Connect with us

Sport

AC Virtus Bolzano sconfitta da Pro Sesto all’Internorm Arena

Pubblicato

-

Oggi, con un meteo decisamente più favorevole rispetto alla scorsa settimana, è andata in scena all’Internorm Arena la partita tra Virtus Bolzano e Pro Sesto, valevole per la quarta giornata di Campionato di Serie D e finita 2 a 1 a favore della formazione lombarda guidata da mister Parravicini.

Il primo gol della stagione è finalmente arrivato per la Virtus Bolzano e a realizzarlo è stato Elis Kaptina, che ha giocato un’ottima partita, insidiando la difesa lombarda e tirando diverse volte in porta. Il tifo bolzanino è esploso in un urlo e ha continuato su questa scia ogni qualvolta i beniamini di casa si avvicinavano all’area avversaria. 

L’incontro è iniziato con una Pro Sesto subito agguerrita e in cerca di opportunità.

Al 14’ il team milanese ha realizzato un gol con Simone Monni e al 28’ era sul punto di raddoppiare con Cominetti, ma il pallone ha colpito il palo sinistro della porta. La Virtus Bolzano non è stata da meno: ha creato una occasione al 7’, non andata a buon fine a causa di un fischio per fallo, ed Elis Kaptina ha effettuato due ottimi tiri in porta nella seconda parte del primo tempo, parati dal portiere biancoazzurro Tamma.

Nella seconda ripresa i biancorossi sono partiti ancora più determinati e al 76’ sono andati a segno dopo una serie di tentativi e di buone azioni da parte dei ragazzi: dalle punizioni battute alle giocate spettacolari. A pochissimo dalla fine dell’incontro c’è stato il bis della Pro Sesto con Di Renzo, che ha approfittato di un errore del team bolzanino a centrocampo. Il match è dunque terminato 2 a 1 per la squadra di Sesto San Giovanni, ma la Virtus Bolzano può dirsi soddisfatta delle qualità che ha mostrato in campo, non mollando mai, fino all’ultimo minuto di recupero.

Il commento a caldo di Alfredo Sebastiani: “C’è poco da dire. Era una partita complicata, difficile, contro una squadra forte, ed è diventata ancora più in salita quando abbiamo subito un gol su una palla giocata veloce da parte loro. Dovevamo ribaltare le sorti e non era facile. I ragazzi mi hanno stupito, perché sono riusciti a recuperare spazio e a creare tante occasioni e diverse buone azioni. Dopo il pareggio abbiamo acquisito sicurezza, ma abbiamo perso una palla in mezzo al campo. Purtroppo ancora una volta abbiamo giocato bene e abbiamo perso”. 

L’arbitraggio della partita di oggi è stato giudicato da alcuni un po’ ingiusto: “Gli arbitri vengono giudicati da chi di dovere – ha tagliato corto il mister – Mi dà fastidio quando le squadre iniziano a perdere tempo e a fare i mestieranti e non vengono sanzionati. Ci perde lo sport in generale”.

