statua legata a Indro Montanelli, anche qui in Alto Adige abbiamo avuto la nostra dose di manifestanti, in particolare i secessionisti sudtirolesi legati al partito politico dei Südtiroler Freiheit. 

L’accusa? Essendo stata costruita durante il Ventennio, affermano i secessionisti, e per giunta in memoria degli Alpini caduti durante la guerra, è un monumento razzista e fascista, che andrebbe rimosso il prima possibile.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Immediata la risposta del deputato leghista Filippo Maturi, che ha affermato: Giù le mani dalla statua degli alpini di Brunico. Le Penne nere sono un modello per tante generazioni e un motivo di orgoglio per l’Italia intera”.

“Spiace che qualcuno possa dimenticarlo strumentalizzando e stravolgendo l’immagine di un’istituzione valorosa, messaggera di pace e da sempre al lavoro per la tutela del bene comune. Come ha sottolineato Matteo Salvini, questo è cretinismo mascherato da antirazzismo. E’ la moda del momento. Ci auguriamo che finisca presto”. Così ha concluso Maturi.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza