Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Ambiente Natura

Bostrico dell’abete rosso in forte aumento a causa del caldo

Pubblicato

-

Con l’ondata di caldo un incremento massiccio delle popolazioni di bostrico dell’abete rosso o tipografo. Necessarie misure di controllo e lotta dei parassiti.

L’Ufficio pianificazione forestale, a partire dalla tempesta Vaia dell’ottobre 2018, osserva con assiduità lo sviluppo del bostrico dell’abete rosso o tipografo (Ips typographus). Questo coleottero è il più importante insetto patogeno specifico dell’abete rosso. Attacca piante a terra, fino a quando il contenuto d’acqua sotto corteccia è sufficientemente alto, o piante in piedi e indebolite; di queste ultime decreta la morte.

Disponibili dati per gli interventi sul bosco

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

I forestali hanno distribuito sul territorio interessato oltre 100 trappole con feromoni che vengono prese in esame ogni 10 giorni. Questi rilevamenti hanno evidenziato che con l’ondata di caldo attuale le popolazioni si sono sviluppate in modo esponenziale. Le trappole hanno fatto registrare picchi fino a 28.000 esemplari nel mese di giugno.

Il monitoraggio consente di disporre di dati relativi al fenomeno nella sua intensità e distribuzione spaziale e temporale, ottenendo preziose indicazioni per il successivo trattamento del bosco”, fa presente l’assessore provinciale competente per il settore foreste Arnold Schuler.

Proliferano nelle giovani piante schiantate

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Gli esemplari di bostrico tipografo sopravvissuti all’inverno quest’anno proliferano nelle giovani piante schiantate dopo le ultime nevicate e i recenti eventi di maltempo, che non hanno difese e che i coleotteri hanno colonizzato. Gli abeti già morti e rinsecchiti che giacciono al limitare dei boschi che erano già stati colpiti dal bostrico l’anno scorso, invece, non costituiscono più un fattore di rischio.

Questi tronchi, infatti, non presentano più esemplari di bostrico e pertanto svolgono una preziosa funzione tampone a tutela degli alberi alle loro spalle. L’Ufficio pianificazione forestale sconsiglia i proprietari di boschi a tagliare queste piante e li invita a valutare attentamente il rapporto tra costi e benefici. Le stazioni forestali competenti per le rispettive zone forniscono la consulenza del caso. Assieme ai proprietari dei boschi l’Ufficio pianificazione forestale collabora nell’asporto delle piante schiantate ancora presenti in loco.

Infatti, gli interventi di asporto eseguiti tempestivamente dopo gli schianti da neve e per il maltempo dell’anno scorso hanno fornito un decisivo contributo per arginare il proliferare del bostrico.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Bolzano2 settimane fa

Tragico incidente a Bolzano: donna muore investita da un camion

Ambiente Natura3 settimane fa

Zone a rischio: due terzi dei Comuni dotati di un piano valido

Bolzano2 settimane fa

Bolzano: sanzionate due discoteche per irregolarità

Bolzano2 settimane fa

Ennesimo incidente grave in piazza Mazzini: Fratelli d’Italia aveva già segnalato la pericolosità dell’incrocio

Alto Adige7 giorni fa

Il Servizio strade è pronto per le imminenti nevicate

Alto Adige4 settimane fa

Escursioniste incontrano un branco di lupi in Val d’Ultimo: li allontana solo l’arrivo dell’elicottero

Bressanone2 settimane fa

Bressanone: 229 tonnellate di indumenti usati all’anno sono troppe per indumenti di qualità

Alto Adige7 giorni fa

La Provincia cerca ispettori amministrativi, domande entro il 20 dicembre

Bolzano2 settimane fa

Maxi operazione antidroga della Squadra Mobile: 25 arresti -IL VIDEO

Bolzano6 giorni fa

Inquinamento, dal 1 gennaio 2023 a Bolzano scattano i divieti anche per i diesel Euro 3

Bolzano1 giorno fa

Bolzano: arrestato sul treno un giovane per furto aggravato

Bolzano4 giorni fa

Bolzano, individuato il ladro di abiti firmati grazie alle telecamere: espulso un tunisino irregolare

Alto Adige5 giorni fa

Bonus bollette: domande dal 1° dicembre 2022 sino al 31 marzo 2023

Politica2 settimane fa

Violenza tra minori, revocare gli alloggi sociali in conseguenza di reati che destano allarme sociale, mozione di Galateo (FdI) in Provincia

Valle Isarco2 settimane fa

Il bis dell’Ibis a Vipiteno

Archivi

Categorie

di tendenza