Sport

I teenagers dell’arrampicata sportiva ARGE ALP a confronto all’arena di Cavareno

Pubblicato

-

L’Alto Adige comanda la classifica parziale sulla Baviera.
Il torneo somma anche Pattinaggio, Calcio, Atletica, Tiro a Segno, Orienteering, Sci Alpino e Hockey
La passione per l’arrampicata in Val di Non, nel Trentino delle mele, è radicata da tempo e da anni a Cavareno la palestra che ora fa parte della CSEN Arena – inaugurata giusto sabato scorso – è diventata un “covo” di autentici appassionati del climbing.
Arrampicavareno – organizza in nome del Comitato Trentino – persegue la promozione dell’attività giovanile ed in quest’ottica si inquadra l’evento che sabato 19 ottobre culminerà con la prova valida per il circuito Arge Alp, un challenge che coinvolge un gruppo di territori a cavallo delle Alpi con Italia – e con essa Alto Adige, Trentino e Lombardia, Svizzera con i Cantoni di San Gallo, Ticino e Grigioni, Austria con i Länder di Salisburgo, Tirolo e Vorarlberg e la Germania con l’area della Baviera.
Una gara, la prima organizzata in Trentino, che si incunea in un torneo che vede sommarsi i risultati di squadra anche con le discipline di Pattinaggio, Calcio, Atletica Leggera, Tiro a Segno, Orienteering, Sci Alpino e Hockey e che negli ultimi anni ha visto primeggiare nella speciale classifica la Baviera.
Quest’anno dopo cinque prove c’è l’Alto Adige al vertice, ed è ovvio che sabato a Cavareno la rappresentativa altoatesina di FASI e Alpenverein tenterà di allungare sulla Baviera che si trova a pari punti.
La formazione dell’Alto Adige conta su:
Bettina Dorfmann, Daniela Augscheller, Alex Pichler, David Grasl, Leonie Hofer, Vanessa Kofler, Maximilian Hofer, Oliver Root, Veronika Cagol, Ilia Pigneter, Matilda Moar, Lukas Pixner, Alina Benazzi, Lena Trojer, Maja Gritsch, Jonathan Pallhuber, Samuel Pernthaler e Andreas Cagol.
Il Trentino giocherà il jolly nell’arrampicata, visto il settimo posto dopo le prime cinque prove di sport generali.
Ulla Walder della FASI trentina punta tutto su: 
Francesca Matuella, Sofia Bellesini, Gioele Piffer, Libero Feller, Leah Bickhove, Emilia Santorum, Vera Dicorato,
Astrid Battisti, Gabriele Chini, Rodrigo Branco Reyes Mogollon, Pietro Azzolini, Francesco Pisoni, Lara Zanella, Emiliano Zanini e Camilla Lopez Dalla Serra.
Per l’Italia ci sarà anche la Lombardia, col Comitato Lombardo della FASI ad investire molto nel settore giovanile con partecipazioni ad eventi europei e mondiali, e proprio in quest’ottica si inserisce la partecipazione alla gara internazionale Arge Alp di Cavareno.
La Lombardia ha convocato
per la U12:

Ilaria Stabile (Rock Brescia asd), Emma Ferraro (Lupi Climbing Team), Zoe Pavia (Stone Age asd), Carlo Villa (Boulder&co arl), Diego Zamboni (Kundalini Milano), Enea Luxich (Milanoarrampicata asd),
per la U14:
Giulia Passini (Ragni di Lecco), Elisa Barbieri (Lupi Climbing Team), Sara Pelizza (Boulder&co arl), Riccardo Vicentini (Lupi Climbing Team), Simone Parravicini (Climbers Triuggio), Juri Villa (Ragni di Lecco),
per la U16:
Matilde Monticelli (Climbers Triuggio), Giulia Previtari (Climberg asd), Giulia Rosa (Ragni di Lecco), Samuele Bonfanti (Ragni di Lecco), Riccardo Barbabianca (Passaggio Obbligato), Iacopo Perelli (Chalknorris asd).
Si tratta di una prova lead con qualifiche a due vie flash e finale a vista, sulla parere della CSEN Arena di Cavareno che è già attrezzata per accogliere i giovani dell’arrampicata dell’area Arge Alp.

Venerdì 18 in serata è in programma la cerimonia di apertura, oltre a diverse attività di intrattenimento, poi domenica dalle ore 9 scatteranno le competizioni, che si disputano ovviamente sotto l’egida della IFSC e della FASI.

Continua a leggere

Sport

Südtirol sfortunato a Salò e finisce 1:0 con la Feralpisalò

Pubblicato

-

E’ un Südtirol sfortunato quello che esce battuto dal terreno del “Lino Turina” di Salò, campo storicamente ostico per i colori biancorossi. La squadra di Stefano Vecchi perde 1-0 con la Feralpisalò. A decidere le sorti di un match sostanzialmente equilibrato è la rete di Scarsella al 36’ del primo tempo.

