Connect with us

Alto Adige

Tutela degli uccelli sulla landa di Malles, aiuti agli agricoltori

Pubblicato

-

La zona della landa di Malles Venosta, fra Glorenza e San Valentino alla Muta, con le sue estese superfici a prato coltivate in parte in maniera ancora poco intensiva, dal punto di vista ornitologico ha un’importanza fondamentale per gli uccelli che nidificano a terra, come dimostrano anche studi scientifici di portata internazionale. Grazie al progetto Interreg Terra Raetica tale prezioso ecosistema riceverà maggiore tutela, anche a seguito di un processo partecipato che ha coinvolto non solo gli esperti della ornitologia locale ma anche il Comune e gli agricoltori della zona. Sono in particolare allodole e stiaccini (Saxicola rubetra) ma anche le poche residue quaglie e i re di quaglie (Crex crex) a nidificare in queste zone – un’area all’incirca di 1.000 ettari – che nell’ambito del progetto “Uccelli che nidificano nella landa di Malles“, si intende porre sotto particolare tutela. Le misure introdotte riguardano uno sfalcio non troppo anticipato – ossia fra fine giugno e inizio luglio a seconda dell’altitudine – in modo da proteggere le covate di questi uccelli. Al fine di tutelare però d’altro canto anche la produzione di foraggio, la Giunta provinciale ha stabilito nella sua seduta odierna (20 aprile) incentivi economici per gli agricoltori proprietari di coltivazioni – come quella a prato – che tutelano gli uccelli che nidificano a terra.

Agevolazioni per le microimprese

La Giunta ha così accolto la proposta presentata dall’assessore all’agricoltura Arnold Schuler: “Questo provvedimento tutela la biodiversità ed è il frutto della collaborazione fra le associazioni faunistiche locali e gli agricoltori delle zone interessate dalla nidificazione di queste particolari specie di uccelli” ha detto l’assessore. L’incentivazione della coltivazione delle superfici agricole in modo da tutelare gli uccelli e al contempo agevolando le microimprese dedite alla coltivazione a prato e relative sottocategorie prevede un premio a superficie di 600 euro a ettaro l’anno per coltivazioni (cumulabili con altri aiuti a superficie), 200 euro a richiesta come contributo minimo. Oltre al rispetto delle date di sfalcio si chiede agli agricoltori la partecipazione al progetto “Colture foraggere, pagamenti agro-climatico-ambientali” o alla misura “Agricoltura biologica a norma del Programma di sviluppo rurale della Provincia Autonoma di Bolzano“. Gli ornitologi dovranno monitorare l’efficacia delle misure per stabilire ulteriori misure o adeguamenti e modifiche alle misure stabilite. La richiesta va presentata con copia del documento d’identità entro la fine di maggio per l’anno in corso.

Pubblicità
Pubblicità

Tutte le informazioni per fare richiesta

Il modulo per presentare domanda, insieme a ulteriori informazioni sulla misura sono consultabili sul portale web della Provincia dedicato ad agricoltura e foreste nelle sezione Contributi e agevolazioni. Ulteriori informazioni possono essere richieste all’Ufficio distrettuale agricoltura Ovest di Silandro (tel. 0473/736144).  Per i controlli in loco sarà coinvolto anche il Servizio forestale. “Gli uccelli che nidificano a terra sono minacciati in tutta Europa, e anche in Alto Adige. Proprio nella landa di Malles si trovano gli ultimi insediamenti di una certa consistenza di allodole e stiaccini (Saxicola rubetra), che è nostro dovere tentare di salvare con misure adeguate” spiega Leo Unterholzner, fra i maggiori esperti di uccelli della zona. Il progetto è nato in stretta collaborazione con il Comune di Malles e in particolare con il consulente agricoltore Günther Wallnöfer.

red/sf

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Alto Adige2 settimane fa

Indennità per i pendolari, in corso la revisione del sistema

Politica3 settimane fa

Il comandante degli Alpini da Kompatscher: Protezione civile e Covid

Sport4 settimane fa

I Foxes perdono a Villach: il VSV si impone per 4 a 3 all’overtime

Alto Adige3 settimane fa

Incidente con due macchine coinvolte in Valle Isarco: intervengono i vigili del fuoco

Alto Adige3 settimane fa

Labers: cede il freno a mano e la macchina precipita. Salvo il cagnolino rimasto intrappolato all’interno

Alto Adige3 settimane fa

Coronavirus: oggi 3 gennaio 39 casi positivi da PCR e 404 test antigenici, un decesso

Valle Isarco2 settimane fa

Cade in una piscina d’albergo a Naz Sciaves: bimbo di due anni muore annegato

Merano3 settimane fa

Il conducente sbanda e distrugge l’automobile all’uscita di Postal

Bolzano3 settimane fa

Coronavirus: 1.361 contagi e un decesso nelle ultime 24 ore in Alto Adige

Alto Adige2 settimane fa

In Alto Adige i no vax non cedono: ancora 30mila over 50 da vaccinare

Val Venosta3 settimane fa

Val Venosta: si schianta con l’auto. Intervengono i vigili del fuoco di Laudes

Alto Adige2 settimane fa

Dati Covid 10 gennaio: 175 positivi da PCR e 960 da test antigenici. 2 decessi

Alto Adige2 settimane fa

Coronavirus: 190 casi positivi da PCR e 2.849 test antigenici positivi, altri due decessi

Alto Adige4 settimane fa

Camper prende fuoco sull’Alpe di Siusi: due persone intossicate

Alto Adige2 settimane fa

Incidente in Val Gardena: tre feriti sono stati portati in ospedale

Unico&Bello

Hotel di lusso nello spazio, dal 2022 la possibilità di soggiornare a 320 km di altezza

Il turismo spaziale è sempre più vicino a diventare realtà, completando la sua offerta con la realizzazione di un hotel di lusso nello spazio. Dopo aver…

La miniera di diamanti aperta al pubblico: l’incredibile esperienza di scavare e tentare la fortuna

Un’esperienza indimenticabile, ricca e fruttuosa: sono le caratteristiche principali della “Creater of Diamonds”, l’unica miniera di diamanti al mondo aperta al pubblico. Si tratta di un…

Orient Express la Dolce Vita: in Italia un nuovo modo di vivere il Paese

A breve in Italia arriverà un nuovo modo di vivere e conoscere il Paese, in carrozze di lusso ispirate al design degli anni ‘60/’70. L’Italia si…

Vaia Cube e Vaia Focus: nuova vita agli alberi abbattuti da Vaia

Sono numerose le aziende ed i privati che hanno deciso, negli ultimi anni, di donare nuova vita e dignità ai 42 milioni di alberi abbattuti dalla…

2050: come ci arriviamo? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per tutti

Dal 22 dicembre 2021 al MUSE – Museo delle Scienze di Trento, la mostra “2050: COME CI ARRIVIAMO? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura…

L’Altopiano Tibetano e Nepal in due splendide mostre fotografiche virtuali

L’Altopiano Tibetano noto per alcuni dei pascoli più grandi al mondo, non consente lo sviluppo di una vera e propria attività agricola. Anche per questo le…

Il 2022 ribattezzato “l’anno dei weekend lunghi”: quali giorni approfittare per una gita fuori porta

Per gli amanti dei viaggi e delle gite fuori porta, il 2022 è stato ribattezzato come “ l’anno dei weekend lunghi”. Infatti, nei prossimi 12 mesi…

Archivi

Categorie

Benessere Economico

RSS Error: A feed could not be found at `https://www.benessereconomico.it/feed`; the status code is `200` and content-type is `text/html`

di tendenza