Nella ripresa ospiti vicini al gol a più riprese, ma il portiere gardesano De Lucia si è superato in diverse occasioni. Resta il dubbio anche per un atterramento in area non sanzionato. Per l’FCS si tratta della prima sconfitta esterna in campionato, che interrompe la serie positiva di quattro successi consecutivi.

Si tratta della quinta trasferta per l’FC Südtirol. Nella nona giornata d’andata della serie C, girone B. In trasferta la formazione ha conquistato 10 dei 16 punti fin qui raccolti, frutto dei successi a Pesaro, sul campo dell’Arzignano Valchiampo e a Fano e del pareggio a Rimini.

Il Südtirol proviene da una striscia positiva di quattro vittorie consecutive, segnatamente e nell’ordine: a Vicenza con l’Arzignano, in casa con la Fermana, a Fano e, domenica scorsa al “Druso” contro il Modena.

I “Leoni del Garda” dall’inizio di ottobre sono guidati da Stefano Sottili, subentrato a Damiano Zenoni (9 punti dopo 7 partite). Il bilancio dei gardesani è fin qui di 2 vittore, 3 pareggi e altrettante sconfitte.

In casa biancorossa mancano Fabian Tait, stoppato per un turno dal giudice sportivo per somma di ammonizioni e Marco Crocchianti, convalescente dopo l’infortunio alla spalla destra. Non è della partita capitan Hannes Fink per una indisposizione dell’ultima ora.

I gradi di capitano sul braccio di Kevin Vinetot, vice Tommaso Morosini.

Vecchi schiera: Cucchietti; Fabbri, Polak, Vinetot, Davi, Berardocco, Morosini, Gatto, Rover, Petrella, Mazzocchi.  Sottili risponde con: De Lucia; Legati, Rinaldi, Giani, Contessa; Pesce, Carraro, Scarsella; Guidetti, Maiorino; Caracciolo. 

Continua a leggere

Sport

FC Südtirol: Berretti piegata da Feralpisalò, U17 vince con Virtus Vecomp Verona, U15 sconfitti dagli scaligeri

Pubblicato

-

In questo weekend, sabato 12 e domenica 13 ottobre, le formazioni Berretti, under 17 e under15 dell’FC Südtirol sono state impegnate nei rispettivi campionati nazionali di categoria. 

Quarta partita per la Berretti, impegnata sul campo di casa all’FCS Center contro la Feralpisalò e quarta sconfitta, mentre Allievi e Giovanissimi nazionali, dopo un turno di stop, hanno giocano i rispettivi incontri nella giornata di domenica in casa della Virtus Vecomp Verona allievi vittoriosi di misura (2-1), sconfitti i giovanissimi.

BERRETTI

Quarta giornata di campionato per la categoria Berretti, con i biancorossi, impegnati sul campo di casa, presso l’FCS Center, contro la Feralpisalò. La formazione di Giampaolo Morabito ha subito la quarta sconfitta di fila. E’ finita 1-4 con l’FCS in vantaggio al 33’ del primo tempo grazie al rigore trasformato da Bertuolo. Nella ripresa il pareggio dei gardesani, grazie al rigore trasformato dal Pinardi. Poi le reti di Meloni, Risatti e Nuzzo a chiudere lo score.

UNDER 17

Terzo impegno esterno per gli Allievi nazionali U17 biancorossi, che si impongono nella quinta giornata di andata del girone B, sul terreno del “Nicola Passetto” di San Giovanni Lupatoto contro la Virtus Vecomp Verona per 2-1. La formazione guidata da mister Paolo Goisis, coglie il terzo successo che vale il quinto posto in classifica grazie alle reti di Toci e Vinciguerra nella ripresa, a ribaltare lo svantaggio firmato su rigore nel primo tempo dai padroni di casa.

UNDER 15

I Giovanissimi nazionali under 15 nel quinto turno del girone B dal campo del “Mirco Mazzola” di Verona, ospiti della Virtus Vecomp (3-0). La formazione di mister Davide Refatto finsice sotto dopo appena 6’, subendo la rete di Brunelli. Al 20’ sfortunato autogol di Prosch. Nel secondo tempo   Bersan firma il 3-0.

